Tibisco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Tisa" rimanda qui. Se stai cercando il comune della Repubblica Ceca, vedi Tisá.
Tibisco
Tibisco
Il Tibisco presso Szeged
Stati Ucraina Ucraina
Romania Romania
Ungheria Ungheria
Slovacchia Slovacchia
Serbia Serbia
Lunghezza 976 km
Portata media a Seghedino 820 m³/s
Bacino idrografico 157186 km²
Nasce Carpazi
Sfocia Danubio

Il Tibisco (Tisza, in ungherese; in ucraino Тиса; in rumeno, slovacco e serbo Tisa; in tedesco Theiß) è un affluente di sinistra del Danubio. È lungo 976 km ed ha un bacino fluviale di circa 157.186 km².

Due corsi d'acqua confluiscono dando vita al Tibisco, essi sono chiamati Tibisco Bianco e Tibisco Nero, nascono sui Carpazi, in Ucraina. Il Tibisco, dall'Ucraina entra in Ungheria, toccando appena anche i confini di Romania e Slovacchia; dopo aver attraversato l'Ungheria, entra nella Serbia e qui affluisce nel Danubio. Costituisce inoltre il confine tra le regioni serbe di Bačka e del Banato.

I nomi con cui fu conosciuto nell'antichità, compreso il latino, sono: Tibiscus, Tissus, Tisia, Pathissus, Parthiscus.

La regimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzato da un regime irregolare, il Tibisco ha una portata di 825 m³/s.

La lunghezza del Tibisco era di 1429 km. Attraverso la Grande Pianura Ungherese, una delle più grandi pianure dell'Europa centrale, costretto dalla planarità del territorio a scorrere molto lentamente e formare numerose curve, tornanti e meandri, il fiume provocava numerose inondazioni.

Dopo diversi esperimenti in scala ridotta István Széchenyi organizzò la "regimentazione del Tibisco" ("a Tisza szabályozása") che iniziò il 27 agosto 1846, secondo i piani dell'ingegnere Pál Vásárhelyi (1795-1846). Dopo la morte di Vásárhelyi i piani furono modificati da Pietro Paleocapa e la regimentazione di fatto finì nel 1880. Il risultato fu che la nuova lunghezza del fiume divenne di 976 km, con 589 km di "canali morti" e 136 km di nuovo letto fluviale.

La lunghezza totale del sistema di protezione dalle piene del fiume raggiunge i 2940 km (oltre ai 4220 km di tutti i fiumi ungheresi protetti) e costituisce uno dei maggiori sistemi di protezione dalle piene d'Europa; più grande di quello olandese, lungo 1500 km, di quello del Po (1400 km) e di quello della valle della Loira (480 km).

Il "Lago del Tibisco"[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni ottanta la costruzione dell'invaso Kisköre cominciò con il proposito di contribuire al controllo delle piene e contemporaneamente immagazzinare acqua per le stagioni secche. Venne così a formarsi il Lago del Tibisco (Tisza-tó) che è divenuto una delle più popolari attrazioni turistiche della zona.

Navigazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Tibisco è navigabile per gran parte del suo corso. Il fiume è stato aperto alla navigazione internazionale solo recentemente; prima, l'Ungheria distingueva tra "fiumi nazionali" e "fiumi internazionali", indicando se navi non ungheresi fossero autorizzate o no. Dopo l'ingresso dell'Ungheria nell'Unione Europea, questa distinzione è stata tolta e tutte le imbarcazioni sono ammesse a navigare il Tibisco.

Le condizioni di navigazione differiscono a seconda delle circostanze: in periodo di piena, a volte può non essere navigabile, così come in periodo di estrema secca. (Fonte: NoorderSoft Waterway Database)

Affluenti e subaffluenti[modifica | modifica wikitesto]

Il corso del Tibisco

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Szeged ()

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina