Pontinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pontinia
comune
Pontinia – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Latina-Stemma.png Latina
Amministrazione
Sindaco Eligio Tombolillo (Insieme per Pontinia) dal 16/05/2011 4º mandato
Territorio
Coordinate 41°24′00″N 13°03′00″E / 41.4°N 13.05°E41.4; 13.05 (Pontinia)Coordinate: 41°24′00″N 13°03′00″E / 41.4°N 13.05°E41.4; 13.05 (Pontinia)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 112,1 km²
Abitanti 14 209[1] (31-12-2010)
Densità 126,75 ab./km²
Frazioni Borgo Pasubio, Campoioso, Cotarda, Mazzocchio, Mesa, Quartaccio
Comuni confinanti Latina, Priverno, Sabaudia, Sezze, Sonnino, Terracina
Altre informazioni
Cod. postale 04014
Prefisso 0773
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 059017
Cod. catastale G865
Targa LT
Cl. sismica zona 3B (sismicità bassa)
Cl. climatica zona C, 1 165 GG[2]
Nome abitanti pontiniani
Patrono sant'Anna
Giorno festivo 26 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pontinia
Posizione del comune di Pontinia nella provincia di Latina
Posizione del comune di Pontinia nella provincia di Latina
Sito istituzionale
Pontinia.JPG

Pontinia è un comune italiano di 14.028 abitanti della provincia di Latina nel Lazio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

È ubicato nel cuore dell'Agro pontino e si trova a circa metà strada fra Latina e Sabaudia.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pontinia è una delle cosiddette "Città di fondazione"; fu infatti fondata il 19 dicembre 1934 e inaugurata il 18 dicembre 1935, nell'ambito della bonifica dell'Agro pontino.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

A memoria e documentazione della potenza della malaria nell'Agro prima della bonifica, vi è stato fondato nel 1990 un museo comunale intitolato "La malaria e la sua storia".

Media[modifica | modifica wikitesto]

Stampa[modifica | modifica wikitesto]

Il Chinino - Pontinia Magazine è un periodico di attualità, informazione e cultura interamente dedicato alla città pontina. È nato nel giugno 2010 ed è bimestrale.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

SL 48 è l'unica emittente radiotelevisiva presente sul territorio comunale. Trasmette il proprio palinsesto sul digitale terrestre DVB-T su due canali: SL 48 1 e SL 48 2.

Internet[modifica | modifica wikitesto]

A.Re.Ci. STUDIO Network, nata nel novembre 2004 è una web-tv che si occupa di cinematografia, informazione, tecnologia ed editoria in generale.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Quartaccio, di circa 1.000 abitanti, è ubicata tra la SS 7 Appia e la ferrovia Roma-Napoli. Il nome deriva forse da una misura agraria dell'impero romano, o "quarto", con il peggiorativo in "Quartaccio" a causa dell'insalubrità della zona, allora paludosa, come il resto della pianura Pontina. La chiesa parrocchiale è dedicata alla Sacra Famiglia.
  • B.go Pasubio, ex frazione distaccata dal paese è stata recentemente inclusa nel centro urbano.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2003 2006 Giuseppe Mochi Sindaco
2006 2011 Eligio Tombolillo lista civica Sindaco
2011 in carica Eligio Tombolillo lista civica "Insieme per Pontinia" Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Pontinia è anche sede di un Consiglio Comunale dei Giovani, eletto per la prima volta il 13 dicembre 2009

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Pontinia è sede di moltissime scuole di danza, come la Creale, il Modulo, il Carillon, la Dinamika, Petali Rosa e la Keleos.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Pontinia Calcio che milita nel girone D laziale di Promozione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio