Černihiv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Černihiv
comune
Чернігів
Černihiv – Stemma
Localizzazione
Stato Ucraina Ucraina
Oblast Flag of Chernihiv Oblast.svg Černihiv
Distretto Non presente
Territorio
Coordinate 51°30′N 31°18′E / 51.5°N 31.3°E51.5; 31.3 (Černihiv)Coordinate: 51°30′N 31°18′E / 51.5°N 31.3°E51.5; 31.3 (Černihiv)
Superficie 79 km²
Abitanti 297 402 (2010)
Densità 3 764,58 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 14000-
Prefisso + 380 462
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Černihiv
Černihiv – Mappa
Sito istituzionale

Černihiv, (in ucraino Чернігів, in russo: Чернигов?, traslitterato: Černigov) è una città dell'Ucraina, capoluogo dell'oblast' omonimo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città viene menzionata per la prima volta in un trattato di pace tra l'Impero Bizantino ed il Rus' di Kiev risalente al 907 ma si suppone che essa debba essere esistita almeno a partire dal IX secolo, a causa di alcuni ritrovamenti archeologici in un insediamento dove sono stati trovati manufatti appartenenti alla popolazione cazara. Verso la fine del X secolo la città testimonia la presenza di propri governanti locali e fu nel suo territorio che intorno a quest'epoca venne eretto il Tumulo nero, un tumulo dove vennero ritrovati sepolti alcuni principi (knjaz) locali.

All'interno della parte meridionale del Rus' di Kiev la città raggiunse un'importanza notevole soprattutto dal punto di vista economico. A partire dagli inizi dell'XI secolo essa divenne sede del Gran Principato di Černihiv i cui regnanti rivaleggiarono in potere e grandezza con i Grandi Principi di Kiev. Durante il periodo del suo massimo splendore il Principato di Černihiv era il più grande del Rus' di Kiev, e comprendeva non solo le città della storica regione ucraina di Severia, ma regione molto remote come Principato di Murom, Rjazan' e Tmutarakan. L'età d'oro di Černihiv, quando i suoi abitanti raggiunsero la vetta di 25.000 unità, durò fino al 1239, quando la città venne invasa e messa al sacco dalle orde mongole di Batu Khan. Dopo un periodo terribilmente oscuro, la città divenne parte inegrante del Granducato di Lituania nel 1353. Nel 1482 il khan del Khanato di Crimea Meñli I Giray mise nuovamente Černihiv a ferro e fuoco, ed una seconda volta nel 1497. Tra il XV e il XVII secolo la città cambiò i suoi conquistatori diverse volte, passando dalla Lituania, il Granducato di Moscovia (tra il 1408 ed il 1503), la Confederazione Polacco-Lituana (fino al 1648), fino a quando nel 1667 il Trattato di Andrusovo non diede la città alla sovranità russa, diventando un importante centro dell'Etmanato cosacco. Con l'abolizione di quest'ultimo, Černihiv divenne un centro amministrativo regionale all'interno dell'Impero Russo, retta da un Governatore Generale nominato direttamente da San Pietroburgo. Dal 1797 essa divenne la capitale della cosiddetta Piccola Russia che dal 1802 venne suddivisa Governatorati di Černigov e Poltava.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

L'architettura monumentale della città di Černihiv testimonia due diversi periodi di prosperità nella storia di questa città, il periodo di appartenenza al Rus' di Kiev (XI e XII secolo) e quello dell'Etmanato cosacco (tra la fine del XVII secolo e gli inizi del XVIII).

La chiesa più antica di tutta la città e dell'intera Ucraina è la cattedrale del Santissimo Salvatore, commissionata intorno al 1030 da Mstislav di Černigov, il primo sovrano della città di cui si ha testimonianza, ma la chiesa venne completata solo molto più tardi da Jaroslav il Saggio.

La cattedrale dei Santi Boris e Gleb risale invece alla metà del XII secolo e venne ricostruita numerose volte nel corso della sua storia prima di essere definitivamente restaurata nel XX secolo. Completamente costruita in mattoni, la chiesa ha una sola navata a otto pilastri. La chiesa di Santa Paraskeba è un altro piccolo capolavoro degli artisti che lavorarono a Černihiv, edificata intorno al XII secolo, venne quasi interamente distrutta durante la Seconda guerra mondiale, ma subì una attenta e studiata ricostruzione per opera dell'architetto e storico dell'arte Peter Baranovsky che ne curò il restauto riportandola al suo aspetto originario.

Tra i più importanti palazzi residenziali occorre citare quelli edificati intorno al XVII secolo, periodo nel quale i Cosacchi erano di stanza nella città. Per questo motivo i due palazzi più importanti sono il palazzo del Polkovnyk (alto ufficiale) Lyzohub (edificato intorno al 1690) e del Polkovnyk Polubutok (edificato intorno al 1700).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]



Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina