Minoxidil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Minoxidil
Minoxidil Structural Formula V1.svg
Minoxidil-3D-balls.png
Nomi alternativi
Tricoxidil, Aloxidil
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC9H15N5O
Massa molecolare (u)209,251
Numero CAS38304-91-5
Numero EINECS253-874-2
Codice ATCC02DC01
PubChem4201
DrugBankDB00350
SMILES
C1=C([N+](=C(N=C1N2CCCCC2)N)[O-])N
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
orale, mucose
Dati farmacocinetici
MetabolismoPrevalentemente epatico
Emivita4.2 ore
Escrezionerenale
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta
pericolo
Frasi H302 - 311 - 315 - 319 - 330 - 335
Consigli P261 - 305+351+338 - 260 - 310 - 320 - 361 - 405 - 501 [1][2]

Il minoxidil è un composto chimico con formula C9H15N5O. È un farmaco usato per il trattamento dell'alopecia androgenica.[3] È un vasodilatatore antiipertensivo. Con la finasteride è attualmente l'unico farmaco approvato dalla FDA per la cura dell'alopecia androgenetica. Il suo utilizzo come antipertensivo è stato quasi del tutto abbandonato.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il minoxidil è stato sviluppato alla fine degli anni '50 dalla Upjohn Company (in seguito divenne parte della Pfizer) per curare le ulcere. Negli studi con cani, il composto non ha curato le ulcere, ma si è rivelato un potente vasodilatatore. Upjohn sintetizzò oltre 200 variazioni del composto, incluso quello sviluppato nel 1963 e chiamato minoxidil.[4] Questi studi hanno portato alla FDA ad approvare il minoxidil (con il nome commerciale "Loniten") sotto forma di compresse orali per trattare la pressione alta nel 1979.[5]

Si osservò un particolare effetto collaterale, caratterizzato da crescita di peli e capelli, l'irsutismo. Venne intrapresa così una sperimentazione con il fine di combattere l'alopecia androgenetica.

Il minoxidil è ancora assai diffuso e utilizzato, anche in combinazione con altri prodotti a uso topico e orale, per contrastare l'alopecia androgenetica, specialmente maschile: riduce o arresta la caduta dei capelli favorendo in alcuni casi la ricrescita, almeno temporanea, degli stessi.

Farmacopea[modifica | modifica wikitesto]

Il Minoxidil è conosciuto soprattutto con i nomi commerciali di Amexidil, Aloxidil, Minovital, Minoximen, Regaine, Carexidil, Tricoxidil in cui è presente, in soluzione al 2% o al 5%, insieme con quantità variabili di acqua, alcooli e glicoli. La soluzione al 5% è più efficace rispetto a quella al 2% che può essere utile solo in caso si voglia rafforzare in genere la massa del capello; viene generalmente riservata ai soli pazienti maschi. Inoltre presenta maggiore possibilità di indurre un abbassamento della pressione a causa dell'assorbimento sistemico. La posologia prevista per il trattamento topico dell'alopecia androgenetica prevede 2 applicazioni giornaliere distanziate di circa 12 ore per ottenere il massimo risultato terapeutico. Tuttavia dietro prescrizione medica sono possibili approcci che prevedono un'unica applicazione quotidiana[6]. È spesso possibile prepararlo in farmacia sotto forma di preparato galenico, secondo la monografia della Farmacopea Britannica, con notevole risparmio economico rispetto alla versione industriale.

Anche se non tutte le persone che si sottopongono a questa terapia avvertono questo effetto collaterale, vi è una percentuale in aumento di soggetti che lamentano disturbi dell'erezione e calo della libido in seguito alla sua assunzione topica. Questo disturbo generalmente scompare alla sospensione del farmaco, ma può persistere anche per alcuni mesi. L'argomento è stato ampiamente discusso da diversi esperti andrologi e urologi in ambito internazionale. Questo effetto collaterale è peraltro indicato sul foglio delle avvertenze del prodotto, insieme con: ipotensione, cefalea, battito irregolare, visione distorta, dolore locale, desquamazione, acne, transizione. Viene utilizzato anche dalle persone transgender FtM per favorire la crescita della barba.

La sperimentazione del minoxidil si basa sull'alopecia androgenetica localizzata e pertanto non sono conosciuti gli effetti del principi in pazienti affetti da alopecia androgenetica diffusa e da alopecia seborroica contratte da minorenni e da persone al di sopra dei 60 anni. Per avere qualche risultato bisogna attendere dai 3 ai 5 mesi.

