Honda Beat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Honda Beat
Honda Beat.jpg
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Honda
Tipo principale Spyder
Produzione dal 1991 al 1996
Esemplari prodotti 33.672
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.295 mm
Larghezza 1.395 mm
Altezza 1.175 mm
Massa 760 kg
Altro
Stile Pininfarina
Auto simili Suzuki Cappuccino
MHV Honda Sportscar 02.jpg

La Honda Beat è un'autovettura spyder a motore centrale prodotta dalla Honda tra il 1991 e il 1996. Date le sue caratteristiche fa parte delle vetture Keicar.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Il design della vettura è stato realizzato da Pininfarina; grazie alle sue ridotte dimensioni e al peso di appena 760 kg, la Beat è considerata una vera e propria vettura ultraleggera. È sprovvista di rollbar e ha il tetto ripiegabile unicamente in maniera manuale, senza comandi elettronici. Inoltre, è stata la prima microcar ad avere i freni a disco di serie su tutte le ruote.

È stato possibile inserire delle prese d'aria per raffreddare il motore sui parafanghi posteriore grazie ad un'equilibrata ripartizione dei pesi (43% anteriore, 57% posteriore). Per migliorare la tenuta di strada, il veicolo è stato dotato di pneumatici di diametro diverso, rispettivamente 13 pollici quelli anteriori e 14 quelli posteriori.

Il motore aspirato da 656 cm³ a 3 cilindri in linea eroga 64 cv, con valvola a farfalla a più raccordi e centralina del motore con tecnologia derivata dalla Formula 1. Il cambio è manuale a 5 rapporti studiato per la rapidità degli innesti.

Gli interni sono molto particolari, in quanto la Beat è provvista di 3 indicatori indipendenti di tipo motociclistico e sedili con un particolare motivo zebrato.

La Beat nei media[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Honda Beat. URL consultato il 18 marzo 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili