Zvi Zamir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zvi Zamir
1925
Nato a Polonia
Dati militari
Paese servito Israele Israele
Forza armata Forze di Difesa Israeliane
Unità 84ª Brigata di fanteria "Givati"
Anni di servizio 1943 - 1966
Grado Maggior generale
Campagne Guerra arabo-israeliana del 1948

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia
Zvi Zamir

Direttore del Mossad
Durata mandato 1968 - 1974
Predecessore Meir Amit
Successore Yitzhak Hofi
Zamir nel 2004

Zvi Zamir, nato Zvicka Zarzevsky (in ebraico צבי זמיר; Polonia, 1925), è un generale israeliano. È stato il 4° direttore del Mossad.

Nato in Polonia nel 1925, quando aveva sette mesi si trasferisce con la famiglia nel Mandato britannico della Palestina.

Cominciò la carriere militare a soli 18 anni, appena dopo la creazione dello Stato di Israele, arruolandosi come soldato nell'unità d'elite Palmach della Haganah. Durante la guerra arabo-israeliana del 1948 Zamir militava nelle neo nate Forze di Difesa Israeliane (IDF). Dopo la guerra continuò l'ascesa nelle gerarchie militari (nel 1951 era a capo della Brigata Giv'ati) fino ad assumere il ruolo di comandante del comando meridionale. La sua carriere nelle IDF termina nel 1966, quando viene nominato direttore del Mossad, il servizio segreto israeliano, dal primo ministro Levi Eshkol.

Nel Mossad Zamir prende parte all'operazione Collera di Dio, la risposta israeliana al massacro di Monaco del 1972. Zamir si era mostrato molto critico nei confronti del tentativo tedesco di liberare gli ostaggi, conclusosi con la morte degli atleti israeliani[1][2].

Si occupò inoltre della preparazione e delle conseguenze della guerra del Kippur del 1973.

Nel film Munich il ruolo di Zamir è interprtato dall'attore Ami Weinberg.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Yossi Melman, Preventive measures, ba.no, 17 febbraio 2006.
  2. ^ Intervista nel documentario Un giorno a settembre del regista Kevin Macdonald.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dan Raviv e Yossi Melman, Every Spy a Prince: The Complete History of Israel's Intelligence Community, Boston, Houghton Mifflin Company, 1990, pp. 179, ISBN 0-395-47102-8.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]