Henry Booth, I conte di Warrington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henry Booth, I conte di Warrington (13 gennaio 16522 gennaio 1694), è stato un militare e politico inglese durante la seconda metà del XVII secolo.

Membro del Parlamento e cancelliere dello Scacchiere, protagonista nobile protestante nella rivoluzione del 1688 in Inghilterra, era sindaco di Chester e autore, è stato nominato, il 17 aprile 1690, come conte di Warrington per il re Guglielmo III[1].

Coronet of a British Earl.svg


Blason compose des comtes de Stamford et Warrington.svg

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore COA of Booth.svg
Conte di Warrington
Successore
George Booth,
I barone Delamer
16901694 George Booth,
II conte di Warrington
Controllo di autoritàVIAF: (EN35601897 · ISNI: (EN0000 0000 6322 5064 · LCCN: (ENn84133085 · GND: (DE131915657