Detective Conan: Il mago del cielo d'argento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Detective Conan: Il mago del cielo d'argento
Il mago del cielo d'argento.png
Conan e Kaito Kid
Titolo originale名探偵コナン 銀翼の奇術師(マジシャン)
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno2004
Durata107 min
Genereanimazione, giallo
RegiaYasuichirō Yamamoto
SceneggiaturaKazunari Kōchi
ProduttoreMichihiko Suwa, Masahito Yoshioka
Casa di produzioneTMS Entertainment, Shogakukan, Yomiuri TV, Nippon Television
Distribuzione: Toho
Distribuzione in italianoMediaset
FotografiaTakashi Nomura
MusicheKatsuo Ōno
StoryboardYasuichirō Yamamoto, Masaharu Okuwaki, Akira Nishimori
Art directorYukihiro Shibutani
Character designMasatomo Sudō
AnimatoriMasatomo Sudō
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Detective Conan: Il mago del cielo d'argento (名探偵コナン 銀翼の奇術師(マジシャン) Meitantei Konan - Gin'yoku no majishan?, lett. "Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento"), conosciuto anche con il titolo internazionale Detective Conan: Magician of the Silver Sky, è l'ottavo lungometraggio d'animazione dedicato alla serie anime Detective Conan, uscito in Giappone il 17 aprile 2004.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ex hostess Juri Maki, diventata una famosa attrice teatrale, ha ricevuto una lettera di avviso da Kaito Kid (chiamato "Ladro Kid" nel doppiaggio italiano), il quale dichiara di volerle rubare lo "Zaffiro del destino", uno splendido anello con pietra preziosa che indossa sempre quando è in scena. Maki, che deve interpretare il ruolo di Joséphine de Beauharnais, la moglie di Napoleone Bonaparte, affida l'incarico di proteggere il suo gioiello a Kogoro, il quale è convinto che il furto debba avvenire la sera stessa, durante l'ultima rappresentazione.

Kogoro si presenta al teatro Sora dove è prevista la rappresentazione teatrale di Juri per scortarla insieme ai suoi amici: Conan, Ran, Sonoko, Agasa, Ai e i Detective Boys. Conan ha subito modo di scoprire la presenza di Kid, non ancora incastrato dal piccolo detective, che si introduce nel teatro e tenta di nascondersi dietro vari travestimenti, come quello dello stesso Shinichi, il quale si è offerto di collaborare con la polizia. Il ragazzino, che non allenta la guardia, affronta Kid e riesce a metterlo in fuga.

Il furto sembra essere stato sventato e, per festeggiare al termine della rappresentazione teatrale, il giorno dopo Maki invita i colleghi, Kogoro, Conan e gli altri a partire con lei a bordo del volo di linea SKY-J 865, il suo jet privato dove in passato aveva lavorato come hostess, preso all'aeroporto di Haneda, per andare a trascorrere una vacanza nel suo cottage a Hakodate. È proprio sull'aereo in volo che Conan scopre il vero piano di Kid, ma accade qualcosa di imprevedibile che ostacola il furto.

Durante il viaggio, la donna viene avvelenata e muore. Conan scopre che la colpevole è l'assistente personale della vittima, ma accidentalmente addormenta Eri Kisaki al posto di Kogoro, riuscendo comunque a risolvere il caso. Si scopre che il veleno usato è cianuro di potassio e, siccome la vittima era entrata in contatto con i due piloti dell'aereo, questi finiscono in coma, ma per fortuna non muoiono. A questo punto, Conan prende in mano la situazione e pilota l'aereo con un ragazzo di nome Isao Shinjo, sotto il quale si cela Kaito Kid. Il ladro lo informa che ha rinunciato al furto, dopo aver scoperto che l'anello è solo un'imitazione per attirare di più il pubblico alle rappresentazioni teatrali.

Prima dell'atterraggio di fortuna, Kid riesce a scappare e, dopo il disastro sfiorato per un pelo, Conan chiama Ran con la voce di Shinichi, anche se lei pensa di aver parlato con Kid, soprattutto perché gli ha rivelato di essere innamorata di lui.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Colonne sonore di Detective Conan.

Il musicista Katsuo Ōno ha composto quaranta nuove tracce, utilizzate poi anche nella serie televisiva. La sigla finale è Dream×Dream, di Rina Aiuchi.

Versione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il film è stato solo trasmesso in televisione, in una versione intera e in una divisa in cinque parti da venti minuti circa, entrambe senza censure video e con lo stesso doppiaggio non censurato.

La versione intera è stata trasmessa per la prima volta su Hiro il 12 ottobre 2009 e replicata per la prima volta in chiaro il 7 novembre 2012 su Italia 2. Questa versione mantiene la sigla finale originale con le relative immagini e l'introduzione che riassume l'inizio della storia del manga, presente in ogni film seppur con qualche differenza. L'epilogo è dopo la sigla finale come in originale. Alla trasmissione su Italia 2, finora l'unica in chiaro per questa versione, la sigla finale aveva l'audio delle parole abbassato, facendo sentire quasi solo la musica.

La versione divisa in parti è stata trasmessa su Italia 2 dal 17 al 21 luglio 2012 (prima visione in chiaro del film). Per questa versione è stata utilizzata come sigla sia iniziale che finale di ogni parte la prima sigla italiana della serie televisiva, Detective Conan di Giorgio Vanni, con le immagini della sigla di apertura dell'episodio speciale 479, in cui sono presenti quindi anche alcuni personaggi comparsi solo in quell'episodio. Per la prima parte della sigla finale, le immagini sono spostate sulla destra e i titoli internazionali in inglese scorrono su sfondo nero sulla parte sinistra dello schermo. La versione divisa in parti è priva dell'introduzione e ha l'epilogo collocato prima della sigla finale anziché dopo.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato 2 miliardi e 800 milioni yen, ovvero circa 19 milioni di euro, classificandosi al sesto posto dei film giapponesi con il maggior incasso in patria nel 2004.[2]

Home video[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone il film è stato pubblicato in DVD da Universal Music Japan il 15 dicembre 2004[3] e in VHS da Shogakukan il 6 aprile 2005.[4] Dopodiché, il film è stato pubblicato da Being con l'etichetta B-vision in Blu-ray Disc il 24 dicembre 2010[5] e in una nuova edizione in DVD il 25 febbraio 2011.[6] È l'ultimo film di Detective Conan uscito in VHS. In Italia non è mai stato pubblicato per l'home video.

Versione a fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Con i fotogrammi del film è stato prodotto un anime comic in due volumi dal titolo Gekijōban Meitantei Conan - Gin'yoku no magician (劇場版 名探偵コナン 銀翼の奇術師(マジシャン) Gekijōban Meitantei Konan - Gin'yoku no majishan?, "Detective Conan - Il film - Il mago dalle ali d'argento"). La "prima parte" ( ?) è stata pubblicata da Shogakukan il 18 novembre 2004[7] (ISBN 4-09-127753-5), la "seconda parte" ( ge?) il 17 dicembre dello stesso anno[8] (ISBN 4-09-127754-3). Un'edizione in volume unico è stata poi pubblicata sempre da Shogakukan il 15 aprile 2006[9] (ISBN 4-09-120515-1).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento, su allcinema.net. URL consultato il 25 settembre 2010.
  2. ^ (JA) Film con il maggior incasso nel 2004, su eiren.org. URL consultato il 13 maggio 2008.
  3. ^ (JA) Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento [DVD], su amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  4. ^ (JA) Videocassetta - Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento, su conan.aga-search.com. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  5. ^ (JA) Film - Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento (Blu-ray), su amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  6. ^ (JA) Film - Detective Conan - Il mago dalle ali d'argento [DVD], su amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  7. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago delle ali d'argento - Prima parte, su skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 21 febbraio 2010.
  8. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago delle ali d'argento - Seconda parte, su skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 21 febbraio 2010.
  9. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago dalle ali d'argento, su skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 22 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]