Eleazar ben Simeon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Eleazar ben Simeon (o Rabbi Eleazar figlio di Rabbi Simeon; in ebraico: אלעזר ברבי שמעון ?, lett. Eleazar beRabbi [figlio di Rabbi] Shimon, o רבי אלעזר בן שמעון , lett. Rabbi Eleazar ben [figlio di] Shimon) (Galilea, II secoloAkbara, ...) era un rinomato saggio ebreo, rabbino Tanna della 5ª generazione (170 - 200 e.v.),[1].

Contemporaneo di Rabbi Judah haNasi e figlio del rinomato Rabbi Shimon bar Yochai, uno dei personaggi principali dello Zohar. In giovinezza era ricercato dal governo romano allora al potere ma successivamente collaborò con esso in qualità di commissario della sicurezza e dell'ordine pubblico. Ci sono varie storie leggendarie sulla sua dimensione fisica insolita. Verso la fine della sua vita scelse di venir tormentato dal dolore quale penitenza per essere stato ai servizi dell'odiato Impero. Morì ad Akbara, nella Galilea settentrionale, ed alcune leggende raccontano dei molti miracoli che avvennero a nome suo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906.

JE cita la seguente bibliografia:
  • Bacher, Ag. Tan. ii. 400 et seq.;
  • Brüll, Mebo ha-Mishnah, i. 236;
  • Frankel, Darke ha-Mishnah, p. 199;
  • Hamburger, R. B. T. II. 159;
  • Jastrow, in Monatsschrift, 1882, pp. 195 et seq.;
  • Weiss, Dor, II. 185;
  • Zacuto, Yuḥasin, ed. Filipowski, p. 52b.

Controllo di autorità VIAF: 66326635