Provincia di Agrigento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nuovo ente, vedi Libero consorzio comunale di Agrigento.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la divisione amministrativa del Regno delle Due Sicilie, vedi Provincia di Girgenti (Regno delle Due Sicilie).
Provincia di Agrigento
ex provincia regionale
Provincia regionale di Agrigento
Provincia di Agrigento – Stemma Provincia di Agrigento – Bandiera
Provincia di Agrigento – Veduta
Il tempio della Concordia di Agrigento, uno dei monumenti-simbolo del libero consorzio.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Amministrazione
CapoluogoAgrigento
Data di istituzione1º gennaio 1818
Data di soppressione7 agosto 2015
Territorio
Coordinate
del capoluogo
37°19′18″N 13°35′22″E / 37.321667°N 13.589444°E37.321667; 13.589444 (Provincia di Agrigento)Coordinate: 37°19′18″N 13°35′22″E / 37.321667°N 13.589444°E37.321667; 13.589444 (Provincia di Agrigento)
Superficie3 052,59 km²
Abitanti443 107[1] (30-6-2016)
Densità145,16 ab./km²
Comuni43 comuni
Province confinantiTrapani, Palermo, Caltanissetta
Altre informazioni
Cod. postale92100 Agrigento, 92010-92029 provincia
Prefisso0922, 0925
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT084
TargaAG
PIL procapite(nominale) 15.548 €
Cartografia
Provincia di Agrigento – Localizzazione
Provincia di Agrigento – Mappa
Il territorio della provincia di Agrigento
Sito istituzionale

La provincia di Agrigento, successivamente provincia regionale di Agrigento (fino al 1929 provincia di Girgenti, pruvincia di Girgenti in siciliano), è stata una provincia italiana della Sicilia. Si estendeva su una superficie di 3 052,59km² e comprendeva 43 comuni.

In ottemperanza alla legge regionale del 24 marzo 2014, n. 8, recante il titolo “Istituzione dei liberi Consorzi comunali e delle Città metropolitane” [2] e disciplinata poi con la successiva legge regionale n. 15 del 4 agosto 2015, "Disposizioni in materia di liberi Consorzi comunali e Città metropolitane"[3], la provincia regionale di Agrigento è stata sostituita dal libero consorzio comunale di Agrigento[4].

Confinava ad ovest con la provincia di Trapani, a nord con la provincia di Palermo, ad est con il provincia di Caltanissetta, a sud si affacciava sul Canale di Sicilia.

Si estendeva, da est a ovest, dal mare di Licata alle spiagge di Menfi, in prossimità delle rovine greche di Selinunte; da nord a sud si estendeva dalla catena montuosa dei Sicani al canale di Sicilia; un suo lembo di terra, corrispondente all'arcipelago delle Pelagie (Lampedusa, Linosa e Lampione), appartiene geologicamente al continente africano.

Il suo territorio coincideva perfettamente con quello dell'arcidiocesi di Agrigento, la più vasta diocesi cattolica siciliana per estensione[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1861 i preesistenti distretti di Girgenti, Bivona e Sciacca furono trasformati in circondari. Nel 1927 i circondari vennero aboliti in tutto il regno. Lo stesso anno la città di Girgenti mutò denominazione in Agrigento, e conseguentemente anche la provincia.

Con lo Statuto speciale siciliano del 1946 furono soppresse le provincie siciliane. Furono ricostituite nel 1963, recependo la normativa nazionale e furono trasformate in "provincie regionali" nel 1986[6].

Il 28 marzo 2014 fu prevista la soppressione delle 9 provincie regionali, sostituite da nove "Liberi Consorzio comunali " e 3 aree metropolitane in seguito all'entrata in vigore della legge approvata dall'Assemblea Regionale Siciliana il 12 marzo 2014[7]. Un'ulteriore legge regionale disciplinerà compiti e funzioni di questi nuovi enti, mentre ogni provincia è, nel frattempo, retta da un commissario straordinario nominato dalla giunta regionale.[8].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Occupazione[modifica | modifica wikitesto]

Con un reddito pro-capite medio dichiarato di circa 15.000 euro annui, Agrigento risultava nel 2017 la terz'ultima provincia più povera in Italia[9].

Questo numero trova riscontro in una quota del 2,9% di nativi iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (0,074 mln nel 2016[10], pari a sua volta a circa il 10% della popolazione residente, facendo di Agrigento uno dei 25 comuni italiani col maggior tasso di emigrazione, ed in particolare il primo nella regione siciliana[9]. Nel 2019, la percentuale di NEET fra gli under-30 rimane intorno al 40%[11], rispetto ad una media nazionale del 26%.

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Appartenevano alla provincia di Agrigento i seguenti 43 comuni:

Gonfalone provinciale
# Comune Popolazione al 31 maggio 2011
(ab)
1 Agrigento 59190
2 Alessandria della Rocca 3101
3 Aragona 9607
4 Bivona 3938
5 Burgio 2812
6 Calamonaci 1388
7 Caltabellotta 3953
8 Camastra 2059
9 Cammarata 6430
10 Campobello di Licata 10303
11 Canicattì 35118
12 Casteltermini 8475
13 Castrofilippo 3028
14 Cattolica Eraclea 3969
15 Cianciana 3525
16 Comitini 950
17 Favara 33832
18 Grotte 5898
19 Joppolo Giancaxio 1245
20 Lampedusa e Linosa 6297
21 Licata 39041
22 Lucca Sicula 1901
23 Menfi 12805
24 Montallegro 2546
25 Montevago 3047
26 Naro 8200
27 Palma di Montechiaro 24033
28 Porto Empedocle 17338
29 Racalmuto 8976
30 Raffadali 12909
31 Ravanusa 12706
32 Realmonte 4563
33 Ribera 19579
34 Sambuca di Sicilia 6175
35 San Biagio Platani 3540
36 San Giovanni Gemini 8183
37 Santa Elisabetta 2762
38 Santa Margherita di Belice 6624
39 Sant'Angelo Muxaro 1492
40 Santo Stefano Quisquina 4942
41 Sciacca 41105
42 Siculiana 4579
43 Villafranca Sicula 1430
# TOTALE 453.594

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://demo.istat.it/bilmens2016gen/index02.html
  2. ^ http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/04/26/14R00164/s3
  3. ^ (PDF) Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana - 7 agosto 2015
  4. ^ Approvata la legge sui Liberi Consorzi e Città Metropolitane, su riformaprovince.formez.it. URL consultato il 25 novembre 2015.
  5. ^ Arcidiocesi di Agrigento - Cenni storici, su agrigento.chiesacattolica.it. URL consultato il 27 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2011).
  6. ^ Le funzioni delle Province Regionali siciliane » U.R.P.S
  7. ^ dalla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana
  8. ^ Cosa cambia con i Liberi Consorzi Comunali - Sicilia - ANSA.it
  9. ^ a b V. Landri, Giovani periferici (PDF), su Caritas Italiana, Agrigento, 11. URL consultato il 9 marzo 2019 (archiviato il 9 marzo 2019).
  10. ^ Rilevazione AIRE 2016, su cs.interno.gov.it, 20 ottobre 2016. URL consultato il 9 marzo 2019 (archiviato il 9 marzo 2019).
  11. ^ Sicilia maglia nera in Europa per numero giovani neet, su gds.it. URL consultato il 9 marzo 2019 (archiviato il 9 marzo 2019).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247784116 · LCCN (ENn82005893 · GND (DE4309133-7 · WorldCat Identities (ENn82-005893