Yadua il Babilonese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
L'incidente dei cani, citato da Yadua nella Mishnah.

Yadua il Babilonese (in ebraico: ידוע הבבלי ‎[?], translitt.: Yadua HaBavli) (Babilonia, II secoloSiria, III secolo) era un rinomato saggio ebreo, rabbino Tanna della 5ª generazione (170 - 220 e.v.).

Discepolo del rinomato Rabbi Meir[1][2][3] e studente di Elisha ben Abuyah, uno dei principali Tannaim che poi divenne un eretico.[4]

  • Yadua il Babilonese disse a nome di Rabbi Meir: "Se [due cani vengono] da una sola direzione, il fatto non conta come incidente inevitabile ma se [vengono] da due direzioni differenti allora conta come incidente inevitabile."[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Raphael Halperin, Aṭlas ʻets-ḥayim, Heḳdesh Ruaḥ Yaʻaḳov, 1985, p. 203. URL consultato il 12 maggio 2012.
  2. ^ Nachman Zevi Getzow, על נהרות בבל, בדפוס מ. לוינסקי, 1878, p. 105. URL consultato il 12 maggio2012.
  3. ^ Accademie tannaitiche (EN)
  4. ^ "Parshas Vayera: Trusting Grace, di Rabbi Aron Tendler.
  5. ^ Mishnah Baba Metziah 7:9.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]