Solid Snake

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Solid Snake
Snake in MGS4, con la FaceCamo Young Snake
Snake in MGS4, con la FaceCamo Young Snake
Universo Metal Gear
Lingua orig. Giapponese
Soprannome Old Snake
Iroquois Pliskin
Autore Hideo Kojima
Studio Konami
1ª app. in Metal Gear
Ultima app. in Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots
Voci orig.
Voce italiana Alessandro Ricci
Specie Umana
Sesso Maschio
Etnia Caucasica
Luogo di nascita Stati Uniti Carlsbad, New Mexico, USA
Data di nascita 1972
Professione Soldato, agente segreto
Abilità
  • Conoscenza di sei lingue.
  • Esperto nel combattimento corpo a corpo
  • Esperto nel combattimento con armi da fuoco
  • Esperto nel combattimento all'arma bianca
  • Alpinista
  • Paracadutista
  • Sommozzatore
  • Grande intelligenza
  • Grandi doti atletiche e fisiche
Affiliazione Berretti Verdi
FOXHOUND
CIA
Il Pentagono
Philanthropy
Parenti

Solid Snake, il cui vero nome è David, è uno dei personaggi principali della serie Metal Gear. Nella versione giapponese della serie, Snake è doppiato da Akio Otsuka mentre in quella inglese da David Hayter (nel primo Metal Gear Solid, l'unico interamente doppiato in italiano, ma soltanto nella versione PlayStation, la celebre spia è doppiata da Alessandro Ricci). Hideo Kojima si è ispirato a vari personaggi cinematografici per la creazione di Solid Snake, incluso Jena Plissken (Snake Plissken nella versione originale) del film Fuga da New York, ma anche Christopher Walken (nel primo Metal Gear Solid), Michael Biehn (nel capostipite Metal Gear), Mel Gibson (in Metal Gear 2) e Lee Van Cleef (per l'Old Snake dell'ultimo episodio).

In Metal Gear Solid 2, Snake usa lo pseudonimo "Iroquois Pliskin". Oltre ad essere una citazione alla figura di Snake Plissken, il nome "Iroquois" ha un doppio significato: gli Irochesi erano gli originari abitanti della zona su cui sorse New York, mentre la parola "Iroquois" era anche un termine degli Uroni per indicare il serpente nero.

Dopo l'apparizione in Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty e l'assenza in Metal Gear Solid 3: Snake Eater, uno Snake molto invecchiato appare in Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots di nuovo come personaggio principale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Snake è nato dal progetto Les Enfants Terribles, che tenta di creare il soldato perfetto clonando "Il più grande guerriero del XX secolo", Big Boss. Il creatore del progetto non voleva una serie di cloni uguali ma desiderava ottenere il fenotipo di tutti i geni "superiori". Per questo motivo, quando Solid e Liquid Snake sono stati creati, uno possedeva tutti i geni dominanti di Big Boss, l'altro tutti quelli recessivi: le due facce di una stessa moneta genetica. Solidus Snake invece è il terzo fratello del progetto, nato con un patrimonio genetico misto, avendo la stessa quantità di geni dominanti e recessivi.

Durante l'incidente di Shadow Moses, Liquid Snake crede di essere il fratello "inferiore", pensando di aver ricevuto i geni recessivi "difettati", quando invece suo fratello aveva ricevuto tutti i geni dominanti "superiori". Da lì si scatena un risentimento contro Solid Snake che, durante il loro scontro finale, viene accusato da Liquid di "essersi preso tutto dal giorno in cui è nato", e che la sua vita è stata solo usata per creare suo fratello, "la grande Leggenda", Solid Snake. In realtà Solid Snake è stato generato con il patrimonio genetico "inferiore" forse per caso o perché era stabilito nel progetto.

Invece, nonostante i suoi geni "difettosi", Solid Snake è riuscito a sconfiggere sia Big Boss sia Liquid.

Non si sa molto della vita di Snake prima della missione di Outer Heaven, tranne che all'inizio degli anni novanta Snake si è infiltrato nell'ovest dell'Iraq durante la Guerra del Golfo insieme ad un plotone di "Berretti verdi".

Outer Heaven[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metal Gear.

Anno 1995, Outer Heaven in Rivolta. Una nazione piccola ma armata fino ai denti, chiamata "Outer Heaven" si risveglia improvvisamente nel profondo Sud Africa. Nel giro di poco tempo, la NATO viene a sapere che la nazione è attivamente impegnata nella progettazione di un carro armato nucleare mobile, chiamato "METAL GEAR". Decide quindi di inviare sul posto Gray Fox, uno dei suoi migliori agenti segreti. Presto però Gray Fox viene preso in ostaggio e per la NATO la situazione si complica. Essa si vede costretta quindi ad inviare il membro più giovane di Fox Hound, un agente chiamato Solid Snake, del quale si sa poco o nulla. Ma Snake riesce nell'impresa: libera Gray Fox e costringe Outer Heaven alla resa. Tuttavia, nel bel mezzo della fuga, trova un uomo che gli sbarra la strada. Non è altri che il comandante della Fox Hound, Big Boss. Egli è il cervello dietro una grossa operazione di mercenari in Outer Heaven e controlla l'intera nazione con un pugno di ferro. È stato Big Boss a spingere la NATO ad inviare Solid Snake, il suo agente meno esperto, diffondendo informazioni errate in Occidente. Ma non ha calcolato che il giovane ce la potesse fare, e ora deve affrontarlo in un combattimento feroce. Big Boss viene sconfitto e Solid Snake emerge vittorioso dalla battaglia. Infine Snake si allontana con Outer Heaven alle sue spalle in fiamme.

Zanzibar Land[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metal Gear 2: Solid Snake.

Dopo Outer Heaven, Solid Snake decide di lasciare la FOXHOUND. Allora viene assunto dalla CIA e lavora per sei mesi come agente sotto copertura prima di essere insoddisfatto del lavoro e l'abbandona. Diventa un mercenario. Quando ha già guadagnato abbastanza soldi, va in semi-ritiro in una landa canadese. Dopo qualche tempo, il comandante di FOXHOUND, Roy Campbell, lo chiama per un'altra operazione in Asia centrale nel 1999. La missione di Snake consiste nel destituire il dittatore di Zanzibar Land, che si rivela essere nuovamente Big Boss, che possiede un altro Metal Gear, denominato Metal Gear D ed ha tra i suoi ranghi Gray Fox. Snake distrugge il Metal Gear D e sconfigge Gray Fox in un combattimento corpo a corpo in un campo minato. Durante lo scontro con Big Boss, Snake scopre che quest'ultimo è il suo padre genetico. Infine sarà proprio Solid Snake ad ucciderlo.

Shadow Moses[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metal Gear Solid.

Dopo la rivolta di Zanzibar Land, Snake ritorna in America del Nord e si ritira in una landa dell'Alaska, Twin Lakes, tentando di dimenticare il suo passato e curarsi da un disturbo post-traumatico da stress (PTSD) diventando un musher, ma i membri della FOXHOUND nel 2005 si riuniscono e prendono il controllo di una struttura di stoccaggio di armi nucleari nell'isola di Shadow Moses (che in realtà è un luogo di test per il Metal Gear REX) e Campbell fa chiamare di nuovo Snake. Questa volta, Snake si scontra con i nuovi membri della FOXHOUND e contro i Soldati del progetto Genoma (modificati geneticamente con il DNA di Big Boss). Durante la missione di infiltrazione nella base, Snake collabora con Meryl Silverburgh, la nipote di Campbell e con Hal "Otacon" Emmerich, progettista del REX. Il comandante della FOXHOUND si rivela essere Liquid Snake, il gemello genetico di Solid Snake, che gli racconta del progetto "Les Enfants Terribles" dopo che il Metal Gear REX è stato distrutto. Dopo aver distrutto il nuovo Metal Gear ed avendo eliminato Liquid, dopo un intenso inseguimento, Snake fugge da Shadow Moses con Meryl.

Tanker[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty.

Due uomini stanno lavorando per creare un gruppo politico anti-Metal Gear, un organismo non governativo (NGO) chiamato "Philanthropy" (Filantropia). Nel 2007, Snake e Otacon, hanno bisogno di prove fotografiche che il Corpo dei Marines stia sviluppando un Metal Gear anfibio che, grazie ad una "soffiata" anonima, si scopre essere caricato su una nave che passerà vicino alla città di New York. Mentre Snake, infiltratosi sulla nave, sta investigando, essa e il Metal Gear Ray (il nuovo modello anfibio di Metal Gear) vengono presi d'assalto da dei mercenari. Essi sono comandati da Sergei Gurlukovich, con cui collabora Revolver Ocelot. Quando riescono ad entrare in possesso del Metal Gear RAY, Revolver Ocelot tradisce Sergei Gurlukovich, lo uccide e fugge con il Metal Gear.

Plant: Big Shell[modifica | modifica wikitesto]

Quando si viene a sapere della notizia, si crede che Solid Snake sia morto durante la vicenda e il suo corpo viene sepolto (in realtà il corpo è di suo fratello, Liquid Snake). Due anni dopo, Solid Snake riappare nella "Big Shell" (sotto il falso nome di Iroquois Pliskin), ed assiste un nuovo membro della FOXHOUND, Raiden, affinché recuperi gli ostaggi e smascheri la congiura dell'ex-presidente George Sears che, verso il finale della missione, si rivela essere Solidus Snake, il terzo "figlio" di Big Boss, fratello di Solid e Liquid Snake e colui che ha ordinato ad Ocelot di rubare il Metal Gear RAY. Come leader dei Figli della Libertà (Sons of Liberty), Solidus sta tentando di scoprire ed eliminare un gruppo di persone che segretamente comandano il governo degli Stati Uniti chiamati Patriots. Ocelot rivela che tutto è stato organizzato da loro. Tutto quello che è accaduto, dall'incidente del tanker fino all'Arsenal Gear, per creare la simulazione finale, e per controllare le informazioni digitali. Alla fine della missione, Snake inizia ad investigare su chi sono i Patriots e dove sono e come Ocelot è implicato nella vicenda.

Dopo ciò, Otacon racconta a Solid Snake le informazioni sui Patriots che ha trovato. Però le persone che fanno parte dei Patriots sono morte tutte da più di 100 anni. lasciando entrambi in una confusione totale.

NOTA: L'articolo contiene solo la storia di Snake secondo i giochi canonici, ovvero la storia principale per i seguenti titoli: Metal Gear, Metal Gear 2: Solid Snake, Metal Gear Solid (e il suo remake, Metal Gear Solid: The Twin Snakes), Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty. I giochi alternativi (che non hanno a che fare con le trame stabilite da Konami e dalla Kojima Productions) sono: Snake's Revenge, Metal Gear: Ghost Babel, le "Snake Tales" di Metal Gear Solid 2: Substance, il minigioco "Serpente contro Scimmia" di Metal Gear Solid 3: Snake Eater e la serie Metal Gear Acid.

Guns of the Patriots[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots.

