Idrottsföreningen Kamraterna Göteborg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IFK Göteborg
Calcio Football pictogram.svg
IFK Göteborg logo.png
Blåvitt (i Bianco-blu), Änglarna (gli Angeli), Kamraterna (i Compagni)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco (Strisce).png Bianco e blu
Dati societari
Città Göteborg
Paese Svezia Svezia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Sweden.svg SvFF
Fondazione 1904
Presidente Svezia Karl Jartun
Allenatore Svezia Mikael Stahre
Stadio Gamla Ullevi
(18.800 posti)
Sito web www.ifkgoteborg.se
Palmarès
Coppauefa.pngCoppauefa.png
Titoli nazionali 18 Campionati svedesi
Trofei nazionali 6 Svenska Cupen
1 Supercoppa di Svezia
Trofei internazionali 2 Coppe UEFA/Europa League
Si invita a seguire il modello di voce

L'IFK Göteborg, abbreviazione di Idrottsföreningen Kamraterna Göteborg (Compagnia delle Associazioni Sportive Göteborg), è una società calcistica svedese con sede nella città di Göteborg. Milita nell'Allsvenskan, la massima divisione del campionato svedese.

È una delle più importanti squadre di calcio svedesi, vincitrice di 2 Coppe UEFA negli anni ottanta.

La società è stata fondata il 4 ottobre 1904 ed ha vinto 18 titoli svedesi, 6 Svenska Cupen e 2 Coppa UEFA (1982 e 1987).

Con Malmö FF e AIK forma il trio delle maggiori squadre svedesi che hanno vinto un totale di 42 titoli nazionali. Sebbene sia il club più titolato della Svezia e dell'intera Scandinavia ha tuttavia giocato anche in seconda divisione, l'ultima volta nel 1976.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La miglior squadra di Svezia[modifica | modifica sorgente]

Il club venne fondato il 4 ottobre 1904, divenendo la trentanovesima società dell'associazione IFK. La prima ripartita disputata venne vinta per 4-1 contro l'altra formazione locale dell'IK Viking. La fondazione dell'IFK Göteborg fu un importantissimo evento calcistico per la città di Göteborg, dato che fino ad allora l'altro club cittadino, l'Örgryte IS, aveva dominato la scena sia cittadina che nazionale: nel 1907 l'IFK Göteborg divenne la prima squadra svedese a battere proprio l'Örgryte IS, che era imbattuto da quattro anni.

Nel 1908 l'IFK Göteborg vinse per la prima volta il campionato svedese, dopo aver vinto il torneo Svenska Mästerskapet, che oltre alla coppa omonima, sanciva anche il Campione di Svezia. Nello stesso anno la squadra partecipò per la prima volta nella sua storia a un match internazionale, contro i club danesi dello Østerbro BK e del Boldklubben af 1893.

Nel 1910 i giocatori scesero per la prima volta in campo con la divisa a righe bianco-blu, che da allora divenne quella ufficiale. Due anni dopo, nel 1912, durante un'amichevole, la squadra pareggiò per 1-1 contro la selezione olimpica svedese, e dopo questo risultato un giornale di Stoccolma nominò l'IFK Göteborg come "la migliore squadra di calcio svedese fino ad allora comparsa".[1]; titolo per lo meno meritato in quanto l'IFK Göteborg vinse la Svenska Serien per cinque volte consecutive dal 1913 al 1917. Nel 1924, in seguito alla modifica dei campionati, venne inaugurata la lega ufficiale svedese, l''Allsvenskan, e sempre nello stesso anno il "leggendario" Filip "Svarte-Filip" Johansson fece il suo debutto con gli angeli bianco-blu. La squadra terminò al secondo posto, ma Svarte-Filip si dimostrò subito come un grandissimo giocatore, segnando 29 gol in 22 gare, e vincendo la classifica dei goleador.

Gli anni bui[modifica | modifica sorgente]

L'IFK vinse la sua prima Allsvenskan nella primavera del 1935, dopo essere giunta per ben otto volte al secondo e al terzo posto del campionato. Tuttavia nella seconda metà degli anni trenta, il club entrò in crisi, e nel 1937-1938 (anche se per una sola stagione) venne retrocesso in seconda divisione. Anche per tutti gli anni quaranta il club visse tra alti e bassi, retrocedendo per la seconda volta nella sua storia. L'unica nota positiva di quegli anni fu la vittoria, nella stagione 1946-1947, del titolo di capocannoniere da parte di Gunnar Gren, che venne anche premiato con il Guldbollen, come miglior giocatore del campionato svedese, e con la vittoria della medaglia d'oro ai Giochi Olimpici del 1948.

Nel 1958 la squadra partecipò per la prima volta alla Coppa dei Campioni.

Dopo un altro decennio di passione, nel 1969 vinse nuovamente l'Allsvenskan; ma, sorprendentemente, l'anno seguente venne retrocessa in seconda divisione, dove rimase per ben tre stagioni, ritornando nella massima serie solamente nel 1976.

La rinascita e le nuove vittorie[modifica | modifica sorgente]

Nel 1978 venne nominato alla guida della squadra un giovane allenatore, Sven-Göran Eriksson, che introdusse il modulo 4-4-2 basato sulla "pressione e supporto", che subito si dimostrò efficace, consentendo al club, dopo decenni bui, di raggiungere il secondo posto nell'Allsvenskan, e di vincere per la prima volta nella storia la Svenska Cupen.

Il 1982 fu un anno particolare. Dopo un cambio di presidenza turbolento, la situazione era vicina alla bancarotta tanto che per la trasferta a Valencia per i quarti di finale della Coppa UEFA venne istituita una colletta tra i tifosi. Nonostante queste difficoltà la stagione si concluse con una vittoria dietro l'altra: l'ottava Allsvenskan, la seconda Svenska Cupen e, per la prima volta nel calcio svedese, la vittoria della Coppa UEFA 1981-1982 contro l'Amburgo.

I giocatori e i tifosi dell'IFK Göteborg festeggiano un gol contro i rivali dell'Örebro SK nel 2004.

La squadra negli anni seguenti venne ulteriormente rinforzata, proprio per meglio competere in ambito europeo, tanto da vincere consecutivamente i campionati svedesi del 1983 e 1984, e la Svenska Cupen del 1984. Nel 1986 la squadra raggiunse le semifinali della Coppa dei Campioni, persa ai rigori contro il Barcellona.

Nel 1987 una nuova covata di giovani campioni vinse, contro tutte le previsioni, la Coppa UEFA 1986-1987, contro gli scozzesi del Dundee United, e un nuovo titolo svedese.

L'era Gustafsson[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990, dopo aver allenato per ben sei anni nelle formazioni giovanili del club, venne promosso a dirigere la prima squadra Roger Gustafsson, in sostituzione di Gunder Bengtsson. Il giovane allenatore, allora appena trentottenne, portò alla vittoria di cinque Allsvenskan tra il 1990 e il 1995; anche a livello europeo il nuovo allenatore ben si comportò: il Göteborg infatti divenne la sorpresa dell'edizione del 1993 della Champions League: dopo aver battuto al turno preliminare lo Sparta Praga, nell'iniziale girone eliminatorio venne inserito con squadre del calibro del Manchester United, del Barcellona e del Galatasaray, e sorprendentemente, con 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta, terminò in testa al girone. La favola si concluse al turno successivo contro il Bayern Monaco, con uno 0-0 in trasferta e un amaro 2-2 in casa.

Il nuovo millennio[modifica | modifica sorgente]

Dopo i fasti precedenti la seconda metà degli anni novanta arrivarono un secondo posto nell'Allsvenskan del 1997 e un ottavo nel 1998, dopo aver acquistato diversi giocatori. Dal 2000, pur combattendo per le vittorie finali dei campionati del 2001, 2004 e 2005, la squadra ha veleggiato nelle posizioni di centro classifica.

Nella stagione 2007 con una rimonta finale, ritorna a vincere il campionato svedese dopo undici anni. Il 26 maggio 2013, vince la sua sesta Svenska Cupen battendo ai rigori il Djurgården.

Allenatori[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Allenatori dell'I.F.K. Göteborg.

Giocatori[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori dell'I.F.K. Göteborg.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

1908, 1910, 1918, 1935, 1942, 1958, 1969, 1982, 1983, 1984, 1987, 1990, 1991, 1993, 1994, 1995, 1996, 2007
1979, 1982, 1983, 1991, 2008, 2012-13
1913, 1914, 1915, 1916, 1917
1918, 1919
1908, 1910, 1918
2008

Coppe internazionali[modifica | modifica sorgente]

1981-1982, 1986-1987

Statistiche e record[modifica | modifica sorgente]

Partecipazioni alle coppe europee[modifica | modifica sorgente]

Organico[modifica | modifica sorgente]

Rosa[modifica | modifica sorgente]

aggiornata al 4 marzo 2014

N. Ruolo Giocatore
1 Svezia P John Alvbåge
2 Svezia D Emil Salomonsson
3 Svezia C Hampus Zackrisson
4 Norvegia D Kjetil Wæhler
5 Svezia C Philip Haglund
6 Svezia D Ludwig Augustinsson
9 Svezia C Martin Smedberg-Dalence
10 Brasile C Daniel Sobralense
11 Svezia A Robin Söder
12 Svezia P Marcus Sandberg
13 Svezia C Gustav Svensson
N. Ruolo Giocatore
14 Islanda D Hjálmar Jónsson
15 Svezia C Jakob Johansson
17 Svezia A Sam Larsson
18 Svezia C Darijan Bojanić
19 Svezia A Gustav Engvall
21 Senegal A Malick Mané
22 Svezia D Adam Johansson (vice capitano)
26 Sudafrica C May Mahlangu
27 Svezia C Joel Allansson
29 Danimarca C Lasse Vibe
30 Svezia D Mattias Bjärsmyr (capitano)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jönsson, p. 20.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio