Conte Russell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conte Russell
Corona araldica
Stemma
ParìaParìa del Regno Unito
Data di creazione1861
Creato daVittoria del Regno Unito
Primo detentoreJohn Russell, I conte Russell
Attuale detentoreJohn Francis Russell, VII conte Russell
Trasmissioneal primogenito maschio
Predicato d'onoreRight Honourable

Conte Russell è un titolo nobiliare inglese nella Parìa del Regno Unito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

John Russell, I conte Russell

Il titolo venne creato il 30 luglio 1861 per il politico liberale Lord John Russell, figlio terzogenito di John Russell, VI duca di Bedford, il quale fu Home Secretary dal 1835 al 1839, Segretario degli Esteri dal 1852 al 1853 e dal 1859 al 1865 nonché Primo Ministro del Regno Unito dal 1846 al 1852 e dal 1865 al 1866. Oltre alla contea, ricevette contemporaneamente anche il titolo di Visconte Amberley, di Amberley nella contea di Gloucester e di Ardsalla nella contea di Meath.

Il I conte venne succeduto dal nipote, il II conte, dal momento che suo figlio John Russell, visconte Amberley gli era premorto. Questi fu uno dei pari che aderirono al Partito Laburista ed ebbe incarichi sotto il primo ministro Ramsay Macdonald come Sottosegretario di Stato per l'India dal 1929 al 1931. Morendo senza eredi, venne succeduto nel 1931 dal fratello minore, il III conte, famoso filosofo e Premio Nobel, Bertrand Russell. Quando questi morì nel 1970, suo figlio primogenito il IV conte ottenne il titolo sino a quando non morì lasciandolo al fratellastro, il V conte, nel 1987. Quest'ultimo fu un noto storico della storia inglese del XVII secolo nonché parlamentare nelle file dei liberal democratici nella camera dei lords, risultando eletto nel 1999 anche dopo il passaggio dell'House of Lords Act 1999. Attualmente i titoli sono detenuti dal figlio minore di quest'ultimo, il VII conte, succeduto al fratello nel 2014.

Conti Russell (1861)[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente non vi sono eredi per la contea dal momento che il VII conte ha due figlie ma nessun figlio maschio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kidd, Charles, Williamson, David (editors). Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition). New York: St Martin's Press, 1990.