Mewtwo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
 Mewtwo 
Mewtwo
Mewtwo

Nome nelle varie lingue
Italiano Mewtwo
Giapponese ミュウツー Myūtsū
Tedesco Mewtu
Francese Mewtwo
 Pokédex 
Classico 150
Johto 249
Hoenn 305
Caratteristiche
Specie Pokémon Genetico
Altezza 200 cm
Peso 122 kg
Generazione Prima
Megaevolve in MegaMewtwo X
MegaMewtwo Y
Stato Base
Tipo Psico
Abilità Pressione
Agitazione
Legenda · progetto Pokémon

Mewtwo (in giapponese ミュウツー Myūtsū, in tedesco Mewtu, in francese Mewtwo) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Psico. Il suo numero identificativo Pokédex è 150.

Clone del Pokémon leggendario Mew, è protagonista del lungometraggio Pokémon il film - Mewtwo contro Mew e dello speciale Mewtwo Returns, oltre ad essere presente nel manga Pokémon Adventures.[1][2]

Nei videogiochi Pokémon X e Y Mewtwo ottiene due megaevoluzioni, denominate MegaMewtwo X e MegaMewtwo Y.[3] MegaMewtwo Y è presente in Il film Pokémon - Genesect e il risveglio della leggenda.[4][5]

Mewtwo è inoltre uno dei personaggi giocabili nel videogioco Super Smash Bros. Melee e l'ultimo boss in Pokémon Stadium e in Pokémon Ranger: Tracce di Luce. È uno dei Pokémon assenti nel videogioco Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del Tempo.

Per le sue statistiche, Mewtwo è il Pokémon più forte della prima generazione. Il totale delle sue statistiche eguaglia quello dei Pokémon leggendari Lugia, Ho-Oh, Rayquaza, Dialga, Palkia, Giratina, Reshiram, Zekrom, Xerneas e Yveltal. Le sue megaevoluzioni sono inoltre superiori ai Pokémon Arceus e alle forme di Kyurem.[6][7]

Mewtwo è uno dei primi quattro Pokémon apparsi nella collezione di t-shirt "Pokémon 151", dedicata ai Pokémon della prima generazione.[8][9]

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome deriva dall'unione di Mew con la parola inglese two (due).

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Il suo aspetto ricorda quello di Mew. Sebbene sia un clone di quest'ultimo, le dimensioni del Pokémon sono notevolmente maggiori.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si megaevolve in MegaMewtwo X e MegaMewtwo Y tramite gli strumenti Mewtwoite X e Mewtwoite Y.[3]

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosso/Blu/VerdeFoglia: Creato da uno scienziato dopo anni di orribili esperimenti di ingegneria genetica.
  • Giallo: Il suo DNA è quasi uguale a quello di Mew, tuttavia le dimensioni e il carattere sono agli antipodi.
  • Oro/HeartGold: Dato che le sue abilità nel combattimento sono al massimo, non fa altro che battere i nemici.
  • Argento/SoulSilver: Di solito rimane immobile, conservando l'energia che poi scatena durante la lotta.
  • Cristallo: Pokémon creato esclusivamente per la lotta: si dice che riposi all'interno di grotte inesplorate.
  • RossoFuoco: Il codice genetico di questo Pokémon è stato ripetutamente ricombinato a scopo di ricerca. Ciò l'ha reso malvagio.
  • Rubino/Zaffiro: Mewtwo è stato creato grazie ad una manipolazione genetica. Tuttavia, sebbene la scienza sia riuscita a creare un corpo di Pokémon, ha fallito nell'intento di dare a Mewtwo un animo generoso.
  • Smeraldo: Mewtwo è il risultato di una manipolazione genetica. Sebbene la scienza sia riuscita a creare un corpo di Pokémon, ha fallito nell'intento di dargli un animo generoso.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2/Y: Un Pokémon creato usando i geni di Mew. Si dice che fra i Pokémon sia quello con l'animo più crudele.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rosso e Blu, Pokémon Giallo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver è possibile catturare un esemplare di Mewtwo a livello 70 all'interno della Grotta Celeste, nei pressi di Celestopoli, al termine del gioco.

Mewtwo sarebbe stato generato nella Villa Pokémon dell'Isola Cannella. All'interno della struttura è possibile leggere una pagina di diario, datata 6 febbraio, in cui si dichiara che Mew avrebbe partorito[10] il nuovo Pokémon.

In occasione del primo anniversario dal lancio di Pokémon Versione Nera e Versione Bianca, è stato distribuito in Giappone, Stati Uniti d'America, Europa ed Australia un esemplare di Mewtwo in grado di utilizzare gli attacchi Psicobotta, Palla Ombra, Forzasfera ed Energisfera.[11]

Nei videogiochi Pokémon X e Y Mewtwo è presente all'interno della Grotta Ignota, nella Valle dei Pokémon.[12]

In Pokémon Mystery Dungeon: Squadra Rossa e Squadra Blu Mewtwo è presente al novantanovesimo piano della Grotta Ponente (Western Cave) ed ottenibile in Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori dell'Oscurità nel Cratere Oscuro (Dark Crater) disponendo di Lastraenigma (Secret Slab) o di Pezzoenigma (Mystery Part).

Nel videogioco Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del Cielo è possibile ottenere una missione che permette d'incontrare il Pokémon leggendario, una volta disponibile il Caffè di Spinda.

In Pokémon Ranger: Tracce di Luce Mewtwo è controllato da Occhioviola.

Il Pokémon è infine un personaggio segreto disponibile nel videogioco Super Smash Bros. Melee dopo 700 incontri o 20 ore di gioco nella modalità a due giocatori. In Super Smash Bros. Brawl è presente solamente come trofeo.

Megaevoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Mewtwo possiede due differenti megaevoluzioni ottenibili con le Megapietre Mewtwoite X e Mewtwoite Y. MegaMewtwo X è alto 230 cm, pesa 127 kg ed è di tipo Psico/Lotta. La sua abilità è Cuordeciso. MegaMewtwo Y è alto 150 cm, pesa 33 kg e possiede l'abilità Insonnia.[3]

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Mewtwo apprende numerose mosse di tipo Psico come Miracolvista, Psicotaglio e Psichico. Dalla quinta generazione Mewtwo è l'unico Pokémon in grado di imparare l'attacco Psicobotta. È inoltre uno dei Pokémon che può utilizzare la mossa della quarta generazione Forzasfera (Lotta).

Sebbene sia un clone di Mew, Mewtwo non può apprendere qualunque mossa tramite MT. È tuttavia in grado di utilizzare numerosi attacchi Elettro, Ghiaccio, e Terra. Può inoltre imparare le mosse MN Forza, Flash, Spaccaroccia e Scalaroccia.

Nel lungometraggio Pokémon il film - Mewtwo contro Mew Mew e Mewtwo utilizzano l'attacco Palla Ombra, sebbene sia stato introdotto solamente nel corso della seconda generazione. Nel gioco di carte collezionabili Mewtwo apprende Ipnosi. Nel videogioco Super Smash Bros. Melee il Pokémon leggendario utilizza Palla Ombra, Confusione, Teletrasporto ed Inibitore.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 106 (max 416)
  • Attacco: 110 (max 350)
  • Difesa: 90 (max 306)
  • Attacco Speciale: 154 (max 447)
  • Difesa Speciale: 90 (max 306)
  • Velocità: 130 (max 394)

MegaMewtwo X[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 106 (max 416)
  • Attacco: 190 (max 526)
  • Difesa: 100 (max 328)
  • Attacco Speciale: 154 (max 447)
  • Difesa Speciale: 100 (max 328)
  • Velocità: 130 (max 394)

MegaMewtwo Y[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 106 (max 416)
  • Attacco: 150 (max 438)
  • Difesa: 70 (max 262)
  • Attacco Speciale: 194 (max 535)
  • Difesa Speciale: 120 (max 372)
  • Velocità: 140 (max 416)

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Mewtwo appare per la prima volta nel corso dell'episodio L'ottava Medaglia (The Battle of the Badge), in cui sconfigge l'Arcanine ed il Nidoking di Gary Oak nella palestra di Giovanni.[13] È inoltre presente in Casa dolce casa (It's Mr. Mime Time) ed in Uniti nel pericolo (Showdown at the Poké Corral).[14][15] Alcune scene tratte dagli episodi sono inoltre presenti nel lungometraggio Pokémon il film - Mewtwo contro Mew.

In Pokémon: Le origini l'allenatore Rosso cattura il Pokémon leggendario Mewtwo all'interno della Grotta Celeste.[16]

Pokémon il film - Mewtwo contro Mew[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pokémon il film - Mewtwo contro Mew.

