Villafranca Sicula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villafranca Sicula
comune
Villafranca Sicula – Stemma Villafranca Sicula – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Libero consorzio comunaleProvincia di Agrigento-Stemma.png Agrigento
Amministrazione
SindacoGaetano Bruccoleri (lista civica) dal 26 Giugno 2022
Territorio
Coordinate37°35′21″N 13°17′24″E / 37.589167°N 13.29°E37.589167; 13.29
Altitudine326 m s.l.m.
Superficie17,63 km²
Abitanti1 342[1] (31-12-2021)
Densità76,12 ab./km²
Comuni confinantiBurgio, Calamonaci, Caltabellotta, Lucca Sicula
Altre informazioni
Cod. postale92020
Prefisso0925
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT084043
Cod. catastaleL944
TargaAG
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Nome abitantivillafranchesi
PatronoMaria SS. del Mirto
Giorno festivo31 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villafranca Sicula
Villafranca Sicula
Villafranca Sicula – Mappa
Posizione del comune di Villafranca Sicula nel libero consorzio comunale di Agrigento
Sito istituzionale

Villafranca Sicula (Villafranca in siciliano) è un comune italiano di 1 342 abitanti[1] del libero consorzio comunale di Agrigento in Sicilia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Villafranca, adagiata sul colle San Calogero a circa 380 m s.l.m. fu fondata il 27 settembre 1499 dal principe Antonio Alliata grazie alla "licentia populandi" rilasciata dal vicerè Giovanni La Nuzza.

Si pensa che il nome di Viliafranca sia stato dato o per via del fatto che alla popolazione insediatasi nel nuovo borgo furono concesse numerose franchigie, oppure perché il tecnico incaricato dalla famiglia Alliata per la scelta del luogo dove far sorgere il centro abitato si chiamava Calcerano Viliafranca. Il borgo, venne subito abitato da una colonia di operai provenienti da Salaparuta, precedentemente fondato dalla famiglia Alliata. Gli odierni beni storici ed artistici, che il paese conserva ancora intatti sono frutto della magnanimità e dell’amore per l’arte della famiglia Alliata. Il paese presentava, allora, un centro storico con un forte nucleo cinquecentesco, arricchito in seguito da peculiarità barocche.

La festa patronale è il 31 Maggio, giorno dedicato a Maria SS. Del Mirto in conclusione del mese Mariano.

La festa principale del paese, però, si celebra la 1º settimana di Agosto con il quadro del quadro miracoloso della Madonna del Mirto, e i simulacri di San Michele Arcangelo e San Giovanni Battista.

Il patrono principale di Villafranca, da maggio 2020, non è più Sant’Eucarpio Martire, ma la Beata Maria Vergine sotto il titolo “del mirto”, (chiamata da tutti i Villafranchesi e non "Madonna del Mirto") una decisione presa dal tutto il popolo, parroco e sindaco del paese e resa ufficiale dall’ Arcivescovo Francesco card. Montenegro.

Sant’Eucarpio, rimane comunque, patrono secondario del paese.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Villafranca Sicula è stato riconosciuto con decreto del capo del governo del 16 luglio 1936.[3]

«D'oro, a quattro pali di nero, alla gemella in fascia di rosso, attraversante. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone, concesso con D.P.R. del 18 luglio 2006, è costituito da un drappo partito di rosso e di giallo.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello dei principi Alliata, XVI secolo.
  • Casina

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Qualità della vita[modifica | modifica wikitesto]

  • Comune Riciclone 2011 - Comuni Ricicloni per il legno: un importante riconoscimento che premia Villafranca Sicula come primo comune del sud Italia per il riciclo del legno[6].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Agricoltura[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Arancia di Ribera.

Il territorio villafranchese è compreso nella zona di produzione dell'Arancia di Ribera D.O.P.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il Comune è interessato dalla Strada Statale 386 e dalla Strada Provinciale 47.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.


Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
4 giugno 1985 22 maggio 1990 Calogero Girgenti Partito Comunista Italiano Sindaco [7]
22 maggio 1990 3 agosto 1993 Calogero Girgenti Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [7]
1º settembre 1993 22 novembre 1993 Luigi Miceli Comm. regionale [7]
27 novembre 1993 1º dicembre 1997 Rosario Maria Sortino - Sindaco [7]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Rosario Maria Sortino centro-destra Sindaco [7]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Pino Luigi Trafficanti centro-destra Sindaco [7]
15 maggio 2007 8 maggio 2012 Salvatore Di Salvo Unione di Centro Sindaco [7]
8 maggio 2012 26 giugno 2022 Domenico Balsamo Sindaco [7]
26 giugno 2022 in carica Gaetano Bruccoleri Sindaco [7]


Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Villafranca Sicula fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.2 (Colline del Carboj)[8][9][10] e Unione dei Comuni Alto Verdura e Gebbia[11][12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT, 14 marzo 2022. URL consultato il 17 marzo 2022.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Villafranca Sicula - Decreto 1936-07-16 DCG. Riconoscimento di stemma, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 17 settembre 2021.
  4. ^ Villafranca Sicula (Agrigento) D.P.R. 18.07.2006 concessione di gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato l'11 agosto 2022.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Dossier comuni ricicloni 2011
  7. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/
  8. ^ Assieme ai comuni di Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Lucca Sicula, Montevago, Sambuca di Sicilia e Santa Margherita di Belice.
  9. ^ (PDF) Regione Agraria 2 (PDF), su agenziaterritorio.it. URL consultato il 14-11-2009 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2009).
  10. ^ GURS Parte I n. 43 del 2008, su gurs.regione.sicilia.it. URL consultato il 24-07-2011.
  11. ^ Assieme ai comuni di Burgio, Calamonaci e Lucca Sicula.
  12. ^ Sito ufficiale dell'Unione dei Comuni Alto Verdura e Gebbia, su unionecomunialtoverduragebbia.it. URL consultato il 26-11-2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale del Comune di Villafranca Sicula.

Controllo di autoritàVIAF (EN312778405 · LCCN (ENn2005037798 · GND (DE4838968-7 · J9U (ENHE987007487025705171
  Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia