Gran Premio motociclistico di Indianapolis 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stati Uniti GP di Indianapolis 2012
807º GP della storia del Motomondiale
11ª prova su 18 del 2012
Indianapolis Moto GP.svg
Data 19 agosto 2012
Nome ufficiale Red Bull Indianapolis Grand Prix
Circuito Indianapolis Motor Speedway
Percorso 4,216 km / 2,620 US mi
Risultati
MotoGP
181º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 118,048 km
Pole position Giro più veloce
Spagna Daniel Pedrosa Spagna Daniel Pedrosa
Honda in 1:38.813 Honda in 1:39.088
(nel giro 15 di 28)
Podio
1. Spagna Daniel Pedrosa
Honda
2. Spagna Jorge Lorenzo
Yamaha
3. Italia Andrea Dovizioso
Yamaha
Moto2
44º GP nella storia della classe
Distanza 26 giri, totale 109,616 km
Pole position Giro più veloce
Spagna Pol Espargaró Spagna Marc Márquez
Kalex in 1:42.602 Suter in 1:43.304
(nel giro 12 di 26)
Podio
1. Spagna Marc Márquez
Suter
2. Spagna Pol Espargaró
Kalex
3. Spagna Julián Simón
Suter
Moto3
10º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 96,968 km
Pole position Giro più veloce
Germania Sandro Cortese Italia Romano Fenati
KTM in 1:48.545 FTR Honda in 1:48.648
(nel giro 4 di 23)
Podio
1. Spagna Luis Salom
Kalex KTM
2. Germania Sandro Cortese
KTM
3. Germania Jonas Folger
Kalex KTM

Il Gran Premio motociclistico di Indianapolis 2012 è stato l'undicesimo Gran Premio della stagione 2012. Le gare si sono disputate il 19 agosto 2012 all'Indianapolis Motor Speedway. Nelle tre classi i vincitori sono stati rispettivamente Daniel Pedrosa in MotoGP, Marc Márquez in Moto2 e Luis Salom in Moto3.

MotoGP[modifica | modifica sorgente]

Héctor Barberá, al rientro dopo un infortunio ad una gamba patito in allenamento, durante la prima sessione di prove libere in una caduta subisce un infortunio ad alcune vertebre; a partire dalla seconda sessione di prove viene sostituito da Toni Elías.[1] In questo Gran Premio sono anche presenti due wild card a bordo di moto allestite secondo il regolamento CRT: Steve Rapp con la APR, già presente a Laguna Seca, e Aaron Yates con una motocicletta preparata dal team GPTech insieme a BCL Motorsports, costruttore del telaio, con un motore di derivazione Suzuki GSX-R1000.[2]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 26 Spagna Daniel Pedrosa Honda 28 46:39.631 1 25
2 99 Spagna Jorge Lorenzo Yamaha 28 +10.823 2 20
3 4 Italia Andrea Dovizioso Yamaha 28 +17.310 3 16
4 1 Australia Casey Stoner Honda 28 +19.803 6 13
5 19 Spagna Álvaro Bautista Honda 28 +22.556 8 11
6 6 Germania Stefan Bradl Honda 28 +30.072 5 10
7 46 Italia Valentino Rossi Ducati 28 +57.614 10 9
8 17 Rep. Ceca Karel Abraham Ducati 28 +1:08.442 13 8
9 68 Colombia Yonny Hernández BQR 28 +1:11.106 12 7
10 41 Spagna Aleix Espargaró ART 28 +1:14.079 11 6
11 24 Spagna Toni Elías Ducati 28 +1:26.305 16 5
12 22 Spagna Iván Silva BQR 28 +1:40.274 20 4
13 5 Stati Uniti Colin Edwards Suter 27 +1 giro 19 3
14 15 Stati Uniti Steve Rapp APR 27 +1 giro 21 2
15 77 Regno Unito James Ellison ART 27 +1 giro[3] 17 1
16 20 Stati Uniti Aaron Yates BCL 27 +1 giro 22

Ritirati[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
35 Regno Unito Cal Crutchlow Yamaha 9 Incidente 7
14 Francia Randy De Puniet ART 8 Ritiro 9
11 Stati Uniti Ben Spies Yamaha 6 Ritiro 4
51 Italia Michele Pirro FTR 1 Ritiro 15
54 Italia Mattia Pasini ART 0 Incidente 14
9 Italia Danilo Petrucci Ioda 0 Ritiro 18

Non partito[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto
69 Stati Uniti Nicky Hayden Ducati

Moto2[modifica | modifica sorgente]

Mike Di Meglio viene confermato dal team MZ dopo la separazione da Alexander Lundh, assente per infortunio nelle due gare precedenti; il posto lasciato vacante da Toni Elías nel team Aspar viene preso da Jordi Torres; il team SAG ingaggia Marcel Schrötter, nella prima parte di stagione pilota della Mahindra in Moto3.[4]

Nel Gran Premio di Francia Anthony West era risultato positivo a controlli antidoping. In seguito vengono annullati i risultati ottenuti nei 17 mesi successivi a quel GP, fra cui quello di questa gara.[5]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 93 Spagna Marc Márquez Suter 26 45:13.763 2 25
2 40 Spagna Pol Espargaró Kalex 26 +5.855 1 20
3 60 Spagna Julián Simón Suter 26 +9.394 4 16
4 36 Finlandia Mika Kallio Kalex 26 +15.549 8 13
5 12 Svizzera Thomas Lüthi Suter 26 +16.138 9 11
6 45 Regno Unito Scott Redding Kalex 26 +16.805 6 10
7 77 Svizzera Dominique Aegerter Suter 26 +21.359 5 9
8 3 Italia Simone Corsi FTR 26 +21.368 12 8
9 29 Italia Andrea Iannone Speed Up 26 +25.873 3 7
10 71 Italia Claudio Corti Kalex 26 +26.471 7 6
11 80 Spagna Esteve Rabat Kalex 26 +26.916 15 5
12 5 Francia Johann Zarco Motobi 26 +27.274 13 4
13 18 Spagna Nicolás Terol Suter 26 +31.122 10 3
14 88 Spagna Ricard Cardús AJR 26 +35.928 17 2
15 38 Regno Unito Bradley Smith Tech 3 26 +39.240 14 1
16 30 Giappone Takaaki Nakagami Kalex 26 +42.507 11
17 4 Svizzera Randy Krummenacher Kalex 26 +45.629 26
18 81 Spagna Jordi Torres Suter 26 +45.753 23
19 8 Regno Unito Gino Rea Suter 26 +51.567 19
20 76 Germania Max Neukirchner Kalex 26 +52.106 28
21 49 Spagna Axel Pons Kalex 26 +56.150 27
22 23 Germania Marcel Schrötter Bimota 26 +1:11.069 29
23 14 Thailandia Ratthapark Wilairot Suter 26 +1:11.765 25
24 63 Francia Mike Di Meglio MZ-RE Honda 26 +1:20.042 20
25 57 Brasile Eric Granado Motobi 26 +1:42.924 31
26 10 Svizzera Marco Colandrea FTR 26 +1:43.184 32
27 72 Giappone Yuki Takahashi FTR 23 +3 giri 21

Ritirati[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
44 Italia Roberto Rolfo Suter 20 Ritiro 22
19 Belgio Xavier Siméon Tech 3 17 Incidente 18
15 San Marino Alex De Angelis FTR 17 Incidente 16
22 Italia Alessandro Andreozzi Speed Up 10 Incidente 30
82 Spagna Elena Rosell Moriwaki 7 Incidente 33

Squalificato[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto Giri Tempo Griglia
95 Australia Anthony West Speed Up 26 +35.701 24

Moto3[modifica | modifica sorgente]

Al team Aspar Alberto Moncayo viene rimpiazzato da Jonas Folger, proveniente dal team Ioda Racing, dove il tedesco viene sostituito da Armando Pontone; Moncayo a sua volta trova impiego nel Team Machado al posto dell'infortunato Iván Moreno. Un'altra sostituzione riguarda il team World Wide Race, dove Álex Márquez, già presente in tre Gran Premi come wild card, prende il posto di Simone Grotzkyj.[6]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica sorgente]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 39 Spagna Luis Salom Kalex KTM 23 42:14.300 4 25
2 11 Germania Sandro Cortese KTM 23 +0.056 1 20
3 94 Germania Jonas Folger Kalex KTM 23 +2.940 15 16
4 44 Portogallo Miguel Oliveira Suter Honda 23 +3.067 11 13
5 5 Italia Romano Fenati FTR Honda 23 +3.664 8 11
6 63 Malesia Zulfahmi Khairuddin KTM 23 +7.663 5 10
7 42 Spagna Álex Rins Suter Honda 23 +7.697 6 9
8 84 Rep. Ceca Jakub Kornfeil FTR Honda 23 +11.203 10 8
9 23 Spagna Alberto Moncayo FTR Honda 23 +11.242 9 7
10 10 Francia Alexis Masbou Honda 23 +13.163 12 6
11 61 Australia Arthur Sissis KTM 23 +23.362 22 5
12 52 Regno Unito Danny Kent KTM 23 +24.364 2 4
13 96 Francia Louis Rossi FTR Honda 23 +25.001 14 3
14 32 Spagna Isaac Viñales FTR Honda 23 +31.211 16 2
15 19 Italia Alessandro Tonucci FTR Honda 23 +34.179 13 1
16 9 Germania Toni Finsterbusch Honda 23 +1:12.945 27
17 30 Svizzera Giulian Pedone Suter Honda 23 +1:14.428 26
18 51 Giappone Kenta Fujii TSR Honda 23 +1:14.709 29
19 80 Italia Armando Pontone Ioda 23 +1:15.326 28
20 20 Italia Riccardo Moretti Mahindra 22 +1 giro 30

Ritirati[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
25 Spagna Maverick Viñales FTR Honda 22 Incidente 3
89 Francia Alan Techer TSR Honda 15 Incidente 18
7 Spagna Efrén Vázquez FTR Honda 11 Incidente 7
3 Italia Luigi Morciano Ioda 10 Ritiro 25
12 Spagna Álex Márquez Suter Honda 6 Incidente 19
41 Sudafrica Brad Binder Kalex KTM 3 Incidente 17
26 Spagna Adrián Martín FTR Honda 0 Incidente 20
53 Paesi Bassi Jasper Iwema FGR Honda 0 Incidente 21
27 Italia Niccolò Antonelli FTR Honda 0 Incidente 24

Squalificato[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto Giri Griglia
31 Finlandia Niklas Ajo KTM 4 23

Non partiti[modifica | modifica sorgente]

# Pilota Moto
8 Australia Jack Miller Honda
99 Regno Unito Danny Webb Mahindra
55 Spagna Héctor Faubel Kalex KTM

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ MotoGP: tre vertebre fratturate per Barbera, corre Elias, Bikeracing.it, 17 agosto 2012.
  2. ^ MotoGP: Attack e GPTech, le CRT americane wild card ad Indy, Bikeracing.it, 16 agosto 2012.
  3. ^ James Ellison è stato retrocesso di una posizione dopo la gara per aver tagliato il tracciato traendone vantaggio.
  4. ^ Moto2: diverse novità in griglia per il GP di Indianapolis, Bikeracing.it, 6 agosto 2012.
  5. ^ Anthony west squalificato per "doping", tolti i risultati - dal sito bikeracing.it
  6. ^ Moto3: le ultime news alla vigilia del GP di Indianapolis, Bikeracing.it, 15 agosto 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Motomondiale - Stagione 2012
Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2011
Gran Premio motociclistico di Indianapolis
Altre edizioni
Edizione successiva:
2013