Telepiù

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la rivista omonima dedicata ai programmi televisivi, vedi Telepiù (rivista).
Telepiù S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 20 ottobre 1990
Fondata da Silvio Berlusconi, Vittorio Cecchi Gori, Leo Kirch e altri
Chiusura 30 luglio 2003
Settore media
Prodotti pay TV

Telepiù S.p.A. (inizialmente S.r.l.) è stata un'azienda italiana attiva nel settore televisivo dal 1990 al 2003. In 13 anni d'attività ha offerto, per il mercato italiano, una serie di piattaforme televisive a pagamento per la televisione analogica terrestre e digitale satellitare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Telepiù è stata la prima azienda a portare la pay TV in Italia, anche se 20 anni dopo le prime offerte di pay TV (negli Stati Uniti). È stata però la prima in Europa ad offrire una piattaforma televisiva a pagamento per la televisione digitale satellitare, e soltanto un anno e mezzo dopo la prima in assoluto al mondo, la statunitense DirecTV.

Ha trasmesso sulle frequenze precedentemente occupate da Tele Capodistria. Il primo programma trasmesso in criptato è stato il film Blade Runner di Ridley Scott, trasmesso su TELE+1 allo scadere della mezzanotte del 1º giugno 1991.

Inizialmente i canali di telepiù erano tre: TELE+1 dedicato al cinema, TELE+2 dedicato allo sport, TELE+3 dedicato alla cultura e all'intrattenimento. Non esistendo in commercio televisori che implementano al proprio interno lo standard utilizzato per crittografare il segnale tv, per poter fruire del servizio a pagamento era necessario un set-top box.

Nel 1997 TELE+1, TELE+2, e TELE+3, cambiarono nomi in TELE+NERO, TELE+BIANCO e TELE+GRIGIO.

Piattaforme televisive offerte[modifica | modifica wikitesto]

Per la TV terrestre:

  • TELE+ (dal 20 ottobre 1990 al 30 luglio 2003)

Per la TV satellitare:

I canali[modifica | modifica wikitesto]

Tele+ è arrivato ad offrire fino a 40 canali agli abbonati.

I canali principali erano i canali Premium, TELE+BIANCO, TELE+NERO, TELE+GRIGIO e i successivi Tele+ 16/9 e Tele+ 30. I Premium trasmettevano tutte le grandi anteprime cinematografiche e il grande calcio in diretta.

Palco era la pay per view del gruppo: con 16 canali era la prima Pay TV italiana.

Disney Channel e Discovery Channel erano le grandi pietre focali dei canali tematici, che completavano l'offerta con altri 20 canali, comprese alcune partecipazioni Rai.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione