Gran Premio motociclistico di Germania 2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Germania GP di Germania 2013
822º GP della storia del Motomondiale
8ª prova su 18 del 2013
Sachsenring.svg
Data 14 luglio 2013
Nome ufficiale eni Motorrad Grand Prix Deutschland
Circuito Sachsenring
Percorso 3,671 km / 2,281 US mi
Clima Cielo sereno
Risultati
MotoGP
196º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 110,130 km
Pole position Giro più veloce
Spagna Marc Márquez Spagna Marc Márquez
Honda in 1min 21s 311ms Honda in 1min 22s 066ms
(nel giro 16 di 30)
Podio
1. Spagna Marc Márquez
Honda
2. Regno Unito Cal Crutchlow
Yamaha
3. Italia Valentino Rossi
Yamaha
Moto2
59º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 106,459 km
Pole position Giro più veloce
Belgio Xavier Siméon Spagna Julián Simón
Kalex in 1min 24s 665ms Kalex in 1min 24s 809ms
(nel giro 5 di 29)
Podio
1. Spagna Jordi Torres
Suter
2. Italia Simone Corsi
Speed Up
3. Spagna Pol Espargaró
Kalex
Moto3
25º GP nella storia della classe
Distanza 27 giri, totale 99,117 km
Pole position Giro più veloce
Spagna Álex Rins Spagna Luis Salom
KTM in 1min 27s 300ms KTM in 1min 27s 183ms
(nel giro 4 di 27)
Podio
1. Spagna Álex Rins
KTM
2. Spagna Luis Salom
KTM
3. Spagna Maverick Viñales
KTM

Il Gran Premio motociclistico di Germania 2013 è stata l'ottava prova del motomondiale del 2013. Si è svolto il 14 luglio 2013 sul circuito del Sachsenring, ed ha visto vincere: Marc Márquez in MotoGP, Jordi Torres in Moto2 e Álex Rins in Moto3.

MotoGP[modifica | modifica wikitesto]

Pre-Gara[modifica | modifica wikitesto]

Ben Spies, infortunato, viene sostituito da Michele Pirro.

Le sessioni di prove libere e di qualifica vedono alcuni piloti protagonisti di cadute e tra essi i pretendenti al titolo Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo, oltre al britannico Cal Crutchlow. Dei tre solo Crutchlow è stato in grado di prendere il via della gara[1]

