Gamla Ullevi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 57°42′22″N 11°58′50″E / 57.706111°N 11.980556°E57.706111; 11.980556

Gamla Ullevi
Gamla Ullevi inside.JPG
Informazioni
Stato Svezia Svezia
Ubicazione Ullevigatan 5

411 39 Göteborg

Inizio lavori 9 gennaio 2007
Inaugurazione 5 aprile 2009
Pista d'atletica Non presente
Costo 335 milioni di SEK
(40 milioni di euro)
Mat. del terreno Erboso
Dim. del terreno 105m x 68m
Proprietario Municipalità di Göteborg
Progetto Lars Iwdal
Uso e beneficiari
Calcio GAIS GAIS (2009-)
IFK Goteborg IFK Göteborg (2009-)
Orgryte Örgryte (2009-2013)
Hacken Häcken (2014)
Svezia Svezia femminile (2009-)
Capienza
Posti a sedere 18.800 (15.000 a sedere)
 

Il Gamla Ullevi (Vecchio Ullevi) è uno stadio calcistico situato a Göteborg, in Svezia. Lo stadio ha rimpiazzato il precedente stadio cittadino, sempre chiamato Gamla Ullevi, ed ospitale partite casalinghe di tre squadre calcistiche: GAIS, IFK Göteborg e Örgryte IS. È anche lo stadio della nazionale femminile. Il nuovo stadio è stato costruito sulle fondamenta dell'impianto precedente. La costruzione dello stadio è stato circondata da polemiche, riguardanti il costo del progetto, gli standard presumibilmente bassi dello stadio finito, così come per il nome dello stadio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fatti antecedenti[modifica | modifica wikitesto]

Le tre squadre della cosiddetta '"Alleanza di Göteborg" (Göteborgsalliansen), GAIS, IFK Göteborg e Örgryte IS, giocarono la maggior parte delle loro partite nel vecchio Gamla Ullevi, dalla sua inaugurazione nel 1916 fino all'apertura del nuovo stadio Ullevi, nel 1958, in occasione del mondiale dello stesso anno. A partire da quell'anno le partite furono giocate nel grande stadio con una capacità di oltre 40.000 spettatori, ma con il calo di spettatori degli anni '80 e '90, le tre squadre tornarono a giocare al Gamla Ullevi in seguito ad una ristrutturazione nel 1992.[1]

Ma giocare in uno stadio costruito quasi cento anni prima non era ideale, poiché privo di servizi, sicurezza, architettura, ed i pali delle terrazze oscuravano la visibilità degli spettatori. Proposte per la modernizzazione di entrambi gli stadi Ullevi, o la costruzione di un nuovo stadio furono rivelate nell'aprile del 2002. Quattro diversi progetti furono presentati, uno per la costruzione di tribune mobili sui lati corti del campo, due per il rinnovo e l'espansione del Gamla Ullevi e uno per la demolizione del vecchio stadio per far posto ad un nuovo impianto sullo stesso terreno.[2]

Altre proposte nel 2002 e 2003 includevano la costruzione di un nuovo stadio a Mölndal, poco distante da Göteborg, al posto del vecchio stadio Valhalla IP, situato tra l'Ullevi e lo Scandinavium. Una terza proposta proponeva la demolizione del Gamla Ullevi per spostare nuovamente le attività calcistiche nel grande Ullevi, che sarebbe stato ricostruito come una cupola, con un campo rotabile.[2]

Un altro progetto presentato nel 2005 proponeva un grande complesso sportivo sui terreni del Valhalla IP, avente uno stadio calcistico da 28.000 posto, uno stadio da hockey da 12.000 posti, e altri edifici come ristoranti e pubs. Il costo calcolato era di 700 milioni di SEK (82 milioni di euro), e il complesso sarebbe stato di proprietà dei tre club calcistici e della più importante squadra di hockey cittadina, il Frölunda HC.[3]

La decisione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto che venne deciso di utilizzare fu quello di demolire il vecchio Gamla Ullevi per far posto ad un nuovo stadio sulle sue fondamenta. Il commissario municipale Göran Johansson presentò il suo progetto per il nuovo stadio al posto del Gamla Ullevi, e l'idea di renderlo lo stadio per la nazionale femminile, al gruppo Higabgruppen, e all'inizio del 2005, l'architetto Lars Iwdal ricevette dal gruppo compito di presentare il primo bozzetto dello stadio.[4] Lars Iwdal said in a newspaper interview that[4] Lars Iwdal in un'intervista ha dichiatato:

« Il fatto che lo stadio fosse per il calcio femminile è stato il modo di Göran di coinvolgere la municipalità nel progetto »

L'alleanza di Göteborg tenne proprio il meeting annuale il 6 aprile 2005, decidendo di supportare il progetto,[5] e il 9 aprile il consiglio comunale di Göteborg ha organizzato una conferenza stampa per mostrare il progetto al pubblico.[6] Il nuovo stadio, ispirato tra gli altri dall'NRGi Park di Aarhus, dall'Aalborg Stadion di Aalborg e soprattutto dal Brøndby Stadion di Copenaghen,[7] doveva avere una capacità di circa 16-18.000 spettatori con angoli aperti, il costo era previsto per 180 milioni di SEK (21 milioni di €) per lo stadio e 240 milioni di SEK (28 milioni di €) includendo anche le aree commerciali attorno ad esso.[6][7]

Brøndby Stadion di Copenaghen durante un match. È stata la principale fonte di ispirazione per il Gamla Ullevi.

Il dibattito sui media a seguito della conferenza fu principalmente riguardante le curve aperte, se il terreno dovesse essere in erba sintetica o meno, e su quale sarebbe dovuto essere il nome dello stadio. Il Higabgruppen era riluttante sul chiudere le curve, a causa dello stretto budget e dei possibili problemi alla crescita del manto erboso naturale nel caso questo fosse stato scelto.[7] Il progetto originale prevedeva di demolire il Gamla Ullevi alla fine della stagione 2005, e di aprire il nuovo impianto all'inizio della stagione 2007,[6] ma il progetto fu ritardato e lo stadio non venne demolito nel 2005.

Invece, i nuovi piani pianificavano la demolizione del vecchio stadio pochi giorni prima della fine della stagione 2006, il 1 ottobre 2006,[8] ma nuovamente la burocrazia pospose l'inizio dei lavori e la demolizione dello stadio avvenne alcuni mesi più tardi, il 9 gennaio 2007. Questo ha anche ritardato la costruzione che era pianificata per essere finita all'inizio della stagione 2008 in aprile[8] ma la tabella di marcia indicava che lo stadio non sarebbe stato completato fino all'autunno del 2008, probabilmente a settembre o ottobre. Visto che la stagione calcistica svedese si conclude alla fine di ottobre o agli inizi di novembre , è stato deciso che le partite rimanenti non sarebbero state giocate nel nuovo stadio, e che l'apertura ufficiale sarebbe avvenuta all'inizio della stagione 2009.[9][10]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio in costruzione nel maggio 2008.

Il progetto finale dello stadio e relative strutture furono presentate nel dicembre 2006, con numerosi miglioramenti rispetto ai progetti presentati nel 2005. Il budget totale di 240 milioni di SEK (28 milioni di €), a detta di molto strutto, fu aumentato a 270 milioni di SEK (31,5 milioni di €),[7] di cui molti aggiunti per la chiusura delle curve. Il progetto originale presentava una capacità di 17.800, di cui 14.000 a sedere. Inoltre l'impianto era pianificato per contenere due grandi schermi tv, 2,500 m² di spazi commerciali e un'area di 900 m² divisa in 18 box provati.[11][12]

Non è presente il tetto retrattile, solo una copertura delle tribune, poiché il costo solo per quello sarebbe ammontato a circa 300 milioni di SEK (35 milioni di €), più del costo programmato per l'intero stadio un sé, ma vi è la possibilità di una costruzione futura. Il nuovo Gamla Ullevi ha un terreno in erba naturale, come richiesto per poter ospitare le partite del campionato europeo di calcio Under-21 2009. Con un tetto retrattile, sarebbe possibile cambiare la superficie in erba sintetica in futuro. Ci sono inoltre preoccupazioni sul fatto che l'erba naturale possa avere problemi ci crescita per la chiusura delle curve, che impedisce a vento e sole di raggiungere il terreno di gioco.[13]

Durante la costruzione, due delle squadre che prima giocavano all'interno del Gamla Ullevi, GAIS e IFK Göteborg, disputarono le loro partite nel più grande Ullevi, mentre la terza squadra dell'Alleanza, l'Örgryte IS ha giocato nel Valhalla IP. Inizialmente la partita inaugurale dello stadio si sarebbe dovuta disputare tra una squadra formata da giocatori delle tre squadre dell'Alleanza, così come accaduto alla riapertura del Gamla Ullevi nel 1992, e la nazionale svedese, oppure un importante club europeo.[9] Successivamente fu proposto di far giocare la nazionale femminile nella partita di apertura, mentre quella composta da giocatori dell'Alleanza in un secondo match. Il Gamla Ullevi è il secondo stadio di serie maggiore costruito a partire dal 1966, dopo l'apertura della Borås Arena nel 2008.[14]

La copertura dello stadio in fase di costruzione.

La costruzione proseguì come pianificato, e i lavori sulle fondamenta finirono nel 2008, come detto dal capo progetto Jan-Åke Johansson del Higabgruppen. Egli ha anche dichiarato che la struttura e il tetto sarebbero stati completati per l'agosto 2008, ad eccezione della curva a sud-ovest, che sarebbe rimasta aperta ancora per un lasso di tempo per consentire il transito all'interno dello stadio dei veicoli e mezzi, e a quel punto sarebbero rimasti solo i lavori interni.[15] Il costo calcolato per l'impianto salì a 335 milioni di SEK (39 milioni di €), escludendo le aree commerciali. Comparato con i 180 milioni di SEK del progetto originale, il costo era salito dell'86%.[16][17]

Alcune delle specifiche originali furono cambiate col tempo, e l'area dedicata ai 18 box privati passò da 900 m² a 1,100 m², con l'aggiunta di nove nuovi box.[11][16] Anche la capacità cambiò, come scoperto durante l'installazione dei seggiolini, di colore verde chiaro e giallo (una decisione discutibili dati i colori delle tre squadre che vi giocheranno),[18] dove altri 1.000 potevano essere installati, portando così la capacità a 18.800 spettatori. Non ci furono ulterieri complicanze durante i lavoro, il cui termine era previsto per il 30 novembre 2008.

L'ispezione finale e la posa del terreno di gioco iniziarono il 4 dicembre dello stesso anno, e gli unici lavori rimanenti riguardavano l'arredo dei locali commerciali e altri spazi.[19] Il 13-14 dicembre le squadre dell'Alleanza organizzarono un weekend di "open-day" per mostrare l'impianto ai tifosi.[20][21][22] Il match di apertura non era ancora stato deciso, ma le opzioni si erano drasticamente ridotte, dopo che il direttore sportivo dell'IFK, Håkan Mild, aveva escluso la possibilità di un match tra i giocatori dell'Alleanza e un importante club europeo e il piano di far giocare la nazionale femminile era stato scartato. Alla fine la partita inaugurale fu decisa per il derby tra Örgryte IS e GAIS, nella prima giornata dell'Allsvenskan 2009, dopo una richiesta formale alla federcalcio svedese da parte delle due società per far sì che venisse giocato proprio nella prima giornata.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Una delle curve, durante un match dell'IFK

Il nome usato nella prima conferenza stampa fu Nya Gamla Ullevi (Nuovo Vecchio Ullevi), giocando sul nome dei due stadi della città, Gamla Ullevi e Nya Ullevi, ma venne anche detto che era nu nome temporaneo, e che preferibilmente il nome finale dello stadio non avrebbe incluso la parola "Ullevi", poiché avrebbe creato confusione. Il costruttore, l'Higabgruppen, usò un altro nome per il progetto, "Fotbollsarenan" (L'arena del calcio). Un primo nome discusso fu Gunna Grens Arena, in onore di Gunnar Gren, uno dei migliori calciatori nella storia del calcio svedese, che giocò per tutti e tre le squadre dell'Alleanza, e che già aveva una statua a suo nome all'esterno del vecchio stadio.[6] Altre proposte furono Victoria Arena e Gothia Arena,[23] ma le squadre erano anche disposte a vendere il nome dello stadio ad una compagnia, per ottenere incassi extra.[24]

Un'altra alternativa di cui si è discusso e che aveva ottenuto il supporto di molti, tra cui i politici di entrambe le fazioni,[25] era quella di evitare di chiamare il nuovo stadio Ullevi, e rinominarlo in qualcosa che possibilmente includesse "Göteborg", "Gothia" o "Gothenburg" nel nome.[26] L'8 settembre 2008, la decisione finale del nome dello stadio venne data a Sture Allén, membro e segretario dell'Accademia Svedese ed ex professore di linguistica computazionale, in collaborazione con il comitato cittadino per la rinomina.[25][27] La loro decisione venne presentata il 1 ottobre 2008, e supportava l'idea di chiamare il nuovo stadio Gamla Ullevi, come lo stadio precedentemente edificato un quel punto.[28] Il nome proposto fu approvato dal comitato esecutivo municipale il 15 ottobre 2008.[29] È stato inoltre presentato un progetto per vendere il nome delle quattro tribune a quattro compagnie.[30]

Il nome Ullevi in sé si compone di due parti. La prima parte del nome "Ulle-", genitivo di Ullr (in svedese: Ull o Uller), che è uno degli Æsir, dei mitologici norvegesi, associato ad attività come sci, caccia e giustizia, tutte correlate in qualche maniera con lo sport. La seconda parte del nome, "-vi", è un termine generico usato in svedese per indicare luoghi che si riferiscono a uno sepolcro, un luogo sacro o una Thing. Il nome significa quindi "sepolcro di Ullr".[31] Un altro grande stadio scandinavo prendere il nome da Ullr, lo stadio nazionale della Norvegia, l'Ullevaal.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

L'intero processo di costruzione, incluso il design e i costi dello stadio sono stati fortemente criticati sia dai tifosi,[32][33] che dai media[7] e dall'opposizione politica a Göteborg. I punti di criticismo includevano i grande mistero e fretta riguardanti le decisioni, la mancanza di visioni sul budget e l'eccessivo coinvolgimento della politica. Altri riguardavano il perché dell'aumento di budget per la chiusura delle curve, mentre altri punti non furono mai discussi.[7]

Un esperto di calcio ed editore del giornale calcistico Offside, Mattias Göransson, ha chiamato lo stadio una "costruzione amatoriale", che porterà a futuri conflitti, menzionando tra le altre cose la mancanza di ristoranti, spazi per uffici e parcheggi.[34] Anders Almgren, presidente della più grande associazione dei tifosi a Göteborg, Supporterklubben Änglarna, che supporta l'IFK, ha scritto in un quotidiano:

« Lo stadio attualmente sul tavolo dei progettisti, ai miei occhi non è abbastanza. È agli standard che per me sono equivalenti a quelli di uno stadio costruito negli anni '80. »

Affluenza Media[modifica | modifica wikitesto]

Stagione IFK Göteborg GAIS Örgryte IS
2009 13,813 5,687 4,939
2010 10,489 4,666 2,264
2011 10,849 5,933 1,496
2012 10,493 4,783 2,422

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SE) Ingemar (ed.) Jönsson, Josephson, Åke (ed.), IFK Göteborg 1904-2004: en hundraårig blåvit historia genom elva epoker, Göteborg, IFK Göteborg, 2004, ISBN 91-631-4659-2.
  2. ^ a b (SE) Tomas Svedberg, Andra arenaförslag under årens lopp, Göteborgs-Tidningen, 8 aprile 2005. URL consultato il 4 maggio 2007.
  3. ^ (SE) Åke Zetterström, Sveriges nya superarena, Göteborgs-Tidningen, 13 gennaio 2005. URL consultato il 5 maggio 2007.
  4. ^ a b (SE) Curt Magnusson, Alingsåsaren bakom Göteborgs nya fotbollsarena, Alingsås Tidning, 18 aprile 2007, p. 32.
  5. ^ (SE) GT.se, Gamla Ullevi rivs - ny specialarena byggs, Göteborgs-Tidningen, 7 aprile 2005. URL consultato il 5 maggio 2007.
  6. ^ a b c d (SE) TT/GT.se, Så här blir "Nya Gamla Ullevi", Göteborgs-Tidningen, 11 aprile 2005. URL consultato il 4 maggio 2007.
  7. ^ a b c d e f (SE) Andreas Kjäll, Konsten att bygga helt fel, Fotbollsguiden, nr 35, 2007, pp. 36–41.
  8. ^ a b (SE) Ulf Niklasson, Så blir nya Gamla Ullevi, Göteborgs-Posten, 1º febbraio 2006. URL consultato il 4 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  9. ^ a b (SE) Mattias Balkander, Allianslag inviger arenan - 2009, Göteborgs-Posten, 27 marzo 2007. URL consultato il 4 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  10. ^ (SE) Henrik Leman, Nya fotbollsarenan dröjer till 2009?, Göteborgs-Tidningen, 22 marzo 2007. URL consultato il 4 maggio 2007.
  11. ^ a b (SE) "Fotbollsarenan" - Korta fakta, Higabgruppen, N/A. URL consultato il 6 maggio 2007.
  12. ^ (SE) GT.se, Följ arenabygget på GT.se, Göteborgs-Tidningen, 7 gennaio 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  13. ^ (SE) TT, Rivningen av Gamla Ullevi igång, Göteborgs-Posten, 9 gennaio 2007. URL consultato il 4 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  14. ^ (SE) SVT.se, Allsvenska arenorna pensionsmässiga, Sveriges Television, 5 aprile 2005. URL consultato il 7 maggio 2007.
  15. ^ (SE) Ulf Jörnvik, En ny arena är på väg..., IFK Göteborg, 15 gennaio 2008. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  16. ^ a b (SE) Ulf Niklasson, Nya fotbollsarenan spräcker kalkylerna, Göteborgs-Posten, 17 gennaio 2008. URL consultato il 18 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2008).
  17. ^ (SE) Michael Syrén, Chockad över kostnaderna, Göteborgs-Tidningen, 22 gennaio 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  18. ^ (SE) SVT.se, Stolsfärgen klurig fråga på nygamla Ullevi, Sveriges Television, 7 aprile 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  19. ^ (SE) Dags för slutklämmen, Higabgruppen, 28 novembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  20. ^ (SE) Johan Gunnebo, Massor av GAIS fram till jul, GAIS, 10 dicembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  21. ^ (SE) Öppet hus på lördag, IFK Göteborg, 8 dicembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  22. ^ (SE) Öppet Hus på Gamla Ullevi, Örgryte IS, 3 dicembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  23. ^ (SE) Kenneth Karlsson, Ingen vill döpa nya arenan, Göteborgs-Tidningen, 24 ottobre 2006. URL consultato il 7 maggio 2007.
  24. ^ (SE) Magnus Pettersson, Klubbarna vill sälja, Göteborgs-Tidningen, 28 aprile 2007. URL consultato il 7 maggio 2007.
  25. ^ a b (SE) Åke Lundgren, Sture Allén insparkad i sista stund, Göteborgs-Tidningen, 9 settembre 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  26. ^ (SE) Åke Lundgren, Namnet blir Ullevi, Göteborgs-Tidningen, 20 maggio 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  27. ^ (SE) Åke Lundgren, Mattsson, Anna, Han ska namnge Göteborgs nya arena, Göteborgs-Tidningen, 8 settembre 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.
  28. ^ (SE) Jan Sprangers, Nya namnförslaget: "Gamla Ullevi!", Göteborgs-Tidningen, 1º ottobre 2008. URL consultato il 1º ottobre 2008.
  29. ^ (SE) Erik Lindgren, Nya arenan får heta Gamla Ullevi, Göteborgs-Tidningen, 15 ottobre 2008. URL consultato il 16 ottobre 2008.
  30. ^ (SE) Henrik Leman, Till salu: Läktarna, Göteborgs-Tidningen, 16 ottobre 2008. URL consultato il 16 ottobre 2008.
  31. ^ (SE) Kajsa Althén, Kultplatsen behöll sitt namn i 1500 år, Svenska Dagbladet, 22 giugno 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  32. ^ (SE) Andreas Hult, Änglarna dömer ut ståplatsläktaren, Göteborgs-Tidningen, 29 novembre 2006. URL consultato il 7 maggio 2007.
  33. ^ (SE) Sofia Strandberg, Stoppa rivningen av Gamla Ullevi, Göteborgs-Tidningen, 8 dicembre 2006. URL consultato il 7 maggio 2007.
  34. ^ (SE) Michael Syrén, Dömer ut nya arenan, Göteborgs-Tidningen, 21 gennaio 2008. URL consultato il 27 settembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]