Conte di Lindsey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Robert Bertie,
I conte di Lindsey.

Conte di Lindsey è un titolo ereditario della nobiltà inglese della Parìa inglese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo fu creato nel 1626 per il XIV barone Willoughby de Eresby (si veda la voce dedicata al Barone Willoughby de Eresby per la storia precedente della famiglia).

Robert Bertie fu Primo Lord dell'Ammiragliato dal 1635 al 1636; inoltre, rivendicò il suo diritto per via materna alla carica ereditaria di Lord gran ciambellano di Inghilterra. Lord Lindsey combatté a fianco dei Realisti durante la Guerra civile e cadde nel corso della battaglia di Edgehill il 23 ottobre 1642.

Gli succedette suo figlio, il secondo conte. Anch'egli combatté a Edgehill e si arrese ai Parlamentaristi per poter assistere il padre mortalmente ferito. Successivamente combatté nella prima e nella seconda battaglia di Newbury e nella battaglia di Naseby.


La sede della famiglia è la Gilmilnscroft House, vicino a Mauchline, nell'East Ayrshire.

Conti di Lindsey (1626)[modifica | modifica wikitesto]

Duchi di Ancaster e Kesteven (1715)[modifica | modifica wikitesto]

Un ex libris con l'illustrazione dello stemma di Bertie, duca di Ancaster

Conti di Lindsey (1626; restaurazione)[modifica | modifica wikitesto]

L'erede apparente è il figlio dell'attuale detentore Henry Mark Willoughby Bertie, Lord Norreys (nato nel 1958).
Il secondo in linea di successione è il figlio dell'erede apparente Willoughby Henry Constantine St Maur (nato nel 1996).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kidd, Charles, Williamson, David (editors). Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition). New York: St Martin's Press, 1990.
  • www.thepeerage.com, su thepeerage.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]