Issi ben Judah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Issi ben Judah (in ebraico: איסי בן יהודה?, "Issi ben Yehuda", noto anche come Issi Ha-babli, lett. "Issi il Babilonese") (Babilonia, II secoloIII secolo) era un saggio ebreo rabbino Tanna, della 5ª generazione tannaitica (170 - 200 e.v.)[1].

Si trasferì da Hutzal, in Babilonia, per stabilirsi in Terra di Israele, per questo venne chiamato "Issi Ha-Babli" o "Jose l'uomo di Hutzal". Fu discepolo di Eleazar ben Shammua.

Noto per la sua opinione rabbinica positiva su "Alzati davanti a chi ha i capelli bianchi, onora la persona del vecchio" (Levitico 19:32), frase che altri saggi rabbinici interpretano come riferentesi soltanto agli "allievi anziani" (Talmid Chacham),[2] mentre secondo Issi si riferisce a tutti gli anziani.

Le sue opinioni in merito alla colpevolezza per trasgressioni dello Shabbat e sul diritto di mangiare nei vigneti altrui, sono registrate nelle cosiddette Megghilat Setarim ("Scrolli delle Cose Segrete"). Comunque, in entrambi i casi, tali sue opinioni sono rifiutate dai Rabbini.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Issi b. Yehudah" | איסי בן יהודה, Saggi del Talmud.
  2. ^ Talmid Chacham (ebraico: תלמיד חכם, "studente saggio" ; plur. Talmidei Chachamim; in ebraico talmudico Talmidh Ḥakham e Talmidhe Ḥakhamin) è un titolo onorifico dato a colui che è esperto di Legge ebraica, cioè ad uno studioso della Torah.
  3. ^ Bavli, Bava Metzia 92a; Shabbat 6b, 96b.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo