Valsartan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Valsartan
Valsartan.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC24H29N5O3
Massa molecolare (u)435,519 g/mol
Numero CAS137862-53-4
Numero EINECS604-045-2
Codice ATCC09CA03
PubChem60846
DrugBankDB00177
SMILES
CCCCC(=O)N(CC1=CC=C(C=C1)C2=CC=CC=C2C3=NNN=N3)C(C(C)C)C(=O)O
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Orale
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P---[1]

Il valsartan è un sartano di indicazione specifica contro l'ipertensione.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

È utilizzato come medicinale in cardiologia contro lo scompenso cardiaco, ipertensione, e trattamento post infarto. L'associazione tra sacubitril e valsartan trova indicazione nel trattamento dell'insufficienza cardiaca con bassa frazione di eiezione.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Controindicata in caso di insufficienza epatica e renale, da controllare la quantità di potassio, da evitare in gravidanza e durante l'allattamento.

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

Pazienti anziani: sebbene i pazienti anziani risultino più sensibili al trattamento farmacologico, non è richiesta una riduzione del dosaggio del farmaco[2].

L'etnia afro-americana: gli antagonisti del recettore dell'angiotensina possono essere meno efficaci nel trattamento dell'ipertensione nei pazienti di razza afro-americana rispetto ai pazienti di etnia caucasica[3].

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

I sartani sono antagonisti dei recettori dell'angiotensina II e impediscono l'interazione tra tale forma di angiotensina e i recettori tissutali denominati AT1 (e anche AT2).

Il blocco dell'AT1 produce effetti simili agli ace-inibitori senza l'effetto collaterale più diffuso (la tosse).

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni degli effetti indesiderati sono ipotensione, cefalea, iponatremia, gotta, vertigini, nausea, impotenza, vomito, febbre, ipercalcemia, ipoglicemia, iperuricemia, affaticamento.

2018: il caso dei lotti ritirati contaminati da NDMA[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2018 l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA)[4] [5], assieme all'Agenzia europea l'EMA[6], hanno disposto il ritiro immediato di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan per un difetto di qualità: un'impurità - la presenza di N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come «probabilmente cancerogena»[7] - è stata riscontrata su 748 lotti di farmaci prodotti da 15 diverse aziende farmaceutiche[8] che contengono il principio attivo valsartan[9][10]. Tale impurità sono emerse durante la produzione nello stabilimento della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel distretto di Chuannan (Sichuan), in Cina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 13.07.2012
  2. ^ Sioufi A. et al., Eur. J. Drug Metab. Pharmacokinet., 1996 (Special issue), 86
  3. ^ Medical Letter, 1º maggio, 1999, Ed. It.
  4. ^ AIFA dispone il ritiro di lotti di diversi medicinali contenenti valsartan, in aifa.gov.it, 5 luglio 2018. URL consultato l'8 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2018).
  5. ^ Per impurità, sostanza cancerogena in prodotti per la pressione, in Ansa.it, 5 luglio 2018. URL consultato l'8 luglio 2018.
  6. ^ (EN) EMA reviewing medicines containing valsartan from Zhejiang Huahai following detection of an impurity, 5 luglio 2018. URL consultato l'8 luglio 2018.
  7. ^ Claudia Lasagna, NDMA (N-nitroso dimetilammina) (PDF), in fondazioneamga.org. URL consultato l'8 luglio 2018.
  8. ^ Lista delle case farmaceutiche: Valpression e Combisartan (Menarini), Valsodiur (Ibn Savio), Validroc e Pressloval (So.Se. Pharm), Valbacomp (Crinos), Valsartan Doc e Cantensio (Doc Generici), Valsartan Almus (Almus), Valsartan (Zentiva), Valsartan e Hct (Eurogenerici), Valsartan e Idroclortiazide (Pensa Pharma, Ranbaxy Italia, Teva, Doc Generici e Sandoz), Film (Sandoz), Valsartan Hctz (Tecnigen).
  9. ^ Cristina Marrone, Impurità potenzialmente cancerogena, l’Aifa ritira farmaci a base di valsartan, in Corriere.it, 6 luglio 2018. URL consultato l'8 luglio 2018.
  10. ^ Rischio sostanze cancerogene: Aifa ritira diversi farmaci con valsartan, in Repubblica.it, 5 luglio 2018. URL consultato l'8 luglio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Lusofarmaco, Farmabank 2006, Salerno, momento medico, 2005.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina