Heinkel He 118

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heinkel He 118
Heinkel He 118.jpg
Descrizione
Tipo bombardiere in picchiata
Equipaggio 2
Progettista Siegfried e Walter Günter
Costruttore Germania Heinkel
Data di accettazione 1935 [1]
Data primo volo 14 febbraio 1936 [1]
Esemplari 15
Dimensioni e pesi
Lunghezza 11,80 m
Apertura alare 15,00 m
Altezza 3,10 m
Superficie alare 37,70
Peso a vuoto 2 450 kg
Peso carico 3 775 kg
Propulsione
Motore un Daimler-Benz DB 600 C
Potenza 880 PS (647 kW)
Prestazioni
Velocità max 395 km/h a 4 000 m
Velocità di crociera 325 km/h
Velocità di salita a 4 000 m in 13 min 12 s
Autonomia 1 250 km
Tangenza 8 500 m
Armamento
Mitragliatrici 2 MG 17 calibro 7,92 mm
una MG 15 calibro 7,92 mm
Bombe 500 kg

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 2)[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Heinkel He 118 fu un bombardiere in picchiata monomotore ad ala di gabbiano rovesciata sviluppato dall'azienda aeronautica tedesca Ernst Heinkel Flugzeugwerke AG negli anni trenta.

Realizzato per rispondere alla richiesta del Reichsluftfahrtministerium (RLM) venne scartato in favore dello Junkers Ju 87 Stuka ma pur non essendo stato avviato alla produzione in grande serie ebbe un controverso ruolo nella progettazione del pari ruolo giapponese Yokosuka D4Y Suisei (Judy) e servì da banco di prova volante per il primo turbogetto ad essere impiegato in volo, l'Heinkel HeS 3.[1]

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Nel 1934 i fratelli Siegfried e Walter Günter lavorarono ad un progetto, l'Heinkel He 112, per soddisfare l'esigenza espressa dall'RLM per sostituire gli oramai obsoleti caccia biplani Arado Ar 68 ed Heinkel He 51. Parallelamente i due progettisti svilupparono un bombardiere che sfruttava le esperienze acquisite sul caccia ed al quale l'RLM assegnò la designazione ufficiale He 113. La costante insistenza di Ernst Heinkel, che non gradiva per scaramanzia che un suo velivolo portasse una sigla legata al numero 13, ottenne che il nuovo progetto fosse ridesignato He 118.[3] L'inutilizzata designazione He 113 venne in seguito sfruttata a scopo propagandistico e controinformazione.

Nel 1936 l'RLM emise una specifica per la fornitura di un nuovo velivolo ad alte prestazioni da impiegare nella cooperazione con i reparti dell'Heer. Tra le caratteristiche la configurazione monomotore e la necessità di effettuare azioni di bombardamento in picchiata con un carico bellico fino a 500 kg. Al bando si presentarono quattro aziende tedesche, l'Arado Flugzeugwerke con il suo Ar 81, l'Hamburger Flugzeugbau (la divisione aeronautica della Blohm & Voss) con il suo Ha 137, l'Heinkel con l'He 118 (che stavano già sviluppando) e la Junkers con lo Ju 87.

Come da prassi venne richiesto di fornire tre prototipi ai quali venne assegnata la designazione V seguito dal numero progressivo dell'esemplare.

Il primo realizzato, l'He 118 V1, venne equipaggiato con un motore di costruzione britannica, il Rolls-Royce Kestrel da 695 hp (518 kW), e terminato nel 1935 venne immatricolato D-UKYM e portato in volo per la prima volta il 14 febbraio 1936 dando fin dal principio dei risultati incoraggianti.[1]

Dopo le valutazioni comparative tra i modelli la Junkers e l'Heinkel ottennero una commessa di dieci aerei ciascuna, mentre gli altri due tipi vennero eliminati.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'He 118 era un velivolo dall'aspetto tradizionale, aerodinamicamente pulito, realizzato interamente in metallo e caratterizzato dalla configurazione monomotore monoplana ad ala bassa, biposto in tandem e carrello retrattile.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Heinkel He 118 in Jets45, http://tanks45.tripod.com/Jets45/Index.htm. URL consultato il 28 nov 2009.
  2. ^ Nowarra 1993, pp. 270-271
  3. ^ Henikel He.118 in Уголок неба

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 2, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5466-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]