La storia è ambientata nel 2014 (5 anni dopo Big Shell e 9 dopo Shadow Moses). All'inizio old Snake è a bordo di un camion con un gruppo di soldati. Il gioco si apre con un monologo iniziale circa i cambiamenti della guerra ("una guerra piena di nano-macchine"). Da qui inizia il primo dei capitoli (denominati "atti") del gioco, Liquid Sun. Nel corso del primo atto del gioco, Snake reincontrerà vecchi amici, tra i quali Otacon, che gli fornirà gli armamenti necessari per la sopravvivenza in battaglia, come il MK-II (un piccolo prototipo di Metal Gear REX che farà da assistente in battaglia a Snake) e la benda oculare Solid Eye (un prezioso gadget che può fungere da binocolo e visore notturno, oltre che essere in grado di mostrare la posizione di persone, cose ed animali nelle vicinanze). Le nuove conoscenze che Snake farà nel corso del gioco sono: la nuova FOXHOUND, capitanata da Meryl Silverburgh, vecchia amica di Snake, conosciuta in Metal Gear Solid, e Drebin, un trafficante d'armi assistito da un piccolo makako amante delle bevande gassate e dell'ozio. L'obiettivo di Snake è uccidere Liquid, che ora si è impossessato del corpo di Ocelot divenendo Liquid Ocelot. Nel secondo atto del gioco, Solid Sun, Snake viene spedito in Sud America a ricercare informazioni sui Patriots e su Liquid, ma soprattutto a salvare la dottoressa Naomi Hunter, anche lei conosciuta in Metal Gear Solid. Una volta ritrovata, Snake le parla del virus che lei stessa gli aveva iniettato: il FOXDIE. Dopo aver salvato Naomi, Snake affronterà un membro delle B&B (Beauty & Beast), Laughing Octopus. Dopo averla sconfitta, Snake si troverà a riaffrontare Vamp, il Vampiro immortale dell'ex organizzazione Dead Cell, ma verrà salvato da Raiden, diventato un Cyborg dal sangue artificiale bianco (molto simile a Gray Fox). Nel terzo atto, "Twin Suns", Snake si ritroverà a viaggiare per un paese dell'Europa Orientale, per ritrovare l'ex spia doppiogiochista russa, EVA, conosciuta ora come Big Mama. Durante la missione, si scoprirà che EVA è in realtà la madre surrogata di Snake e Liquid. Snake poi scoprirà che Solidus non è morto nello scontro contro Raiden durante la storia di MGS2, ma che è diventato una parte dell'organismo dell'intelligenza artificiale dei Patriots. Dopo aver affrontato Raging Raven, una squadra di soldati americani capitanati da Meryl viene annientata dalle truppe di Liquid, che si è impadronito del Sistema della nanomacchine. Snake viene a sua volta ferito. Durante la disfatta degli americani, EVA muore a causa di una ferita procuratasi cadendo dalla moto, durante la fuga da Raging Raven. Dopo il combattimento, Otacon scopre che Liquid ha intenzione di assumere il controllo del Sistema usando il Metal Gear REX, più in particolare il suo cannone elettromagnetico. Tornato a Shadow Moses, Snake affronterà Crying Wolf, proprio nel luogo in cui affrontò Sniper Wolf nove anni prima. Una volta sconfitta, Snake, con l'aiuto di Raiden e di Otacon, sconfigge Vamp una volta per tutte e assiste alla morte di Naomi, con la quale Otacon aveva avuto un brevissimo ma intenso rapporto amoroso. Una volta riattivato il Metal Gear REX, Snake affronta Liquid, che usa il Metal Gear RAY, costruito proprio per eliminare gli altri Metal Gear, costruiti sul modello del REX. Dopo lo scontro, Snake subirà una nuova sconfitta da parte di Liquid, che quindi innalza dal mare la fortezza Outer Haven, l'antico sogno di Big Boss. Da qui inizia l'ultima missione di Snake, ovvero quella di fermare Liquid con l'aiuto di Otacon, Meryl e il suo sottoposto Akiba (alias Johnny Sasaki), Mei Ling e Raiden. Snake affronta per l'ultima volta suo fratello in un combattimento corpo a corpo e lo uccide, concludendo un'eterna rivalità. Alla fine del gioco, si vede un Solid Snake molto depresso, che tenta il suicidio davanti alla tomba dei caduti della guerra di Outer Heaven, mentre Otacon e gli altri festeggeranno il matrimonio tra Meryl ed Akiba. Snake preme il grilletto, ma subito dopo si vede che non è morto (il gioco non spiega perché è ancora vivo, probabilmente non troverà il coraggio per andare fino in fondo). Con suo sgomento, vede che accanto a lui c'è Big Boss, sopravvissuto allo scontro tra i due in Outer Heaven. Big Boss spiega al "figlio" (anche se ammette di non averlo mai considerato tale) le cause della sua "resurrezione" (il suo corpo era stato ricostruito con parti di Liquid e Solidus), e gli dice di posare per sempre le armi e vivere in pace. Snake scopre che Big Boss ha trovato, e portato, Zero, il fondatore dei Patriots. Dopo aver eutanizzato Zero, ormai in coma vegetativo, Big Boss muore davanti la tomba di The Boss. Così Snake rimane l'unico superstite della linea genetica di Big Boss. Poco dopo, Snake va a trovare Otacon, che gli chiede cos'ha intenzione di fare. Snake, oltre a decidere di smettere di fumare, sceglie di rimanere con Otacon, che sarà il suo ultimo "testimone".

Presenze[modifica | modifica wikitesto]

Presenze in Spin off[modifica | modifica wikitesto]

Altre apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel libro: Metal Gear Solid di Raymond Benson
  • Nel libro: Metal Gear Solid 2: Sons of liberty di Raymond Benson
  • Nel comic book: Metal Gear Solid di Ashley Wood e Kris Oprisko esiste anche una versione digitale del fumetto esclusiva per PSP
  • Nel comic book: Metal Gear Solid 2 di Ashley Wood e Kris Orpisko (attualmente il comic book è inedito in Italia).
  • Nel film non-profit Metal Gear Solid: Philanthropy.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]