Krisma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Krisma
Paese d'origine Italia Italia
Genere New wave
Rock sperimentale
Post-punk
Synth pop
Periodo di attività 1976-2015
Album pubblicati 14
Studio 13
Live 1
Raccolte 3
Sito web

I Krisma, inizialmente noti come Chrisma, acronimo nato dall'unione delle prime lettere dei nomi degli artisti componenti, Christina Moser e Maurizio Arcieri, sono stati un duo musicale italiano nato nel 1976, famoso per le sue sperimentazioni rock.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto nasce da un'idea di Maurizio Arcieri (già cantante nel gruppo beat New Dada e poi cantante solista negli anni sessanta) che forma il duo con Christina Moser e si dà prima ad una musica dalle forti connotazioni punk e poi ad un'elettronica d'avanguardia caratterizzata da ritmi a volte ossessivi, scelte musicali pionieristiche e dalla grande importanza data al look e all'aspetto visivo della loro musica.

La loro attività inizia nel 1976 con la pubblicazione di un singolo intitolato Amore, un brano dalla forte connotazione sensuale, così come il singolo pubblicato nel 1977, intitolato U, reinterpretazione della famosa canzone degli Odissey, Who pubblicata nel 1974. Questi due lavori risultano piuttosto lontani dallo stile musicale che contraddistinguerà la musica di Maurizio e Christina nel prosieguo della loro carriera.

Nel 1977 il duo incide il primo album, Chinese Restaurant, prodotto Nico Papathanassiou, fratello di Vangelis degli Aphrodite's Child di cui il singolo Lola ha un discreto successo. In questo periodo i Krisma vengono influenzati dal movimento punk: i due sfoggiano look e atteggiamenti punk (profonda sensazione creerà il gesto di Maurizio che, durante un concerto, si ferisce con una lametta da barba rischiando di perdere un dito).

Nel 1979 arriva Hibernation, sempre prodotto da Nico Papathanassiou, e nel 1980 Cathode Mama, con cui si concretizza la loro svolta elettro-pop anche grazie all'ingresso nella formazione di Hans Zimmer (Ultravox, The Buggles): è in questo periodo che arriva il successo commerciale. Cambiano poi nome in Krisma e nel 1980 pubblicano l'album Cathode Mamma con brani come Many Kisses, la loro più grande hit, o Cathode Mamma. Negli anni successivi Maurizio e Christina, tornati ad essere un duo, si trasferiscono definitivamente a Londra, e pubblicano Clandestine Anticipation (un concept album dedicato all'acqua in tutte le sue forme), per poi giungere a New York e pubblicare l'album Fido (reintitolato Nothing to Do with the Dog per il mercato italiano e, a causa della rottura dei rapporti con Caterina Caselli, pubblicato non più dalla CGD[1] ma dalla Franton Music di Francesco Sanavio e Tony Tasinato[2]). Nel 1986 sarà la volta del ritorno in Italia, dell'album Iceberg e del singolo Signorina.

Del 1989 è l'ultimo lavoro in vinile, per l'etichetta di Vasco Rossi, Bollicine: Non ho denaro.

Nonostante i loro album abbiano una grande importanza anche nel dimostrare che la musica italiana negli anni ottanta era in grado di sperimentare e recepire le novità provenienti dal resto d'Europa[senza fonte], essi non sono sempre di facile reperibilità[In che senso?]: va comunque detto che nel 2001 è uscito un loro singolo (Kara) e nel 2002 è uscito un Greatest Hits con i loro pezzi più famosi reinterpretati.

Nella seconda metà degli anni novanta sono ospiti fissi delle serate del Cocoricò di Riccione, nelle quali Maurizio Arcieri si produce in sperimentazioni sonore realizzate con il software Re-Birth.

Negli ultimi anni hanno lavorato con i Subsonica (con cui hanno duettato in Nuova ossessione) e con Franco Battiato (album Dieci stratagemmi); inoltre continuano a pubblicare musica via Internet.

Nel 2009 partecipano al festival «Mi ami ancora» al Leoncavallo di Milano mentre esce ChyberNation, un tributo per la netlabel Dischi Strambelly[3].