Il Pokémon di Giovanni è anche il protagonista del primo film ispirato dalla serie animata Pokémon. Nel lungometraggio viene raccontata la storia di Mewtwo, nato da un esperimento di clonazione a partire da alcuni resti di DNA del Pokémon leggendario Mew. Creato ed addestrato al fine di renderlo il Pokémon più potente ed intelligente, Mewtwo, una volta sviluppate al massimo le sue capacità, si ribellò, distrusse i laboratori ed uccise gli scienziati che l'avevano creato. Successivamente, sull'isola in cui erano situati i laboratori, Mewtwo costruì il suo palazzo, cominciando ad allevare i Pokémon che già abitavano l'isola al fine di renderli molto potenti. Infine provvede a rapire un'infermiera di un Pokémon Center, rendendola propria serva tramite il lavaggio del cervello, obbligandola ad invitare gli allenatori più abili del pianeta per sottrarre i loro Pokémon, allargando la sua collezione. Tra gli allenatori è presente Ash Ketchum che si allea con Mew per sconfiggere Mewtwo.[17]

Nell'edizione italiana del film Mewtwo è doppiato da Mario Zucca, mentre in quella americana da Philip Bartlett[18].

Mewtwo Returns[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mewtwo Returns.

Mewtwo è inoltre presente nell'episodio speciale Mewtwo Returns, mai tradotto in italiano, i cui fatti narrati si svolgono successivamente al film. Lo speciale racconta che il Pokémon leggendario ed i cloni da lui creati si sono trasferiti in un luogo tranquillo, in cui i Pokémon non debbono lottare tra di loro. Tuttavia il capo del Team Rocket, Giovanni, vuole ancora il controllo di Mewtwo e tenterà di catturarlo, insieme ai suoi Pokémon. Solamente con l'aiuto di Ash, Mewtwo riuscirà a liberarsi di Giovanni, tuttavia non riuscendo ancora a comprendere il suo destino.[19]

MegaMewtwo Y[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Il film Pokémon - Genesect e il risveglio della leggenda.

MegaMewtwo Y appare nel lungometraggio Il film Pokémon - Genesect e il risveglio della leggenda.[20] Nel prologo il Pokémon leggendario incontra l'allenatore Virgil.[21]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Mewtwo appare in 15 carte, prevalentemente di tipo Psiche, appartenenti ad 11 set:[22][23]

  • Set Base (Olografica)
  • Gym Challenge (Olografica, Pokémon del Team Rocket)
  • Neo Destiny (Pokémon Shiny)
  • Expedition (due carte, una delle quali Olografica)
  • EX Rubino e Zaffiro (come Mewtwo ex)
  • EX Team Rocket Returns (come Mewtwo ex di tipo Oscurità, Pokémon del Team Rocket)
  • EX Specie Delta (come Mewtwo δ di tipo Fuoco/Metallo)
  • EX Fantasmi di Holon (due carte, una come Mewtwo δ di tipo Lampo e l'altra come Pokémon Shiny)
  • Alba Suprema (Olografica)
  • Il Risveglio dei Miti (due carte, una Olografica e l'altra come Mewtwo LIV.X)
  • Destini Futuri (due carte, come Mewtwo-EX)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mewtwo (anime) da Bulbapedia
  2. ^ (EN) Mewtwo (Adventures) da Bulbapedia
  3. ^ a b c Pokémon che possono megaevolversi
  4. ^  Pokémon. A Legendary Connection Is Confirmed!. YouTube, 17 aprile 2013
  5. ^ (DE) Oha Suta: Neuer Trailer zum 16. Film da Filb.de
  6. ^ (EN) Top 100 All Pokémon da Serebii.net
  7. ^ (EN) Serebii.net Pokédex - Top 300 All Pokémon da Serebii.net
  8. ^ (EN) 'Pokémon 151' brand to cater to adults da Bulbanews
  9. ^ (EN) Pokémon 151 da Bulbapedia
  10. ^ "gave birth" nella versione in lingua inglese
  11. ^ (EN) Eventdex - #150 Mewtwo da Serebii.net
  12. ^ (EN) Pokémon X & Y - Legendary Pokémon da Serebii.net
  13. ^ (EN) Episode 63 - The Battle of the Badge da Serebii.net
  14. ^ (EN) Episode 64 - Its Mr. Mime Time da Serebii.net
  15. ^ (EN) Episode 67 - Showdown at the Poke-corral da Serebii.net
  16. ^ (EN) Special: Pokémon Origins da Serebii.net
  17. ^ (EN) Mewtwo Strikes Back da Serebii.net
  18. ^ Pokémon il film in Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  19. ^ (EN) Mewtwo Returns da Serebii.net
  20. ^ (EN) Genesect and the Legend Awakened da Serebii.net
  21. ^ (EN) Special 31: Mewtwo Awakens: Prologue da Serebii.net
  22. ^ (EN) Mewtwo (TCG) da Bulbapedia
  23. ^ (EN) #150 Mewtwo - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 103, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 108, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 90, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 133, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 129, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 88, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 431, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 315, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 273, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon