Gino Sinimberghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gino Sinimberghi (Roma, 26 agosto 1913Roma, 30 dicembre 1996) è stato un tenore e attore italiano.

Studiò canto lirico presso il Conservatorio Santa Cecilia. Nel 1936 si piazzò al secondo posto al Concorso Internazionale di Canto di Vienna; venne in seguito scritturato per un periodo di sei anni al Teatro dell'Opera di Berlino e firmò un contratto di quattro anni con la Deutsche Grammophon.
All'età di 27 anni venne chiamato a Roma da Tullio Serafin, che lo fece debuttare al Teatro dell'Opera ne Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

Durante la lunga carriera artistica ha interpretato numerose opere in lingua italiana e tedesca, lavorando al fianco di importanti artisti, come Beniamino Gigli, Tito Gobbi, Maria Callas, e sotto la guida di grandi direttori d'orchestra, come Paul Hindemith e Herbert von Karajan.
Prese anche parte a numerosi film, in particolar modo film-opera, nei quali fu scelto, oltre che per le doti vocali, anche per la fotogenicità.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Gino Sinimberghi è nipote di Aldo Sinimberghi attore e regista del cinema muto attivo tra il 1910 e il 1920 e di Fernanda Sinimberghi sorella di Aldo anch'essa attrice attiva tra il 1913 ed il 1919.

Controllo di autorità VIAF: 24798045

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica