Örebro Sportklubb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Örebro SK
Calcio Football pictogram.svg
Örebro SK Logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali
Dati societari
Città Örebro
Paese Svezia Svezia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Sweden.svg SvFF
Fondazione 1908
Presidente Rose-Marie Frebran
Allenatore Per-Ola Ljung
Stadio Behrn Arena
(14.500 posti)
Sito web www.orebro-sk.se
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Örebro Sportklubb, meglio noto come Örebro SK, è la principale squadra di calcio di Örebro, in Svezia.

Attualmente milita nella Allsvenskan.

La Behrn Arena, che ospita le partite interne, ha una capacità di 14.500 spettatori.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il club è stato fondato presso il Kafé National il 28 ottobre 1908[1], quando un gruppo di 79 giovani si staccò dalla società IFK Örebro a seguito di conflitti interni.

Nel 1909 la polisportiva vinse il suo primo torneo nel bandy, mentre la sezione relativa al calcio ha disputato il suo primo match nello stesso anno. Nel 1911 la squadra calcistica ha debuttato nella locale Örebro League, vincendo il torneo nel 1913. Nel 1920 ci fu l'esordio nella coppa valida per il titolo nazionale.

Nel 1922 cambiarono le divise del club, passando da un completo interamente nero all'attuale completo composto da maglia bianca e pantaloncini neri. Nel corso degli anni '20, l'Örebro ha oscillato tra la Division 1 e la Division 3, mentre negli anni seguenti ci fu un'alternanza tra Division 2 e Division 3. Fritjof Olsson fu il primo giocatore dei bianconeri a vestire la maglia della Nazionale.

La prima promozione nella massima serie arrivò nel 1946 dopo aver battuto il Surahammar ai playoff, ma la permanenza nella Allsvenskan durò solamente un anno. Stesso copione nel 1948, anno del 40º anniversario, anche in questo caso ci fu una retrocessione immediata. In occasione dei Mondiali 1958 organizzati proprio in Svezia, il difensore Orvar Bergmark vinse la medaglia d'argento, con il club relegato in seconda serie.

Nel 1960 il club ha venduto lo stadio Eyravallen (l'odierna Behrn Arena) al comune di Örebro, mentre la formazione bianconera è stata protagonista di un nuovo ritorno in Allsvenskan. L'anno successivo arrivò il miglior piazzamento storico dell'epoca, un 4º posto poi bissato anche nel 1967. Nel campionato 1969 il 2º posto sfumò a causa di una sconfitta all'ultima giornata, così ci fu un quinto piazzamento. Nel 1970 la squadra ha rischiato concretamente la retrocessione, ma la vittoria nello scontro diretto fece scendere i campioni in carica dell'IFK Göteborg. Dopo 18 stagioni consecutive in Allsvenskan, l'Örebro è retrocesso in Division 2 nel 1978.

In occasione dei campionati 1983 e 1984 la panchina fu affidata all'inglese Roy Hodgson, che lottò per la promozione senza centrare l'obiettivo in entrambi i casi. Nel 1986 la squadra fu vicina a scendere in terza serie, salvata solo dalla vittoria dei rivali del Västerås SK contro l'Enköpings SK.

Nel 1988 il tecnico Rolf Zetterlund portò Sven Dahlkvist in bianconero, giocatore destinato ad una lunga parentesi all'Örebro come giocatore prima e come allenatore poi. In quell'anno si realizzò il ritorno nella massima serie e, allo stesso tempo, l'Örebro SK Fotboll divenne indipendente dalla polisportiva Örebro SK incentrandosi esclusivamente sul calcio. Tornata quindi in Allsvenskan, la squadra raggiunse subito le semifinali scudetto per due volte consecutive.

Nel 1991 venne varata una riforma dei campionati, e la squadra perse lo scudetto durante il Mästerskapsserien, girone che vedeva in corsa le prime 6 classificate. Fu l'anno del debutto del polacco Mirosław Kubisztal (che ispirò i tifosi bianconeri a chiamare Kubanerna un loro gruppo ancora oggi attivo[2]), ma anche dell'esordio in Coppa UEFA, concluso con l'immediata eliminazione da parte dell'Ajax ai trentaduesimi di finale. Nel 1993 per rimanere in Allsvenskan si rese necessario un doppio confronto contro il Vasalund, 2º classificato della seconda serie, dal quale l'Örebro uscì indenne per la regola dei gol in trasferta dopo un duplice pareggio. L'anno seguente, il 1994, fu positivo e la squadra lottò fino all'ultima giornata per vincere lo scudetto.

La squadra rimase in Allsvenskan fino al campionato 2004 compreso, ma nonostante l'8º posto dovette scendere in Superettan a causa di problemi economici. Al termine della stagione 2006 ci fu una nuova promozione, che riportò il club nella massima serie. Una retrocessione arrivò anche nel 2012, quando i bianconeri chiusero al penultimo posto, ma poi centrarono la risalita già l'anno successivo al primo tentativo.

Organico[modifica | modifica sorgente]

Rosa[modifica | modifica sorgente]

aggiornata al 12 gennaio 2014

N. Ruolo Giocatore
1 Svezia P Oscar Jansson
2 Svezia D Patrik Haginge
3 Sudafrica D Ayanda Nkili
4 Svezia D Magnus Wikström (capitano)
5 Albania D Ilir Berisha
6 Svezia C Robert Åhman-Persson
8 Svezia C Mohammed Saeid
9 Iraq C Ahmed Yasin
10 Sierra Leone A Alhassan Kamara
11 Svezia A Marcus Pode
12 Svezia D Daniel Björnquist
14 Brasile C Daniel Sobralense
16 Svezia C Daniel Nordmark
N. Ruolo Giocatore
17 Svezia A Karl Holmberg
20 Svezia D Erik Moberg (vice capitano)
21 Svezia D Christoffer Wiktorsson
23 Ghana D Samuel Mensah
25 Svezia C Nordin Gerzić
27 Svezia D Boris Lumbana
28 Svezia A William Atashkadeh
30 Svezia P Jacob Rinne
32 Svezia A Christer Lipovac
45 Svezia D Carl Ekstrand Hamrén
83 Svezia P Ludwig Bergström
90 Svezia C Daniel Gustavsson
99 Svezia D Anton Westerlund

Rose anni precedenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (SV) De allsvenska klubbarnas födelsedagar (.pdf), bolletinen.se.
  2. ^ (SV) Om Kubanerna, kubanerna.se.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio