Eddie Marsan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Edward Maurice Charles Marsan, conosciuto come Eddie Marsan (Londra, 9 giugno 1968), è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marsan è nato a Stepney, Londra, da una famiglia di operai; il padre lavorava come camionista, la madre in una scuola. È cresciuto a Bethnal Green e inizialmente ha seguito un apprendistato per diventare tipografo, prima di iniziare la carriera teatrale e televisiva. Si è laureato nel 1991 alla Mountview Academy of Theatre Arts.

Carriera televisiva[modifica | modifica wikitesto]

La prima apparizione televisiva di Marsan è avvenuta nel 1992, nella serie televisiva The Piglet Files. Ha poi avuto una parte in Game On, un'altra serie TV britannica, dove interpretava un ladro di banche. Ha avuto anche ruoli in Casualty, The Bill, Kavanagh QC, Grange Hill, Silent Witness, Ultimate Force e in film per la televisione come L'incantesimo del manoscritto (2001) e La rivincita di una moglie (2004).

Film[modifica | modifica wikitesto]

L'attore ha lavorato anche in diversi film, alcuni statunitensi; fra i più recenti Hancock con Will Smith e Sherlock Holmes. Altri film sono Gangs of New York, 21 grammi, The Illusionist - L'illusionista, V per Vendetta, Gangster No. 1, Miami Vice, Mission: Impossible III, I Want Candy, Il segreto di Vera Drake, La felicità porta fortuna - Happy-Go-Lucky, Heartless e La fine del mondo. Recita come attore protagonista nel film Still Life di Uberto Pasolini, debutto in ruolo di primo piano dopo una lunga gavetta in parti minori.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è stato sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Caciagli, Still life di Uberto Pasolini, su ecodelnulla.it, 30 dicembre 2013. URL consultato il 4 giugno 2019 (archiviato il 4 giugno 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96942183 · ISNI (EN0000 0001 1953 270X · LCCN (ENno2005082768 · GND (DE1011431327 · BNF (FRcb16037707n (data) · WorldCat Identities (ENno2005-082768