Henschel Hs 126

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henschel Hs 126
Un Hs 126
Un Hs 126
Descrizione
Tipo aereo da ricognizione
Equipaggio 2
Costruttore Germania Henschel
Data primo volo 1936
Data entrata in servizio 1938
Utilizzatore principale Germania Luftwaffe
Esemplari oltre 600
Sviluppato dal Henschel Hs 122
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,85 m
Apertura alare 14,50 m
Altezza 3,75 m
Superficie alare 31,60
Peso a vuoto 2 030 kg
Peso carico 3 090 kg
Propulsione
Motore un radiale BMW Bramo 323A-1
Potenza 830 PS (610 kW)
Prestazioni
Velocità max 253 km/h al livello del mare
Autonomia 710 km
Tangenza 9 000 m
Armamento
Mitragliatrici una MG 15 calibro 7,92 mm
una MG 17 calibro 7,92 mm

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 3)[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Henschel Hs 126 era un monomotore da ricognizione ad ala alta a parasole prodotto dall'azienda tedesca Henschel Flugzeugwerke AG ed utilizzato dalla Luftwaffe durante la seconda guerra mondiale.

Sviluppato dal precedente Hs 122 rimase operativo fino alla sua sostituzione con i più moderni Focke-Wulf Fw 189.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

L'Hs 126 venne progettato per rispondere ad una specifica emessa dal Reichsluftfahrtministerium per la fornitura di un velivolo che potesse sostituire il precedente Heinkel He 46. Dopo una valutazione comparativa la commissione esaminatrice della Luftwaffe non ritenne che il velivolo rispondesse alle specifiche richieste e se ne richiese la riprogettazione. Il risultato fu la realizzazione di un nuovo modello dotato di una diversa ala e l'abitacolo posteriore riservato all'osservatore aperto.

L'Hs 126 venne immesso in servizio nel 1937 come modello di preserie A-0, in 10 esemplari. Il suo successo portò presto alla versione A-1, dotata di un motore radiale Bramo 323A-1 da 850 CV; due mitragliatrici, una MG 15 da 7,92 mm ed una MG 17 da 7,92 mm con compiti offensivi la prima e difensivi la seconda, erano lo standard di questo apparecchio, mentre due macchine fotografiche erano sistemate a bordo, una delle quali fissa e l'altra manovrabile dall'osservatore. Per il resto la struttura era metallica, un'ala alta, a parasole, elica tripala, motore stellare ed infine carrello d'atterraggio fisso carenato.

Sei esemplari parteciparono alla guerra civile spagnola, altri 16 vennero forniti alla Grecia, i quali se li ritrovarono come avversari nel 1941, per gli sviluppi della seconda guerra mondiale.

La versione migliorata Hs 126 B-1 apparve nell'estate del 1939, simile alla precedente ma con motore diverso. In seguito allo scoppio della guerra contro gli alleati nel 1939, partecipò attivamente alla guerra comportandosi bene.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Un Hs 126 in Sicilia, 1943.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Croazia Croazia
Germania Germania
Regno di Grecia Regno di Grecia
Estonia Estonia
Spagna Spagna

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 260-261

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enzo Angelucci, Paolo Matricardi, Guida agli Aeroplani di tutto il Mondo (Vol.4), Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 1979.
  • (EN) William Green, Warplanes of the Third Reich, 4th impression, London, Macdonald and Jane's Publishers Ltd. [1970], 1979. ISBN 0-356-02382-6.
  • (PL) Zbigniew Luranc, Henschel Hs 126 - Skrzydła w Miniaturze, Gdańsk, Poland, Wydawnictwo Avia-Press, 1995. ISBN 83-902964-0-3.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 3, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993. ISBN 3-7637-5467-9.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Nahaufklärer, 1910-1945: Die Augen des Heeres, Stuttgart, Motorbuch Verlag, 1981. ISBN 3-87943-808-0.
  • (EN) Robert Pęczkowski, Robert Panek, Henschel Hs 126, Sandomierz, Poland/Redbourn, UK, Mushroom Model Publications, 2008. ISBN 978-83-89450-40-1.
  • (EN) John Richard Smith, Antony J. Kay, German Aircraft of the Second World War, 7th edition, London, Putnam [1972], 1990. ISBN 0-85177-836-4.
  • (EN) Tony Woods, Bill Gunston, Hitler's Luftwaffe: A pictorial history and technical encyclopedia of Hitler's air power in World War II, London, Salamander Books Ltd., 1977. ISBN 0-86101-005-1.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]