Università degli Studi "Suor Orsola Benincasa"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Logo
Stato Italia Italia
Città Napoli
Altre sedi Salerno
Fondazione 1895
Tipo Parastatale
Rettore Lucio d'Alessandro
Studenti 8,192 (2013/2014) [1]
Sport CUS Napoli
Sito web www.unisob.na.it

L'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa è un'università di Napoli specializzata nelle scienze umane, costituitasi nel 1895, con sede nel complesso monastico voluto da suor Orsola Benincasa. È uno dei più antichi istituti universitari non statali d'Italia[senza fonte].

Storia dell'Istituto[modifica | modifica wikitesto]

È inserita in una cittadella monastica, fondata nel Seicento da suor Benincasa all'epoca della Controriforma, situata alle pendici di colle Sant'Elmo, comprendenti oblate e romite e affidate all'assistenza dei chierici teatini. Dopo l'Unità d'Italia, per evitare che la legge per l'incameramento statale dei beni di ordine religioso confiscasse l'intero vasto complesso architettonico, che oggi si estende su 33.000 m², iniziò. una scuola pubblica inaugurata il 10 luglio 1864 con appena 32 studentesse e fu definita "Opera pia a carattere laicale".

Le iscritte aumentavano di anno in anno fino a diventare circa 700 negli anni settanta del XIX secolo. La formazione partiva dalla scuola elementare all'istituto magistrale, affiancata a classi di lavori domestici e di varia natura artistico-manuale: tipica espressione di una formazione mirata alla persona femminile, quali sartoria, ricamo, crestaia e produzione di fiori artificiali.

Nel 1895, viste le precedenti istituzioni di nuovi corsi formativi (lingua francese, computisteria, canto corale e altro ancora), l'ente ottenne il riconoscimento come istituto universitario di magistero pareggiato femminile.

Con la trasformazione delle facoltà di Magistero in facoltà di Scienze della formazione, avvenuta nel 1995, l'istituto divenne un istituto universitario a ordinamento speciale, assumendo la denominazione di "Istituto universitario Suor Orsola Benincasa". Aveva già cessato di essere solo femminile.

A seguito della riforma universitaria del 1999 ha assunto l'attuale denominazione.

Retta da un ente morale laico, l'Università Suor Orsola Benincasa risulta oggi essere la più antica università non statale d'Italia[senza fonte].

Uno degli ingressi del complesso

Conta tre facoltà.

Dal maggio 2011 rettore è l'ordinario di sociologia giuridica Lucio d'Alessandro.

Persone legate alla Suor Orsola Benincasa[modifica | modifica wikitesto]

Museo e gabinetto delle stampe[modifica | modifica wikitesto]

Aula Magna
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Museo d'arte della fondazione Pagliara.

Oltre ad un museo d'arte, non visitabile al pubblico, l'istituto custodisce anche una collezione di stampe e disegni di un certo rilievo. Fra i disegni ve ne sono alcuni attribuibili a Luca Giordano e a Francesco Solimena. Presenti inoltre numerosi autori dell'Ottocento napoletano.

Il corpus delle incisioni è costituito da circa 15.000 pezzi, dal XVI al XIX secolo, tra cui anche opere di Tempesta, Canaletto e Piranesi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ateneo: Suor Orsola Benincasa su Anagrafe Nazionale Studenti. URL consultato il 24 luglio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]