Irbesartan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Irbesartan
Irbesartan structure.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC25H28N6O
Massa molecolare (u)g/mol
Numero CAS138402-11-6
Numero EINECS604-078-2
Codice ATCC09CA04
PubChem3749
DrugBankDB01029
SMILES
CCCCC1=NC2(CCCC2)C(=O)N1CC3=CC=C(C=C3)C4=CC=CC=C4C5=NNN=N5
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Orale
Dati farmacocinetici
Emivita11 - 15 ore
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P---[1]

L' Irbesartan è un principio attivo di indicazione specifica contro l'ipertensione

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti gli antagonisti dei recettori II dell'angiotensina, l'irbesartan trova indicazione nel trattamento dell'ipertensione. Può anche rallentare la progressione della nefropatia diabetica, ed è indicato per limitare l'evoluzione delle disfunzioni renali in pazienti affetti da diabete di tipo 2, ipertensione e microalbuminuria (>30 mg/24 ore) o proteinuria (>900 mg/24 ore).

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Da controllare la quantità di potassio, da evitare in gravidanza e durante l'allattamento

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ipertensione, 150 mg al giorno (dose massima 300 mg al giorno), sconsigliato in età infantile;
  • Malattia renale, 150 mg al giorno (dose massima 300 mg al giorno), sconsigliato in età infantile.

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

I sartani sono antagonisti dei recettori dell'angiotensina II e impediscono l'interazione tra tale forma di angiotensina e i recettori tissutali denominati AT1 (e anche AT2).

Il blocco dell'AT1 produce effetti simili agli ace-inibitori senza la comparsa dell'effetto collaterale più diffuso (la tosse).

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni degli effetti indesiderati sono ipotensione, cefalea, iponatremia, gotta, vertigini, nausea, impotenza, vomito, febbre, ipercalcemia, ipoglicemia, iperuricemia, affaticamento, ipotensione, rash, tachicardia, dolore toracico, artralgia, orticaria, vasculite, epatite, dispepsia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 07.07.2011

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Lusofarmaco, Farmabank 2006, Salerno, momento medico, 2005.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina