Principato di Galizia-Volinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principato di Galizia-Volinia
Principato di Galizia-Volinia – Bandiera Principato di Galizia-Volinia - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficiale Галицько-Волинське королівство
Lingue parlate
Capitale Volodymyr, Halyč, Cholm, Leopoli
Politica
Forma di Stato Monarchia
Forma di governo
Nascita 1199
Fine 1349
Territorio e popolazione
Principato di Galizia-Volinia - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da Principato di Halych
Principato di Volinia
Succeduto da Granducato di Lituania
Regno di Polonia

Il Principato di Galizia–Volinia o Halyč–Volinia[1] in ucraino: Галицько-Волинське князівство, Королівство Руське?, in latino: Regnum Rusiae, fu uno stato abitato da ruteni in Galicia e Volinia esistito dal 1199 al 1349. A seconda del regnante venne chiamato, di volta in volta, principato o regno. Ebbe come co-capitali Halyč e Volodymyr-Volyns'kyj.

La Galizia-Volinia occidentale si estendeva fra i fiumi San e Wieprz in quello che è oggi il sud-est della Polonia, mentre i territori orientali coprivano le paludi del Pripjat', oggi in Bielorussia e quelli settentrionali il Buh Meridionale, nell'attuale Ucraina. All'epoca, confinava con quella che è oggi Navahrudak, il Granducato di Lituania, il Principato di Turov-Pinsk, Principato di Kiev, il Khanato dell'Orda d'Oro, Regno di Ungheria, Regno di Polonia, Principato della Moldavia e lo Stato Monastico dei Cavalieri Teutonici.

Assieme alla Repubblica di Novgorod ed al Principato di Vladimir-Suzdal, fu uno dei tre maggiori stati che derivarono dal dissolvimento della Rus' di Kiev.


Principi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiamato anche Galizia–Volinia, Halyč–Volinia, Galizia–Volinia o Galyč–Volyn

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]