Call Me Maybe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Call Me Maybe
Call Me Maybe.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaCarly Rae Jepsen
Tipo albumSingolo
Pubblicazione20 settembre 2011
Durata3:13
Album di provenienzaCuriosity
GenereDance pop[1]
Teen pop[1]
Pop[1]
Etichetta604 Records,[2] Schoolboy,[3] Interscope[4]
ProduttoreJohn Ramsay, Redfoo
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroFinlandia Finlandia[5]
(vendite: 5 876+)
Francia Francia[6]
(vendite: 228 800+)
Spagna Spagna[7]
(vendite: 20 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (9)[8]
(vendite: 630 000+)
Austria Austria[9]
(vendite: 30 000+)
Belgio Belgio[10]
(vendite: 30 000+)
Canada Canada (8)[11]
(vendite: 640 000+)
Danimarca Danimarca (4)[12]
(vendite: 120 000+)
Germania Germania (2)[13]
(vendite: 800 000+)
Italia Italia (3)[14]
(vendite: 90 000+)
Messico Messico (6)[15]
(vendite: 360 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (3)[16]
(vendite: 45 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi (2)[17]
(vendite: 40 000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[18]
(vendite: 1 200 000+)
Svezia Svezia (4)[19]
(vendite: 80 000+)
Svizzera Svizzera (3)[20]
(vendite: 90 000+)
Dischi di diamanteStati Uniti Stati Uniti (10)[21]
(vendite: 10 000 000+)
Carly Rae Jepsen - cronologia
Singolo precedente
Sour Candy
(2009)
Singolo successivo
(2012)

Call Me Maybe è un brano musicale scritto da Tavish Crowe[22], da Carly Rae Jepsen[22] e Josh Ramsay[22] e prodotto da quest'ultimo[22], interpretato dalla stessa cantautrice canadese Carly Rae Jepsen. Il brano è stato estratto come primo singolo[23] dal suo primo extended play (EP), Curiosity[23] ed è, inoltre, contenuto nel suo secondo album Kiss, la cui pubblicazione è avvenuta il 18 settembre 2012.[24]

Il singolo è risultato, con oltre 18,000,000 copie vendute[25], il più venduto del 2012 e uno dei più venduti di sempre, venendo anche certificato diamante negli Stati Uniti il 5 ottobre 2016 per aver venduto più di 10.000.000 di copie. Il fattore che ha contribuito a renderlo famoso è stato lo scambio di opinioni sul brano sul social network Twitter tra Justin Bieber e Selena Gomez. Questo ha permesso al video di diventare in breve tempo virale e di essere cliccato oltre 850 milioni di volte su YouTube.

Il brano ha permesso alla cantante di ricevere numerosi premi, tra cui "Miglior artista MTV Push" e "Miglior canzone" agli MTV Europe Music Awards 2012 e "Canzone dell'estate" ai Teen Choice Awards del 2012. Il video del singolo è stato candidato agli MTV Video Music Awards 2012 come "Miglior video di un artista emergente".

Prima della pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe è stata inizialmente scritta e composta da Jepsen e Tavish Crowe come una canzone folk, mentre erano in tour. Jepsen ha dichiarato che il processo di scrittura è stato facile, e che non era "sovrappensiero". Josh Ramsay ha apportato successivamente modifiche al brano, rendendolo più pop.[26] Nei giorni seguenti, Carly Rae Jepsen ha registrato la traccia agli Umbrella Studios di Richmond, in Canada. La cantante ha dichiarato che il brano rappresenta fondamentalmente un "luogo comune"; "quante persone vogliono provare ad avere un approccio con un'altra ma sono spaventate e si bloccano? A me è successo".[27] Call Me Maybe è stato pubblicato prima in Canada attraverso l'etichetta discografica 604 Records[2] il 20 settembre 2011.[2]

A gennaio 2012, i cantanti pop Justin Bieber e Selena Gomez sono stati nel Paese e hanno sentito il brano ad una radio locale. Dopo che i due hanno scritto su Twitter del brano sui loro profili personali, Jepsen ha guadagnato subito l'attenzione internazionale, e così ha ottenuto un contratto da Scooter Braun per la Schoolboy Records.[3] Braun ha rivelato in seguito che Bieber non ha mai promosso un artista come la canadese prima:

« Mi aveva mandato diversi video YouTube di artisti non firmati a cui piacerebbe lavorare, ma mai qualcuno che avesse già una canzone pubblicata e che fosse passata alla radio. »

La distribuzione internazionale del singolo è avvenuta tramite l'etichetta discografica Interscope Records.[4]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Scritta da Jepsen e Crowe, con la produzione aggiuntiva di Josh Ramsay e Redfoo, Call Me Maybe è un brano allegro che attinge influenze dalla dance-pop e dalla disco music.[28] Per quanto riguarda il testo, la canzone descrive la "infatuazione e l'inconvenienza di un amore a prima vista", come descritto da Bill Agnello di About.com.[29] Prima del coro, Jepsen afferma come si diventi improvvisamente attratti da una persona, cantando, "Il tuo sguardo era fisso, i jeans strappati, si vedeva la pelle / Una notte calda, il vento soffiava / Dove pensi di andare, baby?". Quando il coro inizia, la melodia viene incorporata da accordi di archi sintetizzati e Jepsen spiega che i suoi sentimenti verso il ragazzo sono inaspettati: "Hey, ti ho appena incontrato, ed è folle, ma eccoti il mio numero, magari chiamami".[29][30]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Allmusic, Call Me Maybe ricorda il periodo giovanile di Britney Spears (sinistra) e di Christina Aguilera (destra)

Call Me Maybe ha ricevuto recensioni generalmente positive da parte della critica musicale. Bill Agnello di About.com ha dichiarato che Carly Rae Jepsen sia una delle novità migliori del panorama musicale canadese, e ha aggiunto che il brano "è il tipo di canzone pop che i fan avranno a cuore".[29] Melody Lau del Rolling Stone ha scritto che Call Me Maybe è "un brano in cui Taylor Swift incontra Robyn"[31] e lo ha definito come "molto dolce con una melodia dance-pop",[31] mentre Kat George di VH1 l'ha descritta come una melodia eurodance ed ha affermato che se Jepsen "continuasse a sfornare piccole canzoncine come Call Me Maybe, saremmo di fronte a una novità estiva".[32]

Emma Carmichael di Gawker ha fatto una lunga recensione sulla traccia, che ha descritto come "la nuova canzone pop perfetta"[33], "impeccabile"[33] e che "chiunque sarebbe praticamente incapace di sfuggire alle sonorità disco del brano".[33] Nicole James di MTV ha rivelato che Call Me Maybe è probabilmente la canzone più orecchiabile che abbia mai sentito.[34] Jon O'Brien di AllMusic ha affermato che i brani di Curiosity, album dove è contenuta Call Me Maybe, fanno eco al periodo giovanile di Britney Spears e Christina Aguilera, e ha aggiunto che il brano è una miscela di teen pop e synth pop.[35]

Tiffany Lee di Yahoo! Music ha considerato il brano come un possibile tormentone estivo, e ha aggiunto che Call Me Maybe ha "un buon ritmo, melodia, atmosfera e testo orecchiabili, qualcosa che si può ascoltare in qualsiasi occasione".[36] Jon Caramanica del The New York Times ha scritto che la canzone è "fresca e dolce ed ha un perfetto arrangiamento".[28]

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il video musicale del brano è stato scritto e diretto da Ben Knechtel ed è stato pubblicato su VEVO il 9 dicembre 2011. Secondo Knechtel, la decisione principale era quella di "fare una sorpresa nel finale" cercando di rivoluzionare la classica storia della "ragazza che si mette col ragazzo".[37] È uno dei video che ha ottenuto la certificazione Vevo.

Il video inizia con la Jepsen che spia il suo vicino (interpretato da Holden Nowell) mentre sta tagliando l'erba del giardino; si sposta poi con la sua band nel suo garage e i suoi compagni la spingono ad andare a lavare l'auto. Lei cerca di catturare l'attenzione del suo vicino con varie pose ma scivola dal cofano della sua auto. Il vicino l'aiuta ad alzarsi e così, pensando di averlo finalmente conquistato, la ragazza prende un bigliettino per lasciargli il suo numero; in quel momento, però, lui va dal chitarrista della band e gli lascia il suo con uno sguardo ammiccante e la Jepsen rimane delusa dal fatto che il suo vicino sia omosessuale. Il video su YouTube è stato cancellato, ma da allora è stato nuovamente caricato il 1º marzo 2012. Il video si è aggiudicato tre nomination ai MuchMusic Video Awards nelle categorie "Video preferito", "Video pop dell'anno" e "Video dell'anno".[38]

Esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Carly Rae Jepsen ha eseguito Call Me Maybe in diverse occasioni.[39][40][41] Ha fatto il suo debutto televisivo negli Stati Uniti al programma The Ellen DeGeneres Show.[42] In quest'occasione, ha cantato insieme a Justin Bieber.[42] Il 26 marzo 2012, Jepsen sì è esibita allo show mattutino WBBM-FM a Chicago, cantando due brani del suo EP, Call Me Maybe e Curiosity.[43]

La cantante ha anche eseguito una versione acustica della canzone allo show KISS 92,5.[44] Il 2 maggio 2012, Carly Rae Jepsen ha cantato Call Me Maybe al celebre show australiano Sunrise.[45] Il 20 maggio 2012, Jepsen ha eseguito la traccia anche ai Billboard Music Awards 2012.[46] Il 9 giugno 2012, Jepsen ha eseguito il brano con Justin Bieber al Wembley Stadium di Londra.[47] Il 22 luglio 2012, Carly Rae Jepsen ha cantato Call Me Maybe ai Teen Choice Award 2012; nella serata ha anche ottenuto il premio Song of the Summer per il brano esibito nel corso della serata.[48]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Katy Perry (sinistra) e Nate Ruess (destra) hanno eseguito una cover di Call Me Maybe

Visto il grande successo mondiale del brano, sono state cantate numerose cover.[23] Il sito web di informazione ed opinioni statunitense, The Daily Beast, ha stilato una classifica delle reinterpretazioni meglio e peggio riuscite del brano Call Me Maybe.[49] Positivamente è stata giudicata la cover del pupazzo Cookie Monster, star del programma televisivo Sesame Street, intitolata Share It Maybe[49] mentre negativamente quella di Tay Zonday per via delle sue scarse capacità canore.[49]

Anche gli esponenti della politica statunitense, hanno voluto proporre la loro cover del brano, Colin Powell, ex segretario di Stato degli Stati Uniti d'America, ha cantato il ritornello allo show mattutino statunitense CBS Morning News.[49] Anche il presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama[49] è stato inconsapevole protagonista di un montaggio di suoi discorsi sulle note di Call Me Maybe, diventando la cover più popolare[49] con oltre 36 000 000 di visualizzazioni al 29 marzo 2013 su YouTube[50], seguita dalla versione live del cantautore britannico Ben Howard, ferma a più di 8 000 000.[51]

Anche la cantautrice e attrice statunitense Katy Perry ha proposto una sua versione del brano[52], così come il gruppo musicale indie rock statunitense Fun..[52] La canzone è stata interpretata anche dal cast di Glee nel primo episodio della quarta stagione della fortunata serie televisiva. Su iTunes, sono state messe in vendita numerose cover del brano. Tra queste, quella di Tiffany Alvord (3 marzo 2012)[53], Megan Nicole (23 marzo 2012)[54] e Alex Goot, Dave Days & Chad Sugg (15 aprile 2012).[55]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe è stato, sino a fine agosto, il secondo singolo più venduto nel mondo con ben 7 700 000 copie vendute, superato solo da Somebody That I Used to Know del cantautore belga Gotye (9 000 000 copie).[56] Durante il 2012, Call Me Maybe ha venduto oltre 12,5 milioni di copie, sorpassando le vendite di Somebody That I Used to Know e risultando così il singolo più venduto dell'anno e uno dei più venduti di sempre.[25]

Australia[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe è entrato alla 39ª posizione della ARIA Charts Singles Top 50[57], risultando essere l'unica new entry della settimana in questione.[57] Due settimane dopo, il singolo entra in top 10, al 3º posto.[57] Superando We Are Young dei Fun., Call Me Maybe raggiunge il primo posto e viene certificato disco d'oro con oltre 35 000 download digitali venduti dalla Australian Recording Industry Association.[58] Dopo cinque settimane al primo posto, viene superato dal singolo Whistle del rapper statunitense Flo Rida, scendendo così alla 2ª posizione.[57] Nonostante ciò, il brano continua a vendere sul territorio riuscendo a superare le 630 000 copie, ricevendo così il nono disco di platino e diventando uno dei singoli più venduti in Australia.

Canada[modifica | modifica wikitesto]

Carly Rae Jepsen, autrice del brano, nel 2013

Call Me Maybe ha debuttato nella Canadian Hot 100 alla 97ª posizione[59], per poi salire all'81ª la settimana seguente.[60] Nella sua quattordicesima settimana di presenza, Call Me Maybe è entrato in top 10, occupando il nono posto.[61] La settimana seguente, il brano è salito al 4º posto[62] e poi ha occupato il gradino più basso del podio.[63] Superando We Found Love di Rihanna[64], Call Me Maybe è riuscito a raggiungere il primo posto, mantenendolo per due settimane consecutive.[64][65] È stato, infatti, superato da Give Me All Your Luvin' di Madonna prima[66] e Part of Me di Katy Perry poi.[67]

Dopo due settimane, Call Me Maybe ha riconquistato il primato per altre due settimane, arrivando ad un totale di un mese (non consecutivo) al primo posto.[68][69] È stato definitivamente superato da Wild Ones del rapper statunitense Flo Rida.[70] Grazie al singolo Call Me Maybe, Carly Rae Jepsen è diventata la quarta artista canadese ad aver raggiunto il primo posto della classifica ufficiale canadese dei singoli più venduti.[71] Il 22 novembre 2012, Call Me Maybe è stato certificato sette volte disco di platino per gli oltre 560 000 download digitali venduti dalla Canadian Recording Industry Association.[72]

Francia[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe ha debuttato al 200º posto[73] nella classifica del 31 marzo 2012. Un mese dopo, Call Me Maybe è entrato in top 10, al 6º posto con 5 352 copie vendute.[74] Dopo sei settimane in top ten, il singolo è riuscito a raggiungere il primato con 9 224 copie vendute in una settimana.[75] Nonostante un incremento delle vendite del 3% (9 539 copie), il singolo ha ceduto il primato a Tacatà dei Tacabro, stabilendosi al secondo posto.[76] La settimana seguente, Call Me Maybe riconquista il primo posto e lo mantiene per sette settimane consecutive vendendo in questo periodo di tempo 58 137 copie.[77] Con un decremento dell'11% e una vendita pari a 6 152 copie, Call Me Maybe non riesce a stare per l'ottava settimana consecutiva alla prima posizione e perciò è sceso al secondo posto[78], rimanendo stabile anche la settimana seguente (5 493 copie, -11%).[79]

Con un incremento delle vendite del 59% ed una vendita pari a 8 725 copie, Call Me Maybe è ritornato ad occupare il primo posto per la nona settimana non consecutiva.[80] La settimana seguente, con un ulteriore incremento delle vendite del 5% (9 132 copie), il singolo è rimasto stabile al primo posto.[81] La settimana successiva, il singolo ha registrato la più alta vendita settimanale dalla pubblicazione (9 696 copie, più 6%), mantenendo il primato.[82] La settimana seguente, Call Me Maybe è sceso nuovamente alla seconda posizione con un decremento delle vendite del 18% (7 968).[83] Il singolo ha complessivamente venduto 228 800 copie nel territorio francese.[84]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe ha debuttato all'87ª posizione nella classifica ufficiale italiana nella settimana che raccoglie i dati di vendita dal 30 aprile al 6 maggio 2012.[85] La settimana seguente, il singolo ha guadagnato ventotto posizioni, salendo alla 59ª.[86] Il brano ha continuato a salire in classifica, raggiungendo, un mese e mezzo dopo, la top 20, stabilendosi al diciannovesimo posto.[87] La settimana successiva è salito ancora all'undicesima posizione[88] e, la settimana successiva, è arrivato al 5º posto.[88] Nel contempo, la Federazione Industria Musicale Italiana ha reso noti i cento singoli più scaricati nel primo semestre del 2012 e Call Me Maybe occupava l'85º posto.[89]

La settimana seguente, il singolo sale al terzo posto[90] e il 24 luglio 2012 Call Me Maybe è stato certificato disco d'oro con oltre 15 000 download digitali. È salito ancora, raggiungendo la 2ª posizione (la massima raggiunta).[91] Call Me Maybe viene prima certificato disco di platino (21 agosto 2012) per avere venduto oltre 30 000 copie e successivamente multiplatino (2 ottobre 2012) per le 60 000 copie distribuite secondo la Federazione Industria Musicale Italiana.[92]

Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Call Me Maybe ha debuttato direttamente alla prima posizione[93] della classifica britannica vendendo 106 657 copie nella sua prima settimana.[94] Il singolo è rimasto in vetta per altre tre settimane consecutive e ha venduto, in un mese, 434 430 copie nel Regno Unito.[95][96][97] Oltre al mese al primo posto, Call Me Maybe è rimasto per due mesi consecutivi sul podio.[93] A inizio luglio, è stato reso noto che il singolo è stato il secondo più venduto nel primo semestre dell'anno con 850 000 copie vendute, secondo i dati raccolti dalla Official Charts Company.[98] Due settimane dopo, Call Me Maybe ha raggiunto le 900 000 copie cumulative.[99] Il singolo è risultato essere il 2º più venduto nel corso del 2012, secondo i dati forniti dalla Official Charts Company, con un totale di 1 143 000 copie distribuite.[100]

Stati Uniti d'America[modifica | modifica wikitesto]

Carly Rae Jepsen canta al Red River Ex nel 2012

Call Me Maybe ha fatto il suo ingresso nella Billboard Hot 100 alla 38ª posizione[101], per poi salire alla 31ª la settimana seguente.[102] Nella Hot Digital Songs, il singolo è salito dal tredicesimo all'ottavo posto, entrando nella top 10.[103] È sceso poi al 9º posto (123 000 copie, -4%).[104] Call Me Maybe ha mantenuto la stessa posizione con altre 138 000 copie vendute per un'altra settimana[105], per poi salire al settimo posto (182 000 copie, +32%).[106] È salito ancora alla 6ª posizione con altre 216 000 copie vendute (+19%).[107] Vendendo altre 227 000 copie, Call Me Maybe è salito al quinto posto[108] e ha mantenuto tale posizione anche la settimana seguente (221 000 copie, -3%).[109]

