Wilier Triestina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilier Triestina
La sede Wilier Triestina a Rossano Veneto
La sede Wilier Triestina a Rossano Veneto
Stato Italia Italia
Tipo S.p.A.
Fondazione 1906 a Bassano del Grappa
Fondata da Pietro Dal Molin
Sede principale Rossano Veneto
Prodotti biciclette

biciclette da corsa

mountain bike

city bike

Single Speed
Slogan «Fedele nel tempo»
Sito web www.wilier.it/it/
Il logo Wilier Triestina oggi
Il logo storico

La Wilier Triestina è un'azienda produttrice di biciclette fondata nel 1906 a Bassano del Grappa da Pietro Dal Molin.

Dopo la Seconda guerra mondiale il figlio del fondatore Pietro, Mario, rilevò l'azienda guidandola nel mondo delle competizioni agonistiche, formando una propria squadra che partecipò al Giro d'Italia nelle edizioni dal 1946 al 1951. A fine degli anni quaranta venne ingaggiato un giovane corridore, Fiorenzo Magni, che si impose come terzo uomo nel dualismo Coppi-Bartali vincendo il Giro d'Italia 1948. Nel 1950 Ferdi Kübler si impose nel Tour de France.

Tuttavia, nonostante i successi sportivi, l'azienda entra in crisi a causa dell'imporsi dei mezzi motorizzati di trasporto e nel 1952 è costretta a chiudere i battenti. Solo nel 1969 riprende la produzione grazie all'intervento dei fratelli Gastaldello di Rossano Veneto, sempre in provincia di Vicenza nei pressi di Bassano, che ne rilevano il marchio.

Negli anni settanta la casa tornò in auge anche nel ciclismo professionistico, imponendosi come una dei migliori marchi di biciclette italiani. Venne ripreso il tipico color ramato delle Wilier di un tempo con il suo particolare processo di cromatura, divenuto simbolo della casa veneta.

Attualmente produce telai in fibra di carbonio monoscocca e di alluminio, da corsa, mountain-bike, city bike e single speed.

Wilier Triestina è stata ed è tuttora sponsor tecnico di team professionistici e non impegnati nelle categorie UCI Pro Tour, UCI Professional Continental, UCI Continental.

Wilier Triestina in numeri[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2013 Wilier Triestina ha prodotto più di 28.000 bici. Nel 2004 venivano prodotti circa 10.000 cicli, per il 2014 invece le previsioni sono quelle di passare il muro delle 30.000 unità. Praticamente la produzione di Wilier Triestina è triplicata in 10 anni.

Attualmente Wilier Triestina esporta l’80% della sua produzione mentre al mercato italiano va il restante 20%. I paesi dove Wilier Triestina è presente sono tutti i paesi dell'Europa, Stati Uniti, Canada, Paesi dell'America Centrale, Australia, Nuova Zelanda, Brasile, Cina, Giappone, Paesi dell'Estremo Oriente, Russia, Kazakistan, Sudafrica, Emirati Arabi e altri paesi minori.

La produzione totale si divide in 75% corsa e la restante parte MTB e Weekend line.

Sviluppo tecnologico della bici da corsa in carbonio[modifica | modifica sorgente]

  • 2001

Karbon K2: il primo telaio in carbonio monoscocca prodotto.

  • 2004

Imperiale: primo tubo sterzo conico con serie sterzo integrata. Cominciano ad essere applicati i concetti derivanti dallo studio sulla rigidità della zona sterzo. Viene introdotta la forcella parzialmente integrata.

  • 2005

Le Roi: primo telaio in carbonio "tube to tube" o fasciato, per avere un telaio più leggero senza comprometterne la rigidità

  • 2006/2007

Cento: la bici del centenario. Cominciano ad essere applicati i concetti derivanti dallo studio sulla rigidità della scatola movimento centrale. Viene introdotta una scatola movimento centrale maggiorata. Utilizzo del "triancolo posteriore" in carbonio monoscocca a pezzo unico.

  • 2008/2009

Cento1: movimento centrale totalmente integrato nella scatola, ulteriormente maggiorata. Introduzione del reggisella integrato. Il carro posteriore diventa asimmetrico per una maggiore efficienza. Iniziano ad essere usati materiali ancor più leggeri e resistenti come il carbonio 46TON.

  • 2010

Cento1SL: inizia ad essere usata la fibra di carbonio 60TON.

  • 2011

TwinBlade: introduzione della forcella a doppia lama che garantisce rigidità nella zona sterzo senza sacrificarne l'aerodinamica.

  • 2012

Zero.7: sviluppo del sistema movimento centrale BB386, definito il più rigido al mondo dall'istituto di ricerca tedesco Zedler. Introduzione della fibra di carbonio SEI Film, la più leggera utilizzata da Wilier Triestina.

  • 2013

Cento1SR: sviluppo del modello Cento1 in termini di integrazione (uso della forcella totalmente integrata, reggisella integrato, forcellino integrato, piastina passa cavi integrata), di leggerezza (uso del carbonio 60TON) aerodinamica (uso di tubazioni con profili a coda tronca) e reattività (uso della scatola BB386, massiccio carro posteriore asimmetrico, forcella integrata).

  • 2014

Cento1AIR: sviluppo del modello Cento1 in termini di aerodinamica (uso di tubazioni più sottili con profili a coda tronca, carro posteriore arrotondato, steli forcella molto fini) e reattività (uso della scatola BB386, forcella integrata).

Team sponsorizzati[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Le vittorie nelle grandi corse su Wilier Triestina.

  • 1946
Giordano Cottur - 1ª tappa Giro d'Italia (Milano > Torino)
Antonio Bevilacqua - 2ª tappa Giro d'Italia (Torino > Genova)
Antonio Bevilacqua - 4ª tappa Giro d'Italia (Montecatini Terme > Prato)
  • 1947
Giordano Cottur - 7ª tappa Giro d'Italia (Firenze > Perugia)
  • 1948
Giordano Cottur - 1ª tappa Giro d'Italia (Milano > Torino)
Luciano Maggini - 3ª tappa Giro d'Italia (Genova > Parma)
Fiorenzo Magni - 19ª tappa Giro d'Italia (Brescia > Milano)
Fiorenzo Magni - Classifica generale Giro d'Italia
  • 1949
Luciano Maggini - 15ª tappa Giro d'Italia (Genova > Sanremo)
Luciano Maggini - 16ª tappa Giro d'Italia (Sanremo > Cuneo)
  • 1950
Fiorenzo Magni - Giro delle Fiandre
Antonio Bevilacqua - 4ª tappa Giro d'Italia (Livorno > Genova)
Antonio Bevilacqua - 12ª tappa Giro d'Italia (Ferrara > Rimini)
Fiorenzo Magni - 16ª tappa al Giro d'Italia (L'Aquila > Campobasso)
Fiorenzo Magni - 8ª tappa al Tour de France (Angers > Niort)
Antonio Bevilacqua in coppia con Fiorenzo Magni - trofeo Baracchi
  • 2006
Damiano Cunego - Giro del Trentino
Damiano Cunego - Maglia bianca (miglior giovane) Tour de France
  • 2007
Damiano Cunego - Giro del Trentino
Damiano Cunego - Giro di Lombardia
Marzio Bruseghin - 13ª tappa Giro d'Italia
Danilo Napolitano - 9ª tappa Giro d'Italia
  • 2008
Alessandro Ballan - Campionati del mondo di ciclismo su strada 2008
Damiano Cunego - Giro di Lombardia
  • 2010
Alessandro Petacchi - 1ª tappa Tour de France
Alessandro Petacchi - 4ª tappa Tour de France
Alessandro Petacchi - Maglia verde (classifica a punti) Tour de France
Alessandro Petacchi - 7ª tappa Vuelta a España
  • 2011
Alessandro Petacchi - 2ª tappa Giro d'Italia
Michele Scarponi - Classifica generale Giro d'Italia
  • 2013
Darwin Atapuma - 6ª tappa Tour de Pologne
Leonardo Duque - Gran Premio Beghelli
  • 2014
Rushlee Buchanan - Campionato nazionale Nuova Zelanda

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il nome di Wilier Triestina è legato doppiamente ai sentimenti nazionalistici della famiglia Dal Molin. Inizialmente il nome era semplicemente di Wilier, acronimo di W l'Italia Libera e redenta. In seguito, nell'autunno 1945, furono ancora forti sentimenti popolari nei confronti della martoriata città di Trieste a far aggiungere alla denominazione l'aggettivo Triestina

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]