Siebel Si 202

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Siebel Si 202
Descrizione
Tipo aereo da turismo
aereo da collegamento multiruolo
Equipaggio 2
Progettista Friedrich Fecher[1]
Costruttore Germania Siebel
Data primo volo maggio 1938
Utilizzatore principale Ungheria Magyar Királyi Honvéd Légierő
Esemplari 6
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,50 m
Apertura alare 6,40 m
Altezza 1,85 m
Superficie alare 14,0
Peso a vuoto 300 kg
Peso carico 520 kg
Propulsione
Motore un Salmson 9Ad
Potenza 45 PS (33 kW)
Prestazioni
Velocità max 155 km/h al livello del mare
Velocità di crociera 140 km/m
Velocità di salita a 1 000 m in 8 min 30 s
Autonomia 470 km
Tangenza 3 300 m
Note dati riferiti alla versione Si 202 A

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 4)[2]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Siebel Si 202 "Hummel" era un monomotore da turismo biposto sviluppato dall'azienda tedesca Siebel Flugzeugwerke WG nei tardi anni trenta.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il Si 202 era un velivolo dall'aspetto convenzionale; monomotore, monoplano e carrello fisso.

La fusoliera era caratterizzata da una cabina di pilotaggio chiusa a 2 posti affiancati, dotata da ampie finestrature rettangolari, e che terminava posteriormente in un impennaggio classico monoderiva dotato di piani orizzontali a sbalzo e di un unico equilibratore. Inizialmente la deriva era di forma squadrata ma sostituita successivamente, nelle versioni più recenti, da una di dimensioni maggiorate e forme arrotondate atta a migliorarne le caratteristiche.

L'ala era posizionata bassa ed a sbalzo, caratterizzata nelle prime versioni da estremità alari squadrate sostituite successivamente da una forma più arrotondata e che equipaggiarono i modelli più recenti. Il carrello d'atterraggio era fisso, di semplice costruzione, collegato alla parte inferiore della fusoliera ed integrato posteriormente da un pattino d'appoggio.

La propulsione venne affidata ad una serie di motorizzazioni diverse, con architettura radiale o in linea, sempre di modeste dimensioni, raffreddati ad aria e, pur erogando la modesta potenza tra i 45 ed i 60 PS, adeguati alle caratteristiche del velivolo, tanto da consentirgli il raggiungimento di un primato di altitudine per la categoria.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Ungheria Ungheria

Governativi[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Si 202V1-V4
4 prototipi che daranno origine alla versione A, il V3 motorizzato con un Walter Mikron II.
Si 202V11-V13
3 prototipi che daranno origine alla versione B.
Si 202 A
dotato di motore radiale Salmson 9 AD da 45 PS (33 kW).
Si.202 B
dotato di motore 4 cilindri in linea Zundapp 9-092 da 50 PS (37 kW).
Si.202 C
dotato di motore 4 cilindri in linea raffreddato ad aria Hirth HM 515 da 60 PS (44 kW). Questa versione era caratterizzata da misure leggermente più elevate, dalle estremità alari arrotondate e da una deriva dalle dimensioni sensibilmente maggiorate ed arrotondata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ German Aviation 1919-1945
  2. ^ Nowarra 1993, pp. 266-267

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) C. G. Gray, Leonard Bridgman, Jane's All the World's Aircraft 1938, Newton Abott, David & Charles [1938], 1972, ISBN 0-7153-5734-4.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 4, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5468-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]