Jigglypuff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
 Jigglypuff 
Jigglypuff
Jigglypuff

Nome nelle varie lingue
Italiano Jigglypuff
Giapponese プリン Purin
Tedesco Pummeluff
Francese Rondoudou
 Pokédex 
Classico 039
Johto 44
Hoenn 138
Unima 282
Caratteristiche
Specie Pokémon Pallone
Altezza 50 cm
Peso 5,5 kg
Generazione Prima
Evoluzione di Igglybuff
Evolve in Pietralunare Wigglytuff
Stato Base
Tipi Normale
Folletto
Abilità Incantevole
Tenacia
Amicoscudo
Legenda · progetto Pokémon

Jigglypuff (in giapponese プリン Purin, in tedesco Pummeluff, in francese Rondoudou) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Normale/Folletto. Il suo numero identificativo Pokédex è 39.

Un esemplare di Jigglypuff appare numerose volte nel corso dell'anime.[1] È inoltre uno dei personaggi della serie di videogiochi Super Smash Bros.[2][3]

Ha acquisito il secondo tipo Folletto a partire dalla sesta generazione.[4][5]

Condivide la sua specie con altri 4 Pokémon: Igglybuff, Wigglytuff, Qwilfish e Drifloon.

Significato del nome[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome probabilmente deriva dall'unione delle parole inglesi jiggly (aggettivo dal verbo to jiggle, muoversi a scatti) e puff (soffio, sbuffo).

Il suo nome giapponese, プリン Purin, potrebbe derivare da プリン purin (budino).

Il suo nome tedesco, Pummeluff, probabilmente deriva da pummelig (grassottello).

Il suo nome francese, Rondoudou, potrebbe derivare dall'unione delle parole rond (rotondo) e doux (dolce).

Origine[modifica | modifica sorgente]

Palloncini

Il suo aspetto ricorda quello di un palloncino rosa. Jigglypuff potrebbe essere basato su Kirby.

Evoluzioni[modifica | modifica sorgente]

Si evolve da Igglybuff quando la sua felicità è pari o superiore ai 220 punti ed evolve in Wigglytuff usando la Pietralunare.

Pokédex[modifica | modifica sorgente]

  • Rosso/Blu/VerdeFoglia: Se i suoi occhi si illuminano, canta una melodia misteriosa che addormenta i suoi nemici.
  • Giallo: Usa i suoi enormi occhi per stregare i suoi nemici, poi canta una dolce melodia per addormentarli.
  • Oro/HeartGold/Y: Se si gonfia e usa il suo Canto diventa più resistente e causa una forte sonnolenza in chi lo ascolta.
  • Argento: Se lo si fissa nei dolci occhi tondi intona una melodia rilassante, che spinge i nemici ad addormentarsi.
  • Cristallo: Fa ruotare i dolci occhi cantando una ninnananna. Il suo piacevole canto fa addormentare chi lo ascolta.
  • RossoFuoco/X: Cattura l'attenzione dei nemici grazie agli enormi occhi rotondi, per poi farli addormentare con una dolce ninnananna.
  • Rubino: Le corde vocali di Jigglypuff gli consentono di cantare esattamente alla lunghezza d'onda richiesta per addormentare il suo avversario.
  • Zaffiro: Quando canta, Jigglypuff non si ferma a prendere fiato. Se lotta contro un nemico che non si addormenta facilmente, non respira rischiando così di esaurire tutte le sue energie.
  • Smeraldo: Le onde sonore che Jigglypuff emette cantando sono simili alle onde cerebrali di chi dorme. Chiunque lo ascolti non può far altro che cadere in un sonno profondo.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco: Muove le pupille e comincia a cantare una ninnananna che fa addormentare chiunque l'ascolti.
  • SoulSilver: Se lo si fissa nei dolci occhi tondi intona una melodia rilassante che spinge i nemici ad addormentarsi.
  • Nero2/Bianco2: Se incroci i suoi occhioni tondi, inizia a cantare una melodia così dolce e soave che restare svegli diventa impossibile.

Nel videogioco[modifica | modifica sorgente]

Nei videogiochi Pokémon Rosso e Blu, Pokémon Oro e Argento, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver Jigglypuff è ottenibile lungo il Percorso 3. Nelle versioni Giallo e Cristallo è possibile catturare il Pokémon nei Percorsi dal 5 all'8.

Nei titoli Pokémon Oro e Argento e nei remake della quarta generazione Jigglypuff è disponibile lungo il Percorso 4. Nelle prime due versioni è inoltre ottenibile nel Percorso 46. In Cristallo è presente nei pressi dei Percorsi 34 e 35, mentre nelle versioni HeartGold e SoulSilver sarà possibile catturarlo all'interno della Zona Safari di Johto.

Nelle versioni Rubino, Zaffiro e Smeraldo è possibile catturare Jigglypuff esclusivamente lungo il Percorso 115.

Nei videogiochi Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino è uno dei Pokémon presenti nel Giardino Trofeo.

In Pokémon Versione Nera e Versione Bianca Jigglypuff è disponibile lungo il Percorso 14. Nei videogiochi Pokémon Versione Nera 2 e Versione Bianca 2 è presente nei Percorsi 1 e 2, oltre che nei pressi del Cantiere dei Sogni.

In Pokémon X e Y il Pokémon è ottenibile lungo il Percorso 20, nella Valle dei Pokémon e nel Safari Amici. In questi titoli ha acquisito il secondo tipo Folletto.[5]

Nel videogioco Pokémon Ranger è disponibile presso Autunnia (Fall City) mentre in Pokémon Ranger: Ombre su Almia è presente all'interno della Grotta Stalattite (Crysta Cave).

Jigglypuff è un personaggio disponibile in tutti i videogiochi della serie Super Smash Bros.[2][3] È presente sia nell'omonimo titolo per Nintendo 64, sia in Super Smash Bros. Melee per Nintendo GameCube che in Super Smash Bros. Brawl per Nintendo Wii.[6] In Melee è ottenibile terminando la modalità Classic o Adventure e sconfiggendo Jigglypuff.

Mosse[modifica | modifica sorgente]

La mossa che caratterizza Jigglypuff è Canto. Sebbene l'attacco potesse essere appreso fino dalla prima generazione anche da Clefairy, Chansey e Lapras, il Pokémon utilizza l'attacco nei videogiochi, nell'anime e nei manga.

Oltre ad apprendere numerosi attacchi di tipo Normale, Jigglypuff può imparare alcune mosse di tipo Psico tra cui Riposo, Schermoluce (MT 16), Psichico (MT 29), Riflesso (MT 33) e Mangiasogni (MT 85). Dalla quarta generazione il Pokémon apprende naturalmente Vortexpalla (Acciaio) e Svegliopacca (Lotta).

Jigglypuff è in grado di utilizzare le mosse MN Forza e Flash.

Nei videogiochi della serie Super Smash Bros., oltre all'attacco Canto, Jigglypuff utilizza le mosse Botta, Riposo, Rotolamento e Megapuff.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

  • Punti Salute: 115 (max 434)
  • Attacco: 45 (max 207)
  • Difesa: 20 (max 152)
  • Attacco Speciale: 45 (max 207)
  • Difesa Speciale: 25 (max 163)
  • Velocità: 20 (max 152)

Nell'anime[modifica | modifica sorgente]

Jigglypuff appare per la prima volta nel corso dell'episodio Sulle ali di una canzone (The Song of Jigglypuff).[7] Il Pokémon, armato di pennarello, fa addormentare i protagonisti con la sua mossa Canto e, arrabbiato per l'effetto dell'attacco, scarabocchia il volto di coloro che vengono colti dal sonno. Diventerà un personaggio ricorrente della serie animata e seguirà il gruppo fino all'episodio Una gara pazzesca (A Pokéblock Party!).[1]

Altri esemplari di Jigglypuff sono presenti in Un mistero dopo l'altro (The Ancient Puzzle of Pokémopolis), Un Jigglypuff imprendibile (Rough, Tough Jigglypuff) e in Un'amica in gamba (A Stand-Up Sit-Down!).[8]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica sorgente]

Jigglypuff appare in 13 carte, prevalentemente di tipo Incolore, appartenenti a 12 set:[9][10]

  • Jungle
  • Gym Challenge (Pokémon della capopalestra Erika)
  • Neo Destiny
  • Skyridge
  • EX Team Magma VS Team Idro
  • EX Leggende Nascoste
  • EX RossoFuoco e VerdeFoglia
  • EX Guardiani dei Cristalli
  • Incontri Leggendari
  • HeartGold & SoulSilver
  • Destini Futuri
  • XY (due carte di tipo Folletto)

Inoltre una carta di Jigglypuff compare esclusivamente nel videogioco Pokémon Trading Card Game.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Jigglypuff (anime) da Bulbapedia
  2. ^ a b (EN) Jigglypuff da SmashWiki
  3. ^ a b (EN) Jigglypuff da Super Mario Wiki
  4. ^ Il nuovissimo tipo Folletto!
  5. ^ a b (EN) Pokémon X & Y - Fairy-type da Serebii.net
  6. ^ Jigglypuff dal sito ufficiale di Super Smash Bros. Brawl
  7. ^ (EN) Episode 45 - The Song of Jigglypuff da Serebii.net
  8. ^ (EN) Serebii.net Animédex - #039 Jigglypuff
  9. ^ (EN) Jigglypuff (TCG) da Bulbapedia
  10. ^ (EN) #039 Jigglypuff - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 75, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 80, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 21, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 91, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Elizabeth Hollinger, Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, p. 114, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 101, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Fletcher Black, Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, p. 182, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 33, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 403, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 245, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 218, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon