Conte di Oxford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coronet of a British Earl.svg
Conte di Oxford
Parìa Parìa d'Inghilterra
Data di creazione 1066(prima creazione)
1141 (seconda creazione)
1711 (terza creazione)
1925 (fourth creation)
Creato da Edgardo Atheling(prima creazione)
imperatrice Matilde (seconda creazione)
Anna (terza creazione)
Giorgio V (quarta creazione)
Primo detentore Edgardo Atheling

Il titolo di conte di Oxford è un titolo inattivo fra parìa d'Inghilterra, creato per la prima volta da Edgardo Atheling e detenuto da egli stesso dal 1066 al 1068, ed in seguito offerto ad Aubrey III de Vere dall'[Matilde d'Inghilterra (1102-1167)|imperatrice Matilde]] nel 1141, una delle quattro contee che poteva scegliere se il Cambridgeshire fosse occupato dal re di Scozia. All'accettazione di Aubrey, il titolo sarbbe stato detenuto dalla famiglia De Vere per più di cinque secoli e mezzo fino alla morte del XX conte nel 1703. I de Vere furono anche detentori ereditari dell'ufficio del Master Chamberlain of England dal 1133 fino alla morte del XVIII conte nel 1625. I conti di Oxford non detennero titoli sussidiari, e così i loro eredi apparenti furono designati con titolo di cortesia inventati: inizialmente Lord Vere, e successivamente Visconte Bolebec (qualche volta scritto Visconte Bulbeck).

La loro sede principale fu il castello di Hedingham nell'Essex, ma possedevano terre nell'Inghilterra meridionale e nelle Midlands, in particolare nell'Inghilterra orientale. La contea attuale era chiamata 'Oxenford' almeno fino alla fine del XVII secolo. Le fonti medievali si riferiscono pertanto a 'mu lord of Oxenford' quando parlava del conte.

Detentori del titolo[modifica | modifica wikitesto]

Prima creazione (1066)[modifica | modifica wikitesto]

Seconda creazione (1141)[modifica | modifica wikitesto]

Conti di Oxford e conte Mortimer (1711)[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo di conte di Oxford e conte Mortimer fu creato fra i parìa di Gran Bretagna per Robert Harley nel 1711. Si estinse nel 1853.

Conti di Oxford e Asquith (1925)[modifica | modifica wikitesto]

1leftarrow blue.svgVoce principale: Conte di Oxford e Asquith.

Dopo l'estinzione dei conti di Oxford e conti Mortimer, Asquith era desideroso di scegliere "conte di Oxford" come proprio titolo. Poiché una contea era allora tradizionale per un ex Primo Ministro, e Asquith aveva un numero di connessioni con la città di Oxford, sembrava una scelta logica e aveva il sostegno del re La proposta, tuttavia, offese fortemente i parenti della contea inattiva, e, di fronte alla loro opposizione, doveva essere scelto un altro titolo – "conte di Oxford e Asquith".

Approfondimenti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]