È riuscito ad arrivare sul gradino più basso del podio la settimana successiva, vendendo altre 221 000 copie (più 1%)[110] ed è rimasto stabile anche le due settimane seguenti con 210 000 (-5%) e 234 000 (+12%) copie vendute ciascuna settimana.[111][112] Call Me Maybe ha raggiunto il primo posto detenendolo per due mesi consecutivi vendendo, in otto settimane, 2 224 000 copie.[113] Il singolo, con un decremento delle vendite del 17% (203 000 copie), è sceso al secondo posto cedendo il primato a Wide Awake di Katy Perry.[114] Anche nella Billboard Hot 100, Call Me Maybe, nella settimana del 23 giugno 2012, ha raggiunto il primo posto.[115] È stato, inoltre, il terzo singolo più scaricato nel primo semestre del 2012, secondo i dati forniti da Nielsen SoundScan, con una vendita pari a 4 064 000 download digitali.[116] A febbraio 2013, le vendite del singolo vengono stimate a 6 700 000 copie.[117]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale[2]
  1. Call Me Maybe – 3:13
CD singolo[118]
  1. Call Me Maybe – 3:13
  2. Both Sides Of You – 3:53
Remix[119]
  1. Call Me Maybe (Manhattan Clique Remix) – 5:56
  2. Call Me Maybe (Almighty Club Mix) – 6:58
  3. Call Me Maybe (10 Kings .VS. Ollie Green Remix) – 3:08
  4. Call Me Maybe (Coyote Kisses Remix) – 4:46

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2012) Posizione
Australia[140] 1
Austria[141] 6
Belgio (Fiandre)[142] 6
Belgio (Vallonia)[143] 5
Canada[144] 5
Danimarca[145] 6
Finlandia[146] 9
Francia[147] 3
Germania[148] 6
Giappone[149] 8
Irlanda[150] 5
Italia[151] 7
Nuova Zelanda[152] 1
Paesi Bassi[153] 6
Polonia[154] 8
Regno Unito[100] 2
Spagna[155] 16
Stati Uniti[156] 2
Svezia[157] 8
Svizzera[158] 5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Call Me Maybe, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ a b c d (EN) Carly Rae Jepsen, iTunes.
  3. ^ a b (EN) Carly Rae Jepsen, 'Call Me Maybe': Singer Reveals How Justin Bieber's Tweet Sent Her Into Pop Stratosphere, AOL Radio.
  4. ^ a b (EN) Carly Rae Jepsen Signs to Schoolboy Records/Interscope, Run by Scooter Braun and Justin Bieber, PR Newswire.
  5. ^ (FI) Myydyimmät ulkomaiset singlet vuonna 2012, su ifpi.fi. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  6. ^ (FR) ANNEE 2012 - CERTIFICATIONS (PDF) [collegamento interrotto], su actu.snepmusique.com. URL consultato il 2 febbraio 2013.
  7. ^ (ES) Call Me Maybe - 1 disco de oro, su elportaldemusica.es.
  8. ^ (EN) Certificazione Australia, ARIA.
  9. ^ (DE) IFPI Austria - Verband der Österreichischen Musikwirtschaft, su ifpi.at.
  10. ^ (EN) GOLD AND PLATINUM CERTIFICATIONS - SINGLES - 2012, su ultratop.be.
  11. ^ (EN) Gold Platinum Database, su musiccanada.com (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2014).
  12. ^ (DA) Certificazione Danimarca, su ifpi.dk. URL consultato il 2 agosto 2013.
  13. ^ (DE) Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank, su musikindustrie.de (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  14. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  15. ^ Issue Date: 2012-11-24, Billboard.
  16. ^ (EN) 09 July 2012, su nztop40.co.nz.
  17. ^ Call Me Maybe behaalt dubbel platina, Shownu.nl.
  18. ^ (EN) Certifield Awards - BPI, British Phonographic Industry, 27 ottobre 2013. URL consultato il 22 luglio 2013.
  19. ^ (SV) Certificazione Svezia, su hitlistan.se. URL consultato il 29 marzo 2013.
  20. ^ (DE) EDELMETALL 2013 (Certificazioni Svizzera 2013), su swisscharts.com.
  21. ^ (EN) Carl Rae Jepsen, Call Me Maybe – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 10 agosto 2017.
  22. ^ a b c d (EN) Informazioni singolo Call Me Maybe di Carly Rae Jepsen, su irish-charts.com.
  23. ^ a b c Call Me Maybe primo singolo estratto da Curiosity, su societa.panorama.it.
  24. ^ (EN) Carly Rae Jepsen's 'Kiss' Album Due Sept. 18, Billboard. URL consultato il 7 agosto 2012.
  25. ^ a b (EN) IFPi 2013, su ifpi.org. URL consultato il 1º marzo 2013.
  26. ^ (EN) Aimee, Carly Rae Jepsen svela dettagli sul singolo Call Me Maybe e il suo primo EP, MuchMusic (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2012).
  27. ^ (EN) Intervista a Carly Rae Jepsen: "Call Me Maybe", Suite101 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2014).
  28. ^ a b (EN) Small-Town Sentiments, Bass From the World Over, The New York Times.
  29. ^ a b c (EN) Carly Rae Jepsen – "Call Me Maybe", About.com (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2012).
  30. ^ (EN) Who is Carly Rae Jepsen and why does Justin Bieber love her?, USA Today.
  31. ^ a b Melody Lau, Justin Bieber Gives Singer Carly Rae Jepsen a Boost, Rolling Stone.
  32. ^ (EN) Your New Guilty Pop Pleasure: "Call Me Maybe" By The Bieber Endorsed Carly Rae Jepsen, VH1.
  33. ^ a b c (EN) Have You Heard ‘Call Me Maybe,’ the New Perfect Pop Song?, Gawker.
  34. ^ (EN) Who Is Justin Bieber's New Girl, Carly Rae Jepsen?, MTV.
  35. ^ (EN) Curiosity – Carly Rae Jepsen, AllMusic.
  36. ^ (EN) Carly Rae Jepsen’s "Call Me Maybe": Song of Summer 2012?, Yahoo! Music.
  37. ^ (EN) Crestwood Secondary School grad writer, director behind Internet sensation video for Carly Rae Jepsen's Call Me Maybe, Sun Media.
  38. ^ (EN) CARLY EARNS 4 MMVA NOMINATIONS!, su carlyraemusic.com (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2012).
  39. ^ Filmato audio Carly Rae Jepsen – Call Me Maybe – Live at SAIT, su YouTube.
  40. ^ Filmato audio Carly Rae Jepsen, Call Me Maybe, LIVE! Encore. Nanaimo, BC, su YouTube.
  41. ^ Filmato audio Carly Rae Jepsen – Call Me Maybe – #Winnipeg Shout it Out World Tour Live 2012, su YouTube.
  42. ^ a b (EN) Grace Stanisci, Carly Rae Jepsen performs on “The Ellen DeGeneres Show”, Yahoo! Canada.
  43. ^ (EN) Carly Rae Jepsen Performs "Call Me Maybe" & "Curiosity" Live At The B96 Studios In Chicago, WBBM-FM.
  44. ^ (EN) Watch Carly Rae Jepsen’s "Call Me Maybe" Acoustic Version, su idolator.com.
  45. ^ (EN) Carly Rae Jepsen performs live – Sunrise, Yahoo! (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2012).
  46. ^ (EN) Billboard Staff, Carly Rae Jepsen To Perform at Billboard Music Awards, Billboard.
  47. ^ (EN) Carly Rae Jepsen – 'Call Me Maybe' (Live Performance), Capital FM (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2012).
  48. ^ (EN) Werewolves, Vampires rule Teen Choice, su jam.canoe.ca.
  49. ^ a b c d e f (EN) 10 Best and Worst “Call Me Maybe” Covers, The Daily Beast. URL consultato il 10 luglio 2012.
  50. ^ Filmato audio Barack Obama Singing Call Me Maybe by Carly Rae Jepsen, su YouTube.
  51. ^ Filmato audio Ben Howard covers Call Me Maybe in the Live Lounge, su YouTube.
  52. ^ a b CALL ME MAYBE, una cover tira l’altra. E intanto il tormentone di CARLY RAE JEPSEN conquista anche l’Italia, TV Sorrisi e Canzoni (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2012).
  53. ^ Call Me Maybe - Tiffany Alvord, iTunes.
  54. ^ Call Me Maybe - Megan Nicole, iTunes.
  55. ^ Call Me Maybe - Alex Goot, Dave Days & Chad Sugg, iTunes.
  56. ^ (EN) Greg Cochrane, Owl City and Carly Rae Jepsen team up after huge hits, BBC News.
  57. ^ a b c d e (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica dell'Australia, su australian-charts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  58. ^ (EN) ARIA TOP 50 SINGLES CHART, ARIA (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2012).
  59. ^ (EN) Canada Singles Top 100 (Canadian Hot 100), su acharts.us.
  60. ^ (EN) Canada Singles Top 100 (Canadian Hot 100), su acharts.us.
  61. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of January 21, 2012), su billboard.com.
  62. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of January 28, 2012), su billboard.com.
  63. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of February 04, 2012), su billboard.com.
  64. ^ a b (EN) Canadian Hot 100 (Week of February 11, 2012), su billboard.com.
  65. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of February 18, 2012), su billboard.com.
  66. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of February 25, 2012), su billboard.com.
  67. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of March 03, 2012), su billboard.com.
  68. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of March 10, 2012), su billboard.com.
  69. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of March 17, 2012), su billboard.com.
  70. ^ (EN) Canadian Hot 100 (Week of March 24, 2012), su billboard.com.
  71. ^ Carly Rae Jepsen, la diva che viene dal web [collegamento interrotto], su music.befan.it.
  72. ^ (EN) Gold Platinum Database, su musiccanada.com (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2014).
  73. ^ a b (FR) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Francia, su lescharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  74. ^ (FR) Top Titres : Gotye vend deux fois plus de titres que Michel Teló. URL consultato il 3 maggio 2012.
  75. ^ (FR) Carly Rae Jepsen n°1 avec "Call Me Maybe". URL consultato il 20 giugno 2012.
  76. ^ (FR) Top Singles : Tacabro détrône Carly Rae Jepsen, Shy'm passe à l'attaque. URL consultato il 27 giugno 2012.
  77. ^ Fonti dati di vendita:
  78. ^ (FR) Top Singles : Carly Rae Jepsen succombe à Alex Ferrari. URL consultato il 22 agosto 2012.
  79. ^ (FR) Top Singles : Alex Ferrari domine, David Guetta démarre fort, Owl City s'envole. URL consultato il 30 agosto 2012.
  80. ^ (FR) Top Singles : Carly Rae Jepsen repasse en tête et s'offre deux tops 10 simultanés. URL consultato il 5 settembre 2012.
  81. ^ (FR) Top Singles : Carly Rae Jepsen tient bon, Alex Clare, C2C et Khaled s'envolent. URL consultato il 12 settembre 2012.
  82. ^ (FR) Top Singles : Kid Cudi talonne Carly Rae Jepsen, Pink s'envole, Psy débarque. URL consultato il 19 settembre 2012.
  83. ^ (FR) Top Singles : Carly Rae Jepsen s'incline face à C2C, Psy intègre le top 20 !. URL consultato il 26 settembre 2012.
  84. ^ (FR) Les Singles les plus Vendus en 2012, su infodisc.fr (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2013).
  85. ^ Classifica italiana del 30 aprile 2012, Federazione Industria Musicale Italiana.
  86. ^ Classifica italiana del 7 maggio 2012, Federazione Industria Musicale Italiana.
  87. ^ Classifica italiana del 18 giugno 2012, Federazione Industria Musicale Italiana.
  88. ^ a b Classifica italiana del 2 luglio 2012, Federazione Industria Musicale Italiana (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  89. ^ Classifica dei singoli più venduti in Italia nei primi 6 mesi del 2012, Federazione Industria Musicale Italiana.
  90. ^ Classifica italiana del 9 luglio 2012, Federazione Industria Musicale Italiana (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  91. ^ Classifica italiana del 16 luglio 2012, Federazione Industria Musicale Italiana (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  92. ^ Certificazione Singoli Digitali dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 38 del 2012 (PDF), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  93. ^ a b c (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica del Regno Unito, su chartarchive.org. URL consultato il 5 luglio 2012.
  94. ^ (FR) Le carton Carly Rae Jepsen, su chartsinfrance.net. URL consultato l'11 aprile 2012.
  95. ^ (FR) Tops UK : Carly Rae Jepsen cartonne avec "Call Me Maybe", su chartsinfrance.net. URL consultato il 17 aprile 2012.
  96. ^ (FR) Incroyable Carly Rae Jepsen, su chartsinfrance.net. URL consultato il 25 aprile 2012.
  97. ^ (FR) Carly Rae prive Calvin Harris de numéro un, su chartsinfrance.net. URL consultato il 2 maggio 2012.
  98. ^ (FR) Gotye en tête des singles les plus vendus outre-Manche en 2012, su chartsinfrance.net. URL consultato il 2 luglio 2012.
  99. ^ (FR) LMFAO, Jessie J et Maroon 5 passent des caps, su chartsinfrance.net. URL consultato il 18 luglio 2012.
  100. ^ a b (EN) The Official Top 40 Biggest Selling Singles Of 2012 revealed!, su officialcharts.com. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  101. ^ (EN) US Singles Top 100 (Billboard Hot 100), su acharts.us. URL consultato il 10 marzo 2012.
  102. ^ (EN) US Singles Top 100 (Billboard Hot 100), su acharts.us. URL consultato il 17 marzo 2012.
  103. ^ (EN) Digital Songs - Week of March 24, 2012, su billboard.com.
  104. ^ (FR) One Direction et Train s'envolent, su chartsinfrance.net. URL consultato il 22 marzo 2012.
  105. ^ (FR) fun. surprend et continue à grimper, su chartsinfrance.net. URL consultato il 29 marzo 2012.
  106. ^ (FR) Enorme carton pour Justin Bieber, su chartsinfrance.net. URL consultato il 5 aprile 2012.
  107. ^ (FR) fun. détrône Justin Bieber, su chartsinfrance.net. URL consultato il 12 aprile 2012.
  108. ^ (FR) Kanye West de retour dans le top 10, su chartsinfrance.net. URL consultato il 19 aprile 2012.
  109. ^ (FR) Démarrage historique pour Maroon 5, su chartsinfrance.net. URL consultato il 26 aprile 2012.
  110. ^ (FR) Gotye repasse devant Maroon 5, su chartsinfrance.net. URL consultato il 3 maggio 2012.
  111. ^ (FR) Gotye loin devant, le top 5 immobile, su chartsinfrance.net. URL consultato il 10 maggio 2012.
  112. ^ (FR) Gotye solide, Jennifer Lopez intègre le top 10, su chartsinfrance.net. URL consultato il 17 maggio 2012.
  113. ^ Fonti vendita Stati Uniti:
  114. ^ (FR) Katy Perry décroche son huitième numéro un, su chartsinfrance.net. URL consultato il 19 luglio 2012.
  115. ^ (EN) Hot 100, Week of June 23, 2012, su billboard.com.
  116. ^ (EN) Adele, Gotye Lead Mid-Year SoundScan Charts, Nielsen SoundScan. URL consultato il 4 luglio 2012.
  117. ^ (EN) A Grammy Maybe? Carly Rae Jepsen Hoping for Golden Debut, Billboard. URL consultato il 5 febbraio 2013.
  118. ^ (DE) Carly Rae Jepsen – Call Me Maybe (2-Track), su bravado.de.
  119. ^ (EN) Carly Rae Jepsen - Call Me Maybe (Remix EP), iTunes.
  120. ^ (DE) Andamento di Call Me Maybe nella classifica dell'Austria, su austriancharts.at. URL consultato il 5 luglio 2012.
  121. ^ (NL) Andamento di Call Me Maybe nella classifica delle Fiandre, su ultratop.be. URL consultato il 5 luglio 2012.
  122. ^ (FR) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Vallonia, su ultratop.be. URL consultato il 5 luglio 2012.
  123. ^ (EN) Canadian Hot 100 - Week of March 10, 2012, su billboard.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  124. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Danimarca, su danishcharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  125. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Finlandia, su finnishcharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  126. ^ (DE) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Germania, su officialcharts.de. URL consultato il 5 luglio 2012.
  127. ^ Andamento di Call Me Maybe nella classifica dell'Italia, su italiancharts.com.
  128. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica dell'Irlanda, su chart-track.co.uk. URL consultato il 5 luglio 2012.
  129. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Norvegia, su norwegiancharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  130. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Nuova Zelanda, su charts.org.nz. URL consultato il 5 luglio 2012.
  131. ^ (NL) Andamento di Call Me Maybe nella classifica dei Paesi Bassi, su dutchcharts.nl. URL consultato il 5 luglio 2012.
  132. ^ (CS) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Repubblica Ceca, su ifpicr.cz. URL consultato il 5 luglio 2012.
  133. ^ 2012-04-21 Top 40 Scottish Singles Archive, The Official Charts Company. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  134. ^ (SK) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Slovacchia, su ifpicr.cz. URL consultato il 5 luglio 2012.
  135. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Spagna, su spanishcharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  136. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica Billboard, Billboard. URL consultato il 17 aprile 2012.
  137. ^ (EN) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Svezia, su swedishcharts.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  138. ^ (CH) Andamento di Call Me Maybe nella classifica della Svizzera, su hitparade.ch. URL consultato il 5 luglio 2012.
  139. ^ (HU) Archívum - Rádiós Top 40 játszási lista - 2012. 15. hét, su mahasz.hu. URL consultato il 15 aprile 2012.
  140. ^ (EN) ARIA Australian End of Year Chart - ARIA Top 100 Albums Chart - 2012, Australian Recording Industry Association, 7 gennaio 2013. URL consultato il 10 gennaio 2013.
  141. ^ (DE) JAHRESHITPARADE SINGLES 2012, su austriancharts.at. URL consultato il 29 gennaio 2013.
  142. ^ JAAROVERZICHTEN 2012, su ultratop.be. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  143. ^ (FR) RAPPORTS ANNUELS 2012, su ultratop.be. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  144. ^ (EN) Canadian Hot 100, su billboard.com. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  145. ^ (DA) Classifica di fine anno danese, su hitlisten.nu. URL consultato il 6 marzo 2013.
  146. ^ (FI) Myydyimmät ulkomaiset singlet vuonna 2012, su ifpi.fi. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  147. ^ (FR) 200 singoli più venduti in Francia nel 2012 (PDF), su proxy.siteo.com.s3.amazonaws.com. URL consultato il 28 gennaio 2013.
  148. ^ (DE) Die Top 20 Singles und Alben aus 2012, 1LIVE. URL consultato il 4 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2013).
  149. ^ (EN) Japan Hot 100, su billboard.com. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  150. ^ (EN) Best of 2012, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 2 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2013).
  151. ^ CLASSIFICHE ANNUALI 2012 FIMI GfK: DOMINA IL REPERTORIO ITALIANO., su fimi.it. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2013).
  152. ^ (EN) End Of Year Charts 2012, su nztop40.co.nz. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  153. ^ (NL) JAAROVERZICHTEN - SINGLE 2012, su dutchcharts.nl. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  154. ^ (PL) TOP digital utworów - 2012, su zpav.pl. URL consultato il 1º maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2013).
  155. ^ (ES) Top 50 Canciones Anual 2012 (PDF), Productores de Música de España. URL consultato il 15 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2013).
  156. ^ (EN) Billboard Hot 100, su billboard.com. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  157. ^ (SE) Årslista Singlar - År 2012, Hitlistan.se. Sverigetopplistan. URL consultato il 20 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2013).
  158. ^ (DE) SWISS YEAR-END CHARTS 2012, su swisscharts.com. URL consultato il 30 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica