Mariano Asaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mariano Asaro (Castellammare del Golfo, 1950) è un mafioso italiano.

Inserito nell'elenco dei trenta latitanti più pericolosi d'Italia e arrestato il 18 aprile 1997[1] dopo una lunga ricerca[2], era soprannominato "l'americano"[3] per il suo presunto ruolo di collegamento con Cosa nostra statunitense[4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Odontotecnico. Era latitante dal marzo del 1994, sfuggito agli arresti operati dai Carabinieri di Trapani nell'ambito dell'"operazione Petrov".

Il suo nome, insieme a quello di altri mafiosi della provincia di Trapani, fra i quali quello di Mariano Agate[5], fu scoperto nell'elenco degli iscritti alla loggia massonica "Iside 2"[3][4][5]. Accusato della strage di Pizzolungo[4] e assolto in tutti e tre i gradi di giudizio[6], fu invece condannato definitivamente per porto abusivo d'armi[2] e in appello per associazione a delinquere di stampo mafioso[7][8][9]. Secondo il collaboratore di giustizia Rosario Spatola era considerato un esperto di esplosivi dagli altri esponenti di Cosa nostra, che si sarebbero rivolti a lui più volte per "consulenze" sull'argomento[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA, in AdnKronos, 18 aprile 1997. URL consultato il 14 luglio 2012.
  2. ^ a b Torna in carcere Asaro boss del Trapanese, in La Repubblica, edizione Palermo, 11 febbraio 2004, p. 6. URL consultato il 14 luglio 2012.
  3. ^ a b Umberto Rosso, Stragi: c'è un killer con tessera massonica, in La Repubblica, 22 agosto 1992, p. 2. URL consultato il 14 luglio 2012.
  4. ^ a b c d Angelo Vecchio, con la collaborazione di Andrea Cottone, La mafia dalla A alla Z - Piccola enciclopedia di Cosa nostra, Palermo, Novantacento, 2012, pagina 20, ISBN 978-88-96499-30-6.
  5. ^ a b Attilio Bolzoni, Cento nomi eccellenti in una loggia segreta scoperta a Trapani, in La Repubblica, 3 dicembre 1986, p. 15. URL consultato il 14 luglio 2012.
  6. ^ Luciano Mirone, Gli insabbiati: storie di giornalisti uccisi dalla mafia e sepolti dall'indifferenza, Roma, Castelvecchi, 1999, pagina 280, ISBN 978-88-8210-116-9. URL consultato il 14 luglio 2012.
  7. ^ Rino Giacalone, Betòn, cinque condanne (PDF), in La Sicilia (Catania), 25 marzo 2009. URL consultato il 14 luglio 2012.
  8. ^ Maria Loi, Trapani, cinque condanne per l'affare del cemento, 25 marzo 2009. URL consultato il 14 luglio 2012.
  9. ^ MCL, Mafia, confermata in appello la pena per Mariano Asaro (PDF), in Giornale di Sicilia (Palermo), 21 maggio 2010. URL consultato il 14 luglio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie