Honda Transalp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Honda Transalp
Transalp img 2571.jpg
Un Transalp XL600V
Costruttore Flag of Japan.svg Honda
Tipo Enduro Stradale
Produzione dal 1987 al 2013
Stessa famiglia Honda Deauville
Modelli simili Suzuki DL 650 V-Strom

Honda Transalp è una motocicletta prodotta in Giappone dalla Honda. Ne esistono diverse versioni a seconda dell'anno di produzione: XL600V, XL650V e XL700V dove il numero esprime la cilindrata. Tutte le moto Transalp dispongono di un motore quattro tempi bicilindrico a V raffreddato a liquido.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo prototipo è stato costruito nel 1985 con un motore 500 cm³. In seguito, ulteriori sviluppi introdussero un aumento della cilindrata fino a 600 cm³. Sulla maggior parte dei mercati è stata commercializzata sino al 2013, in seguito è stato presente sul mercato del Brasile il modello XL700V, prodotto nel polo industriale di Manaus, nel nord del paese, sostanzialmente identico a quello europeo, ma con una grafica rinnovata[1].

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Honda Transalp XL650V versione 2001 Black
  • Transalp 600v (1987 - 1990) - disponibile negli Stati Uniti dal 1989
  • Transapl XL 600V (1991 - 1999)
  • Transapl XL 650V (2000 - 2006)
  • Transapl XL 700 V (2007 - 2013 in Europa; anche in seguito in Brasile)

Il modello Transalp del 2008 rafforza le prestazioni della moto sulla strada, con pneumatici all'avanguardia, sella più bassa. La XL700V è caratterizzata da un motore a quattro tempi raffreddato a liquido, avente otto valvole ed un singolo albero a camme.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Honda XL600V Transalp - 1991
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2265 × 865 × 1265 mm
Altezze Sella: 850 mm - Minima da terra: 200 mm
Interasse: 1505 mm Massa a vuoto: 183 kg Serbatoio: 18 l
Meccanica
Tipo motore: bicilindrico a V longitudinale quattro tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 583 cm³ (Alesaggio 75 x Corsa 66 mm)
Distribuzione: monoalbero comandata da catena Morse e 3 valvole per cilindro (2 di aspirazione, 1 di scarico) Alimentazione: due carburatori Keihin CV 34 a depressione
Potenza: 55 CV a 8.000 giri/min Coppia: 5,4 kgm (53 Nm) a 6.000 giri/min Rapporto di compressione: 9,2:1
Frizione: multidisco in bagno d'olio a comando meccanico Cambio: 5 marce a pedale con ingranaggi sempre in presa
Accensione elettronica CDI a transistor, due candele per cilindro
Trasmissione primaria a ingranaggi a denti dritti; secondaria a catena
Avviamento elettrico
Ciclistica
Telaio doppio trave superiore in tubi rettangolari d'acciaio e monoculla sdoppiata in tubi a sezione tonda
Sospensioni Anteriore: forcella teleidraulica con steli da 41 mm / Posteriore: forcellone oscillante e monoammortizzatore teleidraulico regolabile nel precarico (sistema "Pro-Link")
Freni Anteriore: a disco, diametro 276 mm / Posteriore: a disco, diametro 240 mm
Pneumatici Dunlop, Bridgestone o Yokohama, anteriore: 90/90-21; posteriore: 130/80-17
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 175 km/h
Altro
Dati rilevati da Motociclismo: velocità massima 173 km/h; 400 metri da fermo in 13,358 secondi (velocità d'uscita 153,820 km/h); consumo medio 16 km/l
Fonte dei dati: [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda sul sito Honda Brasile. URL consultato il 19 maggio 2015.
  2. ^ Maurizio Gissi, Compromesso storico in Motociclismo, maggio 1991.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moto