Gotha Ka 430

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gotha Ka 430
vista d'artista di un Gotha Ka 430
vista d'artista di un Gotha Ka 430
Descrizione
Tipo aliante da trasporto tattico
Equipaggio 2
Progettista Albert Kalkert
Costruttore Germania Gothaer Waggonfabrik
Data primo volo 1944
Utilizzatore principale Germania Luftwaffe
Esemplari 12
Sviluppato dal Gotha Go 242
Dimensioni e pesi
Lunghezza 13,22 m
Apertura alare 19,50 m
Altezza 4,17 m
Superficie alare 39,90
Efficienza 1:14
Peso a vuoto 1 810 kg
Peso carico 4 600 kg
Capacità 12 persone
Prestazioni
VNE 320 km/h
Vt (velocità max al traino aereo) 300 km/h
Note dati relativi al prototipo Ka 430 V1

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 2)[1]

voci di alianti presenti su Wikipedia

Il Gotha Ka 430 era un aliante da trasporto tattico ad ala alta sviluppato dall'azienda tedesca Gothaer Waggonfabrik negli anni quaranta e rimasto allo stadio di prototipo[2].

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Nel 1943 la Gothaer Waggonfabrik decise di avviare lo sviluppo di un nuovo aliante da trasporto attingendo alle esperienze acquisite nella realizzazione del precedente Go 242 e da proporre al Reichsluftfahrtministerium (RLM), il ministero che nella Germania del periodo nazista sovraintendeva all'intera aviazione tedesca.

Il progetto venne affidato al direttore del proprio ufficio tecnico Albert Kalkert, il quale disegnò un velivolo che riproponeva l'impostazione del modello da cui derivava, realizzato in tecnica mista che abbinava una fusoliera con struttura portante realizzata in tubi d'acciaio saldati ricoperta di tela e strutture alari e di governo in legno, affinandone l'aerodinamica generale e riducendone le dimensioni generali. Dopo che vennero testati con successo alcuni particolari della struttura, la coda ed il portellone di carico posteriore, modificando un Go 242 A-2, l'RLM autorizzò l'avvio alla produzione di 30 esemplari di preserie indicati come Ka 430 A-0.

Il prototipo venne portato in volo per la prima volta nel corso del 1944 iniziando un ciclo di prove in volo al traino di Heinkel He 111 H e Junkers Ju 88 A.

Al termine della Seconda guerra mondiale la produzione si fermo alle sole 12 unità costruite, nessuna delle quali risulta essere mai stata utilizzata in operazioni durante il conflitto.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Germania Germania

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nowarra 1993, pp. 268-269
  2. ^ Nowarra 1993, p. 144

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Heinz J. Nowarra, German gliders in World War II, West Chester Pennsylvania, Schiffer Publishing Ltd., 1991, ISBN 0-88740-358-1.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 2, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5466-0.
  • (EN) Tony Woods, Bill Gunston, Hitler's Luftwaffe: A pictorial history and technical encyclopedia of Hitler's air power in World War II, London, Salamander Books Ltd., 1977, ISBN 0-86101-005-1.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]