Nella cura dell'AGA (alopecia androgenetica) è oggi anche utilizzato in concomitanza con la finasteride, assunta per via orale.

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

Trattamento sistemico[modifica | modifica wikitesto]

Tachicardia: a causa dell'effetto ipotensivo del minoxidil, può verificarsi la comparsa di tachicardia riflessa. La sua assunzione in alcuni casi può provocare episodi anginosi in pazienti affetti da sofferenza coronarica non diagnosticata, ipertrofia ventricolare sinistra o ischemia miocardica. Durante la terapia con minoxidil è necessario associare un farmaco che abbia azione inibitoria sul sistema nervoso simpatico (beta bloccanti, alfa-metildopa, clonidina)[7].

Versamento pericardico: la formazione di edemi associati all'assunzione di minoxidil può portare a versamento pericardico, reversibile con la sua sospensione. Controllare, inizialmente ogni 1-3 mesi poi ogni 6-12 mesi, la funzionalità renale, l'ECG e l'ecocardiogramma in caso di pazienti con rischio di versamento pericardico[8][9].

Diabete: la terapia antipertensiva in pazienti diabetici comprende l'assunzione di diuretici e beta bloccanti. Può essere associato anche minoxidil, ma si consiglia di prestare particolare cautela prima di somministrare il farmaco[10].

Pazienti in età pediatrica: minoxidil può essere impiegato nei pazienti in età pediatrica per il trattamento dell'ipertensione refrattaria ad altre terapie, ma è necessario somministrare il farmaco con cautela[11].

Trattamento topico[modifica | modifica wikitesto]

Angiogenesi: l'applicazione topica di minoxidil richiede cautela in caso di pazienti con predisposizione verso la formazione di angiomi e di pazienti HIV positivi[12].

Alopecia androgenica nella donna: in caso di alopecia androgenica in pazienti di sesso femminile, escludere anormalità endocrine (ovaio policistico, tumori surrenalici) prima di incominciare il trattamento topico con minoxidil. Se la perdita di capelli è associata ad alti livelli di androgeni, è necessaria una adeguata terapia ormonale (contraccettivi orali, antiandrogeni)[13].

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel secondo episodio della seconda stagione della serie animata I Simpsons intitolato Simpson e Dalila, il protagonista Homer Simpson utilizza una fantomatica lozione capace di far ricrescere i capelli. Il nome di questa lozione, Dimoxinil, è l'anagramma di Minoxidil.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 08.10.2012
  2. ^ British Pharmacopoeia Commission Office, Safety data sheet according to 1907/2006/EC, Article 31, Minoxidil, Identification of the substance (PDF), British Pharmacopoeia Commission Office, 29 july 2013.
  3. ^ Boots Hair Loss Treatment Regular Strength - Summary of Product Characteristics (SPC) - (eMC), su web.archive.org, 8 gennaio 2017. URL consultato il 28 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2017).
  4. ^ (EN) Douglas Martin, Guinter Kahn, Inventor of Baldness Remedy, Dies at 80, in The New York Times, 19 settembre 2014. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  5. ^ (EN) Peter Conrad, The Medicalization of Society: On the Transformation of Human Conditions into Treatable Disorders, JHU Press, 11 giugno 2007, ISBN 978-0-8018-9234-9. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  6. ^ Guida uso Minoxidil, su calviziehelp.it.
  7. ^ Sica D.A., J. Clin. Hypertens., (Greenwich), 2004, 6 (5), 283
  8. ^ Shirwany A. et al., Echocardiography, 2002, 19 (6), 513
  9. ^ Levy Y. et al., Harefuah, 1989, 116 (11), 581
  10. ^ Trost B.N. et al., Hypertension, 1985, 7 (6 Pt 2), II102
  11. ^ Puri H.C. et al., Am. J. Kidney Dis., 1983, 3 (1), 71
  12. ^ Pavlovitch J.H. et al., Lancet, 1990, 336, 889
  13. ^ Camacho-Martínez F.M., Semin. Cutan. Med. Surg., 2009, 28 (1), 19
  14. ^ Marco Malaspina, La scienza dei Simpson: guida non autorizzata all'Universo in una ciambella, Alpha Test, 2007, p. 83, ISBN 978-88-518-0092-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]