Giorgio Tozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio Tozzi (Chicago, 8 gennaio 1923Bloomington, 30 maggio 2011) è stato un basso statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di origine italiana, fu allievo di Rosa Raisa e di Giacomo Rimini a Chicago, debuttando come baritono nel 1948 allo Ziegfield Theatre di New York in The Rape of Lucretia di Benjamin Britten, seguita l'anno successivo dal debutto londinese nella commedia musicale Tough at the top di Vivien Ellis.

Proseguì poi gli studi a Milano con Giulio Lorandi, passando al registro di basso e debuttando nel 1950 al "Teatro Nuovo" della stessa città ne La sonnambula (Conte Rodolfo). In seguito cantò in diversi teatri italiani (Torino Firenze, Parma) e in particolare al Teatro alla Scala, nel 1953 (Stromminger ne La Wally di Catalani e Lodovico nell'Otello di Verdi), 58 e 62 (Conte di Saint-Bris ne Les Huguenots di Meyerbeer).

Nel 1955, con La Gioconda di Ponchielli, cominciò l'avventura al Metropolitan, che fu il suo teatro d'elezione e dove cantò in più di 500 recite, tra gli altri nei ruoli di Figaro ne Le nozze di Figaro, Sarastro ne Il flauto magico, Don Basilio nel Barbiere di Siviglia, Pimen nel Boris Godunov, Ramfis nell'Aida, Fiesco nel Simon Boccanegra, Silva in Ernani, Banco nel Macbeth, Gremin nell'Eugenio Onieghin, Méphistophélès nel Faust, Colline ne La bohème. Nel 1958 gli fu affidato il ruolo del Dottore nella prima mondiale di Vanessa di Samuel Barber, interpretato anche l'anno successivo nella prima europea a Salisburgo. Fu presente frequentemente anche alla San Francisco Opera.

Incise la colonna sonora del film musicale South Pacific, che fu un successo mondiale, e vinse tre Grammy Award (1960, 61 e 63) rispettivamente per le incisioni discografiche de Le nozze di Figaro , Turandot e Aida.

Come appare dalla vastità del repertorio, Giorgio Tozzi fu artista versatile, in grado di spaziare dai ruoli di basso cantabile a quelli di basso drammatico. Svolse fino al 2006 un'intensa attività di insegnante di canto in importanti scuole americane, quali la Juilliard School, la Brigham Young University e l'Indiana University a Bloomington, dove scomparve all'età di 88 anni.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nel 1992 pubblicò un libro di racconti dal titolo The Golem of the Golden West.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Incisioni in studio[modifica | modifica sorgente]

Edizioni dal vivo[modifica | modifica sorgente]

  • Catalani - La Wally - Tebaldi, Del Monaco, Guelfi, Scotto, Tozzi - Giulini - La Scala 1953 ed. IDIS/Legato
  • Puccini - La fanciulla del West - Steber, Del Monaco, Guelfi, Tozzi - Mitropoulos - Firenze 1954 - ed. Cetra/Arkadia/Myto
  • Ponchielli - La Gioconda - Milanov, Baum, Warren, Rankin, Tozzi - Cleva - Met 1955 - ed. Bensar/Lyric Distribution
  • Verdi - Aida - Curtis Verna, Bergonzi, Dalis, Merrill, Tozzi - Cleva - Met 1957 - ed. Bongiovanni
  • Saint-Saëns - Samson et Dalila - Del Monaco, Stevens, Tozzi - Cleva - Met 1958 - ed. Myto
  • Mozart - Il flauto magico - Gedda, Davy, Peters, Uppman, Allen, Tozzi - Leinsdorf - Met 1958 ed. Bensar
  • R. Strauss - Elettra - Borkh, Yeend, Thebom, Tozzi, Lloyd - Mitropoulos - Carnegie Hall 1958 - ed. Arkadia/Living Stage
  • Verdi - Simon Boccanegra - Guarrera, Milanov, Bergonzi, Tozzi, Flagello - Mitropoulos - Met 1960 - ed. Walhall
  • Verdi - Simon Boccanegra - Guarrera, Tebaldi, Tucker, Tozzi, Flagello - Verchi - Met 1961 - ed. Myto
  • Verdi - Nabucco - Bastianini, Udovich, Tozzi, Cioni, Martin - Molinari Pradelli - San Francisco 1961 - ed. Lyric Distribution
  • Meyerbeer - Gli Ugonotti - Corelli, Sutherland, Simionato, Tozzi, Ghiaurov - Gavazzeni - La Scala 1962 - ed. Melodram/GOP/Nuova Era
  • Ponchielli - La Gioconda - Farrell, Corelli, Merrill, Rankin, Tozzi - Cleva - Met 1962 ed. Encore/Celestial Audio
  • Verdi - Ernani - Bergonzi, Price, Mac Neil, Tozzi - Schippers - Met 1962 - ed. Movimento Musica
  • Verdi - Aida - Tucci, Corelli, Dalis, MacNeil, Tozzi - Schick - Met 1962 - ed. GOP/Myto
  • Boito - Mefistofele - Tozzi, Konya, Costa - Molinari Pradelli - San Francisco 1963 ed- Premiere Opera
  • Verdi - Don Carlo - Corelli, Tozzi, Herlea, Rysanek, Dalis - Adler - Met 1964 - ed. Living Stage
  • Ponchielli - La Gioconda - Curtis Verna, Corelli, Bardelli, Dunn, Tozzi - Guadagno - Philadelphia 1964 ed. BCS/Lyric Distribution
  • Verdi - La forza del destino - Tucci, Corelli, Bastianini, Tozzi - Santi - Met 1965 - ed. GOP/Myto/Gala
  • Verdi - Simon Boccanegra - Taddei, Stella, Tozzi, Cecchele - Patanè - Monaco di Baviera 1966 - ed. GDS
  • Verdi - Don Carlo - Corelli, Tozzi, Merrill, Kabaivanska, Bumbry - Adler - Met 1970 ed. Opera Lovers

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

A Torino nel 1951 è Ramfis nella prima rappresentazione di "Aida" nel Teatro Nuovo e padre guardiano nella prima rappresentazione nel Teatro Alfieri (Torino) di "La forza del destino", nel 1953 Ferrando nella prima rappresentazione nel Teatro Nuovo di "Il trovatore" e nel 1954 Stromminger nella prima rappresentazione nel Teatro Nuovo di Torino di "La Wally".

Nel 1952 è Raimondo nella ripresa nel Teatro Regio di Parma di "Lucia di Lammermoor".

Canta poi al Teatro alla Scala di Milano, nel 1953 (Stromminger ne La Wally di Catalani il 7 dicembre per l'apertura della stagione con Renata Tebaldi, Renata Scotto e Mario Del Monaco diretto da Carlo Maria Giulini), nel 1954 (Lodovico nell'Otello di Verdi con Leonard Warren) e nel 62 (Il Conte di Saint-Bris nella prima rappresentazione di Les Huguenots di Meyerbeer con Joan Sutherland, Giulietta Simionato, Wladimiro Ganzarolli, Franco Corelli, Nicolai Ghiaurov e Fiorenza Cossotto).

Al Teatro La Fenice di Venezia nel 1953 è Il forestiero in The jumping frog of the Calaveras county di Lukas Foss e nel 1954 Raimondo Bidebent in Lucia di Lammermoor con Ettore Bastianini e Maria Callas Meneghini, L'Ajo del Conte Ory ne Il Conte Ory con Sesto Bruscantini e Creonte in Medea (Cherubini) con Gabriella Tucci, Maria Meneghini Callas e Miriam Pirazzini.

Al Teatro Verdi (Trieste) nel 1954 è Colline ne La bohème con Tito Gobbi.

Nel 1955 è Colline nella replica nel Teatro Comunale di Firenze di "La bohème" con Giuseppe Taddei.

Nel marzo 1955, come Alvise ne La Gioconda di Ponchielli con Warren diretto da Fausto Cleva, esordì al Metropolitan di New York, dove poi contò nei ruoli di Ramfis nell'Aida in aprile, in novembre Sparafucile in Rigoletto con Roberta Peters e Rosalind Elias e Samuel in Un ballo in maschera con Robert Merrill e Marian Anderson diretto da Dimitri Mitropoulos, nel 1956 Pogner in Die Meistersinger von Nürnberg con Lisa Della Casa, Pimen nel Boris Godunov, Padre Guardiano ne La forza del destino con , la Tebaldi, Richard Tucker, Warren, la Elias e Fernando Corena, Ferrando ne Il trovatore con Bastianini, Colline ne La bohème, Don Ruy Gomez de Silva in Ernani con Del Monaco e nel 1957 Figaro ne Le nozze di Figaro, Raimondo in Lucia di Lammermoor con Lily Pons, Prince Gremin in Eugene Onegin, Commendatore in Don Giovanni (opera) con Cesare Siepi diretto da Karl Böhm.

Sempre nel 1955 debutta al San Francisco Opera come Ramfis in Aida con la Tebaldi, Warren diretto da Cleva, poi come General Polkan ne Il gallo d'oro diretto da Erich Leinsdorf, Banco in Macbeth (opera) e debutta il ruolo di Calkas in Troilus and Cressida di William Turner Walton e nel 1958 Philip II in Don Carlo, Don Basilio ne Il barbiere di Siviglia (Rossini) con Rolando Panerai e Colline ne La bohème con la Della Casa, Jussi Bjoerling e Panerai, Padre Guardiano ne La forza del destino con Leonie Rysanek e Kecal ne la sposa venduta con Elisabeth Schwarzkopf.

Ancora nel 1958 per il Met è Old Hebrew in Samson et Dalila con Del Monaco, Don Basilio nel Barbiere di Siviglia, Sarastro ne Il flauto magico diretto da Leinsdorf, nel 1959 Banco nel Macbeth con la Rysanek a Filadelfia (Pennsylvania), canta nel Requiem (Verdi) con Carlo Bergonzi diretto da Bruno Walter, Philip II in Don Carlo, Count des Grieux in Manon (Massenet) con Victoria de los Angeles, Arkel in Pelléas et Mélisande (opera), nel 1960 Daland in Der fliegende Holländer diretto da Thomas Schippers, Don Fernando in Fidelio con Birgit Nilsson diretto da Böhm, Jacopo Fiesco nel Simon Boccanegra, nel 1961 Plunkett in Martha (opera), Zaccaria in Nabucco, nel 1963 Rodolfo ne La sonnambula con la Sutherland, nel 1966 Méphistophélès nel Faust con Mirella Freni e Sherrill Milnes diretto da Georges Prêtre, nel 1968 Count Walter in Luisa Miller con Montserrat Caballé, nel 1971 King Marke in Tristan und Isolde, nel 1972 Gurnemanz in Parsifal (opera) e nel 1973 Oroveso in Norma (opera) con la Caballè e la Cossotto.

Ancora per il San Francisco Opera nel 1959 è Veit Pogner in Die Meistersinger von Nürnberg, Don Pedro in Don Giovanni con Leontyne Price e Archibaldo ne L'amore dei tre re, nel 1960 il Conte Rodolfo ne La sonnambula con Anna Moffo e Jacopo Fiesco nel Simon Boccanegra con Gobbi, nel 1961 Boris Godunov con Marilyn Horne, Raymond Bidebent in Lucia di Lammermoor con la Sutherland e Zaccaria in Nabucco con Cornell MacNeil e Bastianini, nel 1962 Mephistopheles in Faust, nel 1963 Mefistofele (opera), nel 1964 Old convict in Lady Macbeth del Distretto di Mcensk e Gurnemanz in Parsifal diretto da Prêtre e Timur in Turandot, nel 1969 Arkel in Pelléas et Mélisande e Don Ruy Gomez de Silva in Ernani con Leontyne Price a Los Angeles, nel 1970 King Marke in Tristan und Isolde con la Nilsson, nel 1974 Count Walter in Luisa Miller con Katia Ricciarelli e Luciano Pavarotti e nel 1978 Barone Scarpia in Tosca (opera) con Magda Olivero.

Ancora a Salisburgo nel 1961 è Jacopo Fiesco nel Simon Boccanegra con Gobbi e Panerai.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • H.Rosenthal e J.Warrack - Dizionario dell'opera lirica - Vallecchi Tascabili TV63
  • D.Hamilton The Metropolitan Opera Encyclopedia, Simon & Schuster 1987

Controllo di autorità VIAF: 29719559