Eleazar ben Judah di Bartota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Eleazar ben Judah di Bartota (o Eliezer[1], Lazar[1] o Elazar[2]; invece di Bartota: Biria[1], Birta[1], Birtota[1], o Bartuta[2]; o in breve: Eliezer ben Judah o Eleazar di Bartota[3];ebraico: אלעזר בן יהודה איש ברתותא) (Israele, II secolo) era un saggio ebreo, rabbino Tanna della 3ª generazione (110 - 135 e.v.),[4].

Discepolo di Rabbi Joshua ben Hananiah e contemporaneo di Rabbi Akiva ben Joseph, col quale discusse spesso le dichiarazioni fatte a nome di Rabbi Joshua, dopodiché dava la sua versione di tali dichiarazioni. È registrato solo poche volte sulla Mishnah e sul Talmud, e nella metà di esse fornisce opinioni da parte del suo maestro rabbino.[5]. Il suo studente Gamaliel II parlava a suo nome[6], come anche Shimon bar Yochai, che era anche lui suo discepolo e offriva dichiarazioni a suo nome.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e ben Judah di Bartota ELEAZAR (ELIEZER, LAZAR) B. JUDAH DI BARTOTA (BIRIA, BIRTA, BIRTOTA) jewishencyclopedia.com; Article
  2. ^ a b BEIRUT, SIRIA jewishencyclopedia.com; Articolo
  3. ^ "ELEAZAR OF BARTOTA", jewishencyclopedia.com; Rinvio (EN)
  4. ^ Rabbi Elazar b. Yehudah of Bartota | רבי אלעזר בן יהודה איש ברתותא, Saggi del Talmud.
  5. ^ Mishnah, Trattato Tevoel Jom, ch. 3; Tosefta, Trattato Bechorot, cap. 7:6; Talmud babilonese, Trattato Pesahim, 13a.
  6. ^ Mishnah, Trattato Orlah, cap. 1, Mishnah 4.
  7. ^ Tosefta, Trattato Zavim, cap. 1:5.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906.