Ad ottobre del 2011 il tributo ChyberNation viene ripubblicato da Interno 4 Records in una nuova versione disponibile anche in CD ed accompagnato da un libro che contiene la prima biografia autorizzata del gruppo, una discografia ed una lunga intervista esclusiva, sotto l'egida di Joyello Triolo e con una prefazione curata da Luca Frazzi.

Nel 2012 tornano live aprendo alcuni concerti di Franco Battiato accompagnati dal giovane Pika Palindromo. Il gruppo ha concluso le sue attività nel 2015, con la morte di Maurizio Arcieri avvenuta il 29 gennaio.[4]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

I Krisma sono stati praticamente la prima band in Italia a fare videoclip[senza fonte]: è diventato famoso, suo malgrado, quello della canzone Aurora B, in cui i due simulano atti sessuali. I video tratti dall'album Clandestine Anticipation, sono stati girati in Indonesia.

A partire dagli anni novanta, i Krisma iniziano a collaborare con Rai 3 in programmi come Fuori orario, Pubblimania e Sat Sat. Collaborano inoltre con MTV e France 2 e appaiono frequentemente nel programma di Red Ronnie Be Bop a Lula.

Olre a dedicarsi ad installazioni artistiche, lavorano con Marco Ferreri per il film Nitrato d'argento (1996).

Nel 1998, sfruttando il loro interesse per le trasmissioni satellitari, irradiano via satellite KrismaTV, un'emittente curata da loro in cui immagini di ogni sorta vengono miscelate con motivi musicali.

Da gennaio 2009 sono nel cast fisso di Chiambretti Night, il programma che segna la prima collaborazione di Piero Chiambretti con Italia 1.

Nel 2011 sono vittima di uno scherzo delle Iene, al seguito del quale un componente del gruppo sferra un pugno all'inviato del programma televisivo.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Come Chrisma[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1976 - Amore / Sweet Baby Sue - Polydor
  • 1977 - U part. I / U part. II - Polydor
  • 1977 - Lola / Black Silk Stocking - Polydor
  • 1977 - C-Rock / Mandoya - Polydor
  • 1979 - Gott Gott Electron / Vetra Platz - Polydor
  • 1979 - Aurora B. / Hibernated Nazi - Polydor

Come Krisma[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1980 - Many Kisses / Rien Ne Va Plus - Polydor
  • 1980 - Cathode Mamma / R.rock - Polydor
  • 1982 - Water / Samora Club - CGD
  • 1983 - Nothing To Do With The Dog / Find A Friend - Franton Records
  • 1985 - Be Bop / Be Bop (rep.) - Carosello
  • 1985 - Iceberg / Skyline - Carosello
  • 1987 - Signorina / Hotta Choccolata - Carosello
  • 2001 - Kara - Alice records

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Hit parade singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1977 - U
  • 1978 - Lola (#13)
  • 1980 - Many kisses (Tirana love lunch) (#3)
  • 1987 - Signorina (#42)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://fabiobozzato.wordpress.com/2013/09/21/tony-tasinato-tributo-dalla-citta-che-non-lo-amava/
  2. ^ http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/VENEZIA/l_addio_a_tony_tasinato_talent_scout_di_artisti_lanci_ograve_patty_pravo_e_le_orme/notizie/260007.shtml
  3. ^ Il tributo ai Krisma in free download su www.rockit.it. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  4. ^ http://www3.varesenews.it/varese/addio-a-maurizio-arcieri-un-faro-della-musica-italiana-305291.html

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Krisma
  • Alessandro Bolli, Dizionario dei Nomi Rock, Padova, Arcana editrice, 1998, ISBN 978-88-7966-172-0.
  • Marco Philopat, Lumi di punk: la scena italiana raccontata dai protagonisti, Agenzia X, 2006.
  • Joyello Triolo, "Chybernation" con allegato Cd audio 16 tracce e 2 inediti dei Krisma, NdA Press 2011, ISBN 978-88-89035-48-1.
  • Livia Satriano, Gli altri Ottanta. Racconti dalla galassia post-punk italiana, Milano, Agenzia X, 2014, ISBN 978-88-95029-99-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • KrismaTv - Sito ufficiale dei Krisma
  • Krisma Music - Sito ufficiale per news, press, video, podcast