Klemm Kl 25

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Klemm L 25
Klemm Kl 25
Il Klemm L 25 a D-EFTE esposto al Salone aeronautico di Berlino - ILA 2006
Il Klemm L 25 a D-EFTE esposto al Salone aeronautico di Berlino - ILA 2006
Descrizione
Tipo aereo da turismo
aereo da addestramento
Equipaggio 1
Progettista Hanns Klemm
Robert Lusser
Costruttore Germania Germania Klemm
Data primo volo 1928
Utilizzatore principale Germania Luftwaffe
Esemplari circa 600
Sviluppato dal Klemm L 20
Altre varianti Klemm L 26, poi Kl 26
British Klemm Swallow
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,50 m
Apertura alare 13,00 m
Altezza 2,05 m
Superficie alare 20,00
Peso a vuoto 420 kg
Peso carico 720 kg
Passeggeri 1
Propulsione
Motore un Hirth HM 60R
Potenza 80 PS (59 kW)
Prestazioni
Velocità max 160 km/h al livello del mare
Velocità di crociera 140 km/h
Velocità di salita 192 m/min
a 1 000 m in 5 min 48 s
Autonomia 650 km
Tangenza 4 800 m
Note dati riferiti alla versione Kl 25 D VII R

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 3)[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Un'altra vista del Klemm L 25 a
Vista frontale

Il Klemm L 25, ridesignato successivamente dall'RLM Kl 25, era un monomotore da turismo e da addestramento biposto ad ala bassa a sbalzo, prodotto dalla tedesca Leichtflugzeugbau Klemm GmbH a partire dal 1928 e successivamente realizzato su licenza dalla britannica British Klemm Aeroplane Company, poi British Aircraft Manufacturing Co., e negli Stati Uniti d'America dalla Aeromarine Klemm Co., una controllata della Aeromarine Plane and Motor Company.

Destinato al mercato dell'aviazione generale, venne utilizzato, oltre che da utenti civili, nelle scuole di volo della Luftwaffe durante il periodo prebellico.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Il Kl 25 era un velivolo dall'aspetto convenzionale, basato sulle esperienze fatte sui precedenti Klemm L 15 ed L 20. Era dotato di una fusoliera realizzata in legno con rivestimento di pannelli in compensato, con abitacoli aperti in tandem, che terminava in un piano di coda dall'impennaggio monoderiva. L'ala bassa era montata a sbalzo ed incorporava un carrello d'atterraggio fisso, completato da un pattino d'appoggio posteriore. Pur mantenendo negli anni un aspetto fondamentalmente identico, nelle sue ben 30 versioni venne dotato di diverse tipologie di motori sia radiali che in linea, tutte collegate ad un'elica bipala in legno. Inoltre subì un allungamento alare che lo portò dagli originari 10,5 m ai successivi 13 m. Anche le varie motorizzazioni contribuirono a differenziare i vari modelli nel valore di peso massimo al decollo variabile da 620 a 720 kg e di velocità massima, variabile tra i 150 ed i 160 km/h, pur mantenendo l'ottimo valore dei soli 50 km/h necessari per staccarsi da terra.

Paragonato ai velivoli di pari caratteristiche in produzione a quel tempo, il Kl 25 era caratterizzato da una superiore semplicità costruttiva il che lo rese molto popolare anche per la ridotta necessità di manutenzione. Secondo l'opuscolo di vendita, al Kl 25 era richiesto solo il 25% della potenza del motore per mantenerlo in volo al contrario dei biplani che necessitavano del 50% delle sue risorse.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Germania Germania
Germania Germania

Produzione su licenza[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito Regno Unito

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Bolivia Bolivia
Germania Germania
Germania Germania
Perù Perù
Romania Romania
Spagna Spagna
Spagna Spagna
Spagna Spagna
Spagna Spagna
Ungheria Ungheria

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 264-265
  2. ^ a b c d (ES) Klemm L 25 in Ejército del Aire, http://www.ejercitodelaire.mde.es/ea/pag. URL consultato l'11 febbraio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) David Mondey, The Concise Guide to Axis Aircraft of World War II, London, Chancellor, 1996, ISBN 1-85152-966-7.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 3, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5467-9.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Immagini[modifica | modifica sorgente]