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Al via Valentino Rossi prende la testa della corsa alla prima curva, per poi essere superato dopo poche curve da Stefan Bradl, il pilota tedesco passa per primo sul traguardo alla conclusione del primo giro e mantiene la posizione finché non viene raggiunto e superato da Marc Márquez alla fine del sesto giro[1]. Lo spagnolo, partito dalla pole e ritrovatosi in quarta posizione, una volta trovato il ritmo giusto ha superato Aleix Espargaró, Rossi e Bradl. Espargaró infatti aveva ottenuto il terzo posto con la sua ART (appartenente al raggruppamento delle CRT) dopo una buona partenza dalla quinta posizione in griglia, ma col passare dei giri è stato ripreso dagli avversari in sella ai "prototipi", concludendo la gara all'ottavo posto[1]. Mentre Márquez guida la gara, alle sue spalle Rossi e Bradl lottano per la piazza d'onore, con l'italiano che supera il tedesco all'ottavo giro, per poi essere a sua volta superato da Crutchlow[1], che risaliva la classifica a suon di sorpassi, dopo essere transitato sesto sul traguardo al primo giro[2]. Il britannico cerca poi di raggiungere e attaccare lo spagnolo del team Repsol Honda, ma Márquez riusciva a mantenere il distacco, che sul traguardo risultava essere di un secondo e mezzo sull'avversario[1]. Con questa vittoria, colta in assenza dei principali avversari in classifica, Márquez si porta in testa al mondiale con due punti di vantaggio su Daniel Pedrosa e undici su Jorge Lorenzo, con Crutchlow e Rossi a seguire con oltre trenta punti di distacco[3].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
93 Spagna Marc Márquez Repsol Honda Honda RC213V 30 41min 14s 653ms 25
35 Regno Unito Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 Yamaha YZR-M1 30 +1.559 20
46 Italia Valentino Rossi Yamaha Factory Racing Yamaha YZR-M1 30 +9.620 16
6 Germania Stefan Bradl LCR Honda MotoGP Honda RC213V 30 +13.992 13
19 Spagna Álvaro Bautista GO&FUN Honda Gresini Honda RC213V 30 +21.775 11
38 Regno Unito Bradley Smith Monster Yamaha Tech 3 Yamaha YZR-M1 30 +25.080 10
4 Italia Andrea Dovizioso Ducati Team Ducati Desmosedici 30 +30.027 9
41 Spagna Aleix Espargaró Power Electronics Aspar ART 30 +30.324 8
69 Stati Uniti Nicky Hayden Ducati Team Ducati Desmosedici 30 +45.355 7
10º 51 Italia Michele Pirro Ignite Pramac Racing Ducati Desmosedici 30 +47.142 14º 6
11º 8 Spagna Héctor Barberá Avintia Blusens FTR 30 +47.824 13º 5
12º 14 Francia Randy de Puniet Power Electronics Aspar ART 30 +48.523 12º 4
13º 5 Stati Uniti Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 30 +54.428 17º 3
14º 9 Italia Danilo Petrucci Came IodaRacing Project Ioda-Suter 30 +1:00.323 11º 2
15º 71 Italia Claudio Corti NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 30 +1:05.530 10º 1
16º 70 Regno Unito Michael Laverty Paul Bird Motorsport PBM 30 +1:09.153 15º
17º 7 Giappone Hiroshi Aoyama Avintia Blusens FTR 30 +1:15.601 19º
18º 17 Rep. Ceca Karel Abraham Cardion AB Motoracing ART 30 +1:19.683 18º
19º 52 Rep. Ceca Lukáš Pešek Came IodaRacing Project Ioda-Suter 30 +1 giro 20º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
67 Australia Bryan Staring GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 27 21º
68 Colombia Yonny Hernández Paul Bird Motorsport ART 1 16º

Non partiti[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta
26 Spagna Dani Pedrosa Repsol Honda Honda RC213V
29 Italia Andrea Iannone Energy T.I. Pramac Racing Ducati Desmosedici
99 Spagna Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing Yamaha YZR-M1

Moto2[modifica | modifica wikitesto]

In questa classe vince la gara Jordi Torres, alla sua prima affermazione in carriera nel motomondiale, davanti a Simone Corsi che all'ultima curva ha superato Pol Espargaró, con quest'ultimo che ha visto sfumare la possibilità di recuperare molti punti al leader della classifica Scott Redding, giunto solo settimo.

Corsi torna sul palco di premiazione del podio a distanza di quasi due anni dall’ultima volta, che risaliva al GP d'Aragona del 2011, mentre nella classifica di campionato Redding mantiene il primo posto con 23 punti di vantaggio su Espargaró.

Gino Rea e Alex Mariñelarena partecipano a questa gara grazie all'assegnazione di due wildcard, mentre Román Ramos prende il posto dell'infortunato Alberto Moncayo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
81 Spagna Jordi Torres Aspar Team Suter MMX2 29 41min 19s 636ms 25
3 Italia Simone Corsi NGM Mobile Racing Speed Up SF13 29 +2.164 20
40 Spagna Pol Espargaró Tuenti HP 40 Kalex Moto2 29 +2.494 16
60 Spagna Julián Simón Italtrans Racing Kalex Moto2 29 +5.409 13
15 San Marino Alex De Angelis NGM Mobile Forward Racing Speed Up SF13 29 +7.546 10º 11
12 Svizzera Thomas Lüthi Interwetten Paddock Suter MMX2 29 +7.827 10
45 Regno Unito Scott Redding Marc VDS Racing Kalex Moto2 29 +11.241 9
19 Belgio Xavier Siméon Desguaces La Torre Maptaq Kalex Moto2 29 +12.810 8
77 Svizzera Dominique Aegerter Technomag carXpert Suter MMX2 29 +13.119 18º 7
10º 30 Giappone Takaaki Nakagami Italtrans Racing Kalex Moto2 29 +13.285 6
11º 5 Francia Johann Zarco Came Iodaracing Project Suter MMX2 29 +13.533 11º 5
12º 36 Finlandia Mika Kallio Marc VDS Racing Kalex Moto2 29 +16.475 4
13º 80 Spagna Esteve Rabat Tuenti HP 40 Kalex Moto2 29 +25.551 23º 3
14º 11 Germania Sandro Cortese Dynavolt Intact GP Kalex Moto2 29 +30.891 19º 2
15º 49 Spagna Axel Pons Tuenti HP 40 Kalex Moto2 29 +36.247 24º 1
16º 88 Spagna Ricard Cardús NGM Mobile Forward Racing Speed Up SF13 29 +36.392 15º
17º 4 Svizzera Randy Krummenacher Technomag carXpert Suter MMX2 29 +36.889 14º
18º 72 Giappone Yuki Takahashi IDEMITSU Honda Team Asia Moriwaki 29 +39.862 20º
19º 54 Italia Mattia Pasini NGM Mobile Racing Speed Up SF13 29 +40.232 21º
20º 24 Spagna Toni Elías Blusens Avintia Kalex Moto2 29 +47.005 28º
21º 96 Francia Louis Rossi Tech 3 Tech 3 Mistral 610 29 +50.820 27º
22º 14 Thailandia Ratthapark Wilairot Thai Honda PTT Gresini Suter MMX2 29 +50.962 25º
23º 8 Regno Unito Gino Rea Gino Rea Race FTR 29 +51.410 17º
24º 63 Francia Mike Di Meglio JiR Moto2 TSR 6[4] 29 +52.160 26º
25º 44 Sudafrica Steven Odendaal Argiñano & Gines Racing Speed Up SF13 29 +1:03.816 30º
26º 7 Indonesia Doni Tata Pradita Federal Oil Gresini Suter MMX2 29 +1:23.211 33º
27º 97 Indonesia Rafid Topan Sucipto QMMF Racing Speed Up SF13 28 +1 giro 34º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
18 Spagna Nicolás Terol Aspar Team Suter MMX2 25 12º
28 Spagna Román Ramos Argiñano & Gines Racing Speed Up SF13 21 31º
23 Germania Marcel Schrötter Desguaces La Torre SAG Kalex Moto2 15 13º
9 Regno Unito Kyle Smith Blusens Avintia Kalex Moto2 5 29º
52 Regno Unito Danny Kent Tech 3 Tech 3 Mistral 610 2 22º
92 Spagna Álex Mariñelarena TargoBank Motorsport Suter MMX2 2 32º

Squalificato[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia
95 Australia Anthony West QMMF Racing Speed Up SF13 29 +12.768 16º

Moto3[modifica | modifica wikitesto]

Álex Rins del team Estrella Galicia 0,0 vince la gara, relegando al secondo posto Luis Salom, vincitore delle ultime tre gare corse prima di questo GP. Per Rins si tratta della seconda affermazione stagionale (ad anche in carriera nel motomondiale), che gli consente di ridurre il distacco a trenta punti da Salom, primo in classifica, con Maverick Viñales terzo in questa gara e secondo in campionato in ritardo di 14 punti dalla vetta. Da segnalare come nelle otto gare stagionali fin a questo momento corse, Salom e Viñales abbiano sempre portato a termine le gare in piazzamenti validi per il podio, mentre Rins per sette volte. Pertanto i tre piloti spagnoli, dotati di motociclette uguali, hanno monopolizzato le posizioni di vertice, consentendo alla KTM di primeggiare nel campionato costruttori a punteggio pieno con otto vittorie.

Luca Amato e Kevin Hanus partecipano a questa gara con lo status di wildcard, mentre Jules Danilo prende il posto dell'infortunato Danny Webb.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
42 Spagna Álex Rins Estrella Galicia 0,0 KTM RC 250 GP 27 39min 34s 735ms 25
39 Spagna Luis Salom Red Bull KTM Ajo KTM RC 250 GP 27 +0.232 20
25 Spagna Maverick Viñales Team Calvo KTM RC 250 GP 27 +0.248 16
44 Portogallo Miguel Oliveira Mahindra Racing Mahindra MGP3O 27 +4.982 13
12 Spagna Álex Márquez Estrella Galicia 0,0 KTM RC 250 GP 27 +5.201 10º 11
7 Spagna Efrén Vázquez Mahindra Racing Mahindra MGP3O 27 +5.456 10
8 Australia Jack Miller Caretta Technology - RTG FTR M313 27 +10.659 9
94 Germania Jonas Folger Mapfre Aspar Kalex KTM 27 +15.593 8
41 Sudafrica Brad Binder Ambrogio Racing Suter MMX3 27 +18.406 14º 7
10º 61 Australia Arthur Sissis Red Bull KTM Ajo KTM RC 250 GP 27 +18.447 15º 6
11º 84 Rep. Ceca Jakub Kornfeil Redox RW Racing GP Kalex KTM 27 +18.562 18º 5
12º 32 Spagna Isaac Viñales Ongetta-Centro Seta FTR M313 27 +20.093 11º 4
13º 5 Italia Romano Fenati San Carlo Team Italia FTR M313 27 +20.151 3
14º 53 Paesi Bassi Jasper Iwema RW Racing GP Kalex KTM 27 +20.646 2
15º 23 Italia Niccolò Antonelli GO&FUN Gresini FTR M313 27 +22.797 13º 1
16º 63 Malesia Zulfahmi Khairuddin Red Bull KTM Ajo KTM RC 250 GP 27 +23.845 12º
17º 65 Germania Philipp Öttl Tec Interwetten Moto3 Racing Kalex KTM 27 +24.485 17º
18º 31 Finlandia Niklas Ajo Avant Tecno KTM RC 250 GP 27 +36.968 25º
19º 89 Francia Alan Techer CIP Moto3 TSR Honda 27 +37.073 20º
20º 3 Italia Matteo Ferrari Ongetta-Centro Seta FTR M313 27 +37.204 28º
21º 9 Germania Toni Finsterbusch Kiefer Racing Kalex KTM 27 +51.410 27º
22º 11 Belgio Livio Loi Marc VDS Racing Kalex KTM 27 +52.549 26º
23º 17 Regno Unito John McPhee Caretta Technology - RTG FTR M313 27 +53.937 19º
24ª 22 Spagna Ana Carrasco Team Calvo KTM RC 250 GP 27 +54.241 29ª
25º 58 Spagna Juanfran Guevara CIP Moto3 TSR Honda 27 +54.598 24º
26º 19 Italia Alessandro Tonucci La Fonte Tascaracing FTR M313 27 +54.751 22º
27º 29 Giappone Hyuga Watanabe La Fonte Tascaracing FTR M313 27 +55.202 32º
28º 95 Francia Jules Danilo Ambrogio Racing Suter MMX3 27 +1:21.376 35º
29º 66 Germania Florian Alt Kiefer Racing Kalex KTM 27 +1:24.498 34º
30º 4 Italia Francesco Bagnaia San Carlo Team Italia FTR M313 26 +1 giro 23º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
77 Italia Lorenzo Baldassarri GO&FUN Gresini FTR M313 8 16º
21 Germania Luca Amato Mahindra Spiel-Kiste Mahindra MGP3O 7 33º
57 Brasile Eric Granado Mapfre Aspar Kalex KTM 3 31º
86 Germania Kevin Hanus Thomas Sabo GP Honda NSF250R 3 30º

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
10 Francia Alexis Masbou Ongetta-Rivacold FTR M313 21º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Marquez wins in Germany to take overall lead, www.motogp.com, 14 luglio 2013. URL consultato il 15 luglio 2013.
  2. ^ (EN) Drained Crutchlow notes podium consistency, www.motogp.com, 14 luglio 2013. URL consultato il 15 luglio 2013.
  3. ^ motogp.com · MotoGP World Standing 2013
  4. ^ marchiata ai fini del campionato costruttori come MotoBi

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 2013
Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2012
Gran Premio