Ben Spies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ben Spies
Ben Spies 2010 Qatar.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2008 in MotoGP
Scuderie 2008 - Rizla Suzuki
2009 - Yamaha Racing
2010 - Tech 3
2011 e 2012 - Yamaha
2013 - Pramac Racing
Miglior risultato finale
GP disputati 55
GP vinti 1
Podi 6
Punti ottenuti 478
Pole position 1
Giri veloci 1
Carriera in Superbike
Esordio 2009
Scuderie 2009 - Yamaha WSB
Mondiali vinti 1 (2009)
GP disputati 28
GP vinti 14
Podi 17
Punti ottenuti 462
Pole position 11
Giri veloci 6
tre titoli in AMA Superbike
 

Ben Spies (Memphis, 11 luglio 1984) è un pilota motociclistico statunitense, campione mondiale Superbike nel 2009.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Spies vive a Longview, in Texas, anche se attualmente ha un alloggio in Italia, a Como, dove si è trasferito con la famiglia. La madre lo segue in quasi tutti i Gran Premi.

Viene soprannominato Elbowz (cioè "gomiti") per la particolare posizione sporgente che assumono le sue braccia quando guida le moto.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato a gareggiare con moto della classe 125 in Texas da ragazzino. Nel 2000 si è qualificato per gareggiare nella AMA Supersport series. Per i seguenti due anni gareggiò in Superstock, anche se disturbato da un infortunio al ginocchio. Diventa professionista nel 2000 e approda al team Yoshimura Suzuki nel 2003.

Ha vinto il campionato AMA Superbike nel 2006 (battendo Mat Mladin, vincitore all'epoca di 6 degli ultimi 7 campionati). Spies vinse 6 gare consecutive all'inizio della stagione 2006 riuscendo ad accumulare il vantaggio necessario a contenere la successiva rimonta di Mladin e a vincere il titolo con 649 punti contro i 641 di Mladin. In totale ha fatto sue 7 pole position e 17 podi. Nel 2007 ha vinto di nuovo il campionato davanti a Mladin, ma questa volta di un solo punto.

Nel corso della stagione 2008, oltre a puntare al terzo titolo AMA Superbike, che poi vincerà, Spies prende parte a tre appuntamenti del motomondiale come wild card in sella alla Suzuki GSV-R del team Rizla Suzuki MotoGP: il primo a Donington Park e poi per i due GP americani di Laguna Seca e Indianapolis, dove ha ottenuto il suo migliore piazzamento in sesta posizione.

Spies durante il Gran Premio di Assen del 2009

Nel 2009 approda nel campionato mondiale Superbike alla guida della Yamaha YZF-R1 ufficiale del team Yamaha Motor Italia WSB. Fa un ottimo esordio ed è autore di 7 pole position nelle prime sette gare della stagione 2009. Il 1º Marzo, in occasione di gara 2 del GP di Australia, a Phillip Island, ha ottenuto la prima vittoria nel WSBK, ripetendosi poi due settimane dopo, sul circuito di Losail in Qatar, vincendo entrambe le manche. La gara successiva che si è disputata sul circuito di Valencia, ha ridimensionato un po' l'avvio di Spies nonostante avesse conquistato la pole position, infatti Haga ha vinto le due manche, mentre Spies ha ottenuto un secondo posto in gara 2 dopo esser caduto in gara 1. Il 26 aprile sul circuito di Assen, partendo ancora dalla superpole, Spies si è reso protagonista di una buona gara, avendo fatto un duello spalla a spalla con Leon Haslam che ha visto i due proseguire fianco a fianco per 2 curve, e soprattutto il sorpasso finale a 3 curve dalla fine su Noriyuki Haga, mentre in gara 2 invece quando si trovava in testa è scivolato lasciando strada libera ad Haga che vince. Il 9 maggio del 2009 ottiene la quinta Superpole consecutiva, stavolta a Monza. Il giorno successivo, in gara 1, dopo aver guidato a lungo la gara, finisce la benzina all'ultima curva, consegnando la vittoria a Michel Fabrizio, che si classifica primo davanti a Noriyuki Haga e Max Biaggi. Vince però in gara 2. Sul rinnovato circuito di Kyalami in Sudafrica non riesce a vincere: fa un terzo posto in gara 1 ed in gara 2 ha un problema tecnico ai primi giri mentre conduceva la gara. Al GP di casa, al Miller Motorsports Park, vince entrambe le gare con un vantaggio di ben 9 secondi sugli altri. Dopo un campionato combattuto fino all'ultima gara diventa campione del mondo superbike nel 2009.

Spies durante il Gran Premio del Qatar 2010

Dopo aver vinto il campionato mondiale Superbike del 2009 torna in MotoGP prendendo parte all'ultimo gran premio stagionale sul circuito di Valencia[2][3] dove, in sella ad una Yamaha YZR-M1, ottiene il nono tempo in qualifica e conclude la gara con un settimo posto in rimonta.

Partecipa all'edizione 2010 del campionato MotoGP con una Yamaha YZR-M1 del team Tech 3[4], esordendo con un 5º posto alla prima gara nel Qatar. Conquista il suo primo podio a Silverstone chiudendo al 3º posto e il 2º posto a Indianapolis, dove ottiene anche la pole position. Termina la stagione al 6º posto con 176 punti.

Nell'estate del 2010 Ben Spies firma un contratto che lo lega dal 2011 al team Yamaha Factory Racing dove trova come compagno di squadra lo spagnolo Jorge Lorenzo.[5]

Nel 2011 ottiene la sua prima vittoria in Olanda, un secondo posto in Comunità Valenciana, due terzi posti (Catalogna e Indianapolis) e termina la stagione al 5º posto con 176 punti. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio d'Australia a causa di una botta alla testa rimediata nelle qualifiche del GP.

Nel 2012 rimane nello stesso team. Ottiene come miglior risultato due quarti posti (Olanda e Germania) e termina la stagione al 10º posto con 88 punti. In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi d'Australia e Comunità Valenciana a causa della lussazione della spalla destra e della frattura di una costola rimediate nel Gran Premio della Malesia. In generale la stagione 2012 è stata caratterizzata dai numerosi episodi sfortunati, accaduti alla moto, come la rottura del telaietto sotto la sella in Qatar, la rottura del forcellone a Laguna Seca e il guasto al motore ad Indianapolis.

Nel 2013 passa al team Pramac Racing, alla guida di una Ducati Desmosedici; il compagno di squadra è Andrea Iannone. In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi di Spagna, Francia, Italia, Catalogna, Olanda, Germania e Stati Uniti per risentimenti della lussazione alla spalla destra patita l'anno precedente e i Gran Premi di Indianapolis, Repubblica Ceca e Gran Bretagna per una lussazione alla spalla sinistra rimediata nelle prove libere del GP di Indianapolis. Durante il Gran Premio di San Marino 2013 il team Pramac comunica ufficialmente che, a causa dell'infortunio, Spies non riuscirà più a correre nessuna delle gare rimanenti della stagione.[6] Il 26 ottobre 2013, alla fine delle qualifiche del GP di Motegi del Mondiale MotoGP, Ben Spies e Ducati annunciano la rescissione del contratto biennale che li legava con il conseguente ritiro dalle competizioni del pilota statunitense.[7]

Risultati in gara[modifica | modifica sorgente]

Motomondiale[modifica | modifica sorgente]

2008 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Suzuki 14 8 6 20 19º
2009 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Yamaha 7 9 20º
2010 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Yamaha 5 Rit Rit 7 3 4 6 8 6 4 2 6 5 8 4 5 NP 4 176
2011 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Yamaha 6 Rit Rit 6 3 Rit 1 4 5 4 5 3 6 5 6 NP AN 2 176
2012 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Yamaha 11 11 8 16 10 5 4 4 11 Rit Rit Rit 5 5 Rit Rit Inf Inf 88 10º
2013 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Ducati 10 13 NP NP 9 21º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica sorgente]

2009 Moto Flag of Australia.svg Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Yamaha 16 1 1 1 Rit 2 1 Rit 15 1 3 Rit 1 1 1 9 1 1 Rit 1 1 2 4 5 1 4 1 5 462
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ dal sito ufficiale Tech3
  2. ^ Ben Spies wild card al GP di Valencia - dal sito ufficiale Yamaha Racing
  3. ^ Entry List GP GENERALI DE LA COMUNITAT VALENCIANA - dal sito ufficiale MotoGp
  4. ^ Ben Spies lascia il Mondiale Superbike a fine stagione - dal sito ufficiale Yamaha Racing
  5. ^ Ben Spies e Fiat Yamaha insieme nel 2011 motogp.com
  6. ^ MotoGP Misano 2013: stagione già finita per Ben Spies, Ducati Pramac cerca il sostituto
  7. ^ Ben Spies annuncia il ritiro giornalemotori.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]