Montevago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montevago
comune
Montevago – Stemma Montevago – Bandiera
Montevago – Veduta
Panorama di Montevago
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
ProvinciaProvincia di Agrigento-Stemma.png Agrigento
Amministrazione
SindacoMargherita La Rocca Ruvolo (lista civica) dal 5-5-2016
Territorio
Coordinate37°42′12″N 12°59′12″E / 37.703333°N 12.986667°E37.703333; 12.986667 (Montevago)Coordinate: 37°42′12″N 12°59′12″E / 37.703333°N 12.986667°E37.703333; 12.986667 (Montevago)
Altitudine380 m s.l.m.
Superficie32,91 km²
Abitanti2 953[1] (30-11-2017)
Densità89,73 ab./km²
Comuni confinantiCastelvetrano (TP), Menfi, Partanna (TP), Salaparuta (TP), Santa Margherita di Belice
Altre informazioni
Cod. postale92010
Prefisso0925
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT084025
Cod. catastaleF655
TargaAG
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Cl. climaticazona C, 1 189 GG[2]
Nome abitantimontevaghesi
PatronoSS.Pietro e Paolo
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montevago
Montevago
Montevago – Mappa
Posizione del comune di Montevago nella provincia di Agrigento
Sito istituzionale

Montevago (Muntivau in siciliano) è un comune italiano di 2 953 abitanti[1] della provincia di Agrigento, in Sicilia conosciuto per la sorgente di acqua sulfurea che ha dato origine alle Terme Acqua Pia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questa zona è stata, sin dal periodo più remoto, luogo di insediamenti umani testimoniati dai numerosi ritrovamenti di materiale archeologico.

La battaglia sul fiume Crimiso (339 a.C. ) - combattuta tra l'esercito greco guidato da Timoleonte e quello punico sotto la guida di Amilcare ed Asdrubale - narrata da Plutarco e Diodoro, sembra potersi localizzare sull'attuale ramo sinistro del Belice.

Infatti, l'ipotesi è supportata sia dalla configurazione della zona, nonché dalla descrizione ricavata dalle fonti storiche.

Inoltre, dal pianoro di Montevago, dove probabilmente si era accampato Timoleonte, la valle del fiume poteva essere facilmente raggiunta. In contrada Saccafena vi è un dosso collinare, chiamato "coddu di lu Grecu", da cui poter facilmente controllare la vallata, osservatorio di Timoleonte durante la battaglia del Crimiso.

Per localizzazione della battaglia è importante rilevare che nella contrada "serra di li fossa" sono state rinvenute numerose tombe con scheletri e relativo corredo funerario tipico dei guerrieri.

Nel 827 d.C. l'esercito musulmano, guidati da Asad, sbarcò in Sicilia e si scontrò con l'esercito bizantino, guidato dal generale Palata, sconfiggendolo.

Dopo i musulmani, nella zona sono sorti casali e villaggi, di cui rimangono citazioni nei documenti del periodo normanno con riferimenti a nuclei urbani;

tra questi si ricorda "Rabl Al-Balat" nei pressi della località Calatrasi, il casale Belich e Mazil Sindi detto successivamente Miserindino che darà il nome, sin dal XIV secolo, all'omonima baronia.

La storia di Montevago nasce con il suo fondatore Don Rutilio Xirotta e vanta tra le sue figure di maggiore spicco, il Cardinale Pietro Gravina.

Lo stesso Cardinale volle la costruzione della monumentale Chiesa Madre, poi distrutta dal terremoto nel gennaio 1968.

cascatelle idromassaggio all'interno delle Terme Acqua Pia

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
7 febbraio 1988 22 maggio 1990 Biagio Migliore Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
22 maggio 1990 13 gennaio 1992 Giovanni Bavetta Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
13 gennaio 1992 7 giugno 1993 Calogero Migliore Democrazia Cristiana Sindaco [4]
12 giugno 1993 10 febbraio 1994 Bernardo Triolo Partito Democratico della Sinistra Sindaco [4]
27 giugno 1994 25 maggio 1998 Girolamo Barrile - Sindaco [4]
25 maggio 1998 25 luglio 2000 Domenico Barrile Partito Democratico della Sinistra Sindaco [4]
25 luglio 2000 27 novembre 2000 Paolo Barone Comm. straordinario [4]
27 novembre 2000 13 giugno 2006 Calogero Impastato lista civica Sindaco [4]
13 giugno 2006 31 maggio 2011 Antonino Barrile Democratici di Sinistra Sindaco [4]
31 maggio 2011 5 giugno 2016 Calogero Impastato Sindaco [4]
5 giugno 2016 in carica Margherita La Rocca Ruvolo lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Montevago fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.2 (Colline del Carboj)[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/
  5. ^ GURS Parte I n. 43 del 2008, su gurs.regione.sicilia.it. URL consultato il 24 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN154926891 · GND (DE4729136-9
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia