Questione d'onore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questione d'onore
Titolo originale Tit for Tat
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1935
Durata 19 min
  • 16 min (versione Sordi/Zambuto)
Colore bianco e nero (colorato)
Genere comico
Regia Charley Rogers
Soggetto Stan Laurel
Sceneggiatura Stan Laurel, Frank Tashlin
Produttore Hal Roach
Produttore esecutivo William Randall
Fotografia Art Lloyd
Montaggio Bert Jordan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1° doppiaggio (frammentato)

2° doppiaggio (integrale)

Questione d'onore (Tit for Tat) è un cortometraggio del 1935 diretto da Charley Rogers e interpretato da Stanlio e Ollio, sequel del cortometraggio Vita in campagna.

La versione del primo doppiaggio italiano Sordi/Zambuto manca di alcune scene, mentre quella più moderna di Garinei/Ariani è integrale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanlio e Ollio sono proprietari di un negozio di elettrodomestici, confinante con la drogheria di Mr. Hall, una loro vecchia conoscenza. Da buoni vicini Stanlio e Ollio si presentano al signore, che però li riconosce subito: i due sono quelli che in una precedente avventura in campagna hanno fatto ubriacare sua moglie e quindi li scaccia. Durante gli ultimi preparativi per il negozio, Ollio si trova sopra la finestra del negozio rivale per colpa di Stanlio e viene aiutato a scendere dalla moglie di Hall, il quale inizia ad ingelosirsi ed a minacciare Ollio. Costui rende pan per focaccia e la lite si sposta nei negozi di ambedue i rivali: proprio come nel precedente evento, i due protagonisti ed Hall avranno nuovamente da sfidarsi in una serie di azioni in sequenza "occhio per occhio, dente per dente", fino a quando un poliziotto salva la situazione e convince Hall a riappacificarsi con Stanlio e Ollio. Al ritorno, trovano il negozio completamente svaligiato da un ometto che entrava ed usciva a suo piacimento, durante la sfida.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata interamente realizzata negli Hal Roach Studios di Culver City, California.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato ben valutato dalla critica, come una delle comiche sonore più divertenti, con la trama che riprende le vecchie gag slapstick del muto, riadattate in un contesto borghese e raffinato, sviluppatosi nelle trame delle commedie anni '30.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema