Phil Masinga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Phil Masinga
Dati biografici
Nome Philemon Raul Masinga
Nazionalità Sudafrica Sudafrica
Altezza 187 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2002
Carriera
Giovanili
Kaizer Chiefs Kaizer Chiefs
Squadre di club1
1990-1991 Jomo Cosmos Jomo Cosmos  ? (?)
1991-1993 Mam. Sundowns Mam. Sundowns  ? (?)
1993-1995 Leeds Leeds 28 (5)
1995-1996 San Gallo San Gallo 10 (0)
1996-1997 Salernitana Salernitana 16 (4)
1997-2001 Bari Bari 75 (24)
2001-2002 Al-Wahda Al-Wahda  ? (?)
Nazionale
1992-2001 Sudafrica Sudafrica 58 (18)
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Oro Sudafrica 1996
Argento Burkina Faso 1998
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Philemon Raul Masinga- noto come Phil Masinga - (Klerksdorp, 28 giugno 1969) è un ex calciatore sudafricano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Nacque a pochi chilometri da Johannesburg in una famiglia piccolo borghese (la madre Selina dirigeva un distributore di benzina) e crebbe calcisticamente nello Jomo Cosmos. Dopo aver giocato due anni nella massima serie della sua nazione con il Mamelodi Sundowns, nel 1993 venne acquistato per 275.000 £[senza fonte] dagli inglesi del Leeds: con lo United, egli disputò due campionati di Premiership collezionando 28 presenze e 5 reti.

L'arrivo in Italia[modifica | modifica sorgente]

Dopo l'esperienza con il San Gallo in Svizzera arrivò alla Salernitana, che disputava il campionato di Serie B. Alla settima giornata di ritorno segnò la prima delle 4 reti (in 16 presenze), decisive per la salvezza della squadra. Nell'ottobre del 1997 Masinga venne ingaggiato dal Bari, squadra all'epoca di Serie A in cui avrebbe dovuto fare coppia con Nicola Ventola: il giorno in cui il suo compagno subì un gravissimo infortunio contro l'Empoli si sbloccò segnando una doppietta.[senza fonte]

I Mondiali 1998[modifica | modifica sorgente]

La stagione 1997-1998, che egli concluse con un bottino di 9 reti, gli permise di essere convocato stabilmente nella Nazionale sudafricana, con cui aveva già disputato la Coppa d'Africa nel 1996; con i "Bafana-Bafana" prese parte anche ai Mondiali del 1998 disputatisi in Francia, uscendo al primo turno.

Altri tre anni al Bari[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 1998-1999 realizzò 11 reti in campionato. L'annata successiva però presentò delle complicazioni per il giocatore sudafricano che a causa di un infortunio fu costretto a stare fuori dal campo per molto tempo , in questa stagione ha segnato 1 rete in Serie A. In seguito, l'esplosione di Antonio Cassano lo costrinse ad una forzata panchina che, nella stagione 2000-2001, gli consentì di disputare solo pochi match, impreziositi da tre marcature. Nell'estate del 2001, con il Bari retrocesso in serie B, egli lascia la Puglia e si trasferisce in Arabia Saudita: in totale con i galletti scese in campo 74 volte, segnando 24 reti.

Dal 2001 ad oggi[modifica | modifica sorgente]

Per qualche mese Masinga disputa il campionato arabo con l'Al-Wahda, realizzando molti gol. Nel 2002 decide di ritirarsi dal calcio agonistico.

In seguito è divenuto un dirigente della Federazione calcistica del Sudafrica ed ha fatto parte del comitato organizzativo per la candidatura dei Mondiali in Sud Africa nel 2010.[senza fonte]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]