Judah ben Baba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Judah ben Baba (Israele, ... – ...) era un saggio ebreo, rabbino Tanna, del II secolo e.v., che ordinò numerosi rabbini in un'epoca in cui il governo romano proibiva tali cerimonie. La punizione inflitta era l'esecuzione dell'ordinante e dei nuovi ordinati.

Tra i rabbini ordinati da Rabbi Judah ben Baba c'era Judah ben Ilai. Rabbi Judah ben Baba fu ucciso dai romani di Adriano all'età di 70 anni ed è noto come uno dei "Dieci Martiri".[1] Rabbi Judah ben Baba fu catturato dai soldati dell'imperatore mentre stava ordinando i suoi studenti. Gridò a questi di scappare, ma lui era troppo anziano per farlo. I soldati gli lanciarono contro 300 giavellini, causandone la morte.

Contributi al Talmud[modifica | modifica wikitesto]

Judah ben Baba è citato in molti aforismi e leggende. Noto come "il Chassid", si afferma che ogniqualvolta nel Talmud si menziona "il Chassid", ci si riferisca o a lui o a Judah ben Ilai.[2]

È l'autore di numerose decisioni dell'Halakhah, inclusa quella che asserisce che un solo testimone della morte del marito sia sufficiente per giustificare il permesso alla moglie di risposarsi.[3] Rabbi Akiva fu il suo più forte oppositore nelle dispute halakhiche.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Dieci Martiri (ebraico: Aseret Harugei Malchut עשרת הרוגי מלכות) sono un gruppo di dieci rabbini che vissero durante l'era della Mishnah e furono martirizzati dai romani nel periodo dopo la distruzione del Secondo Tempio di Gerusalemme.
  2. ^ Jewish Encyclopedia, s.v. "Judah ben Baba".
  3. ^ Hamburger, "R. B. T." ii. 451.
  4. ^ Bacher, "Ag. Tan." i. 404.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Questa voce incorpora informazioni estratte da una pubblicazione ora nel dominio pubblico: Jewish Encyclopedia (1901–1906). Le note citate con nome di autore, provengono dalla rispettiva bibliografia s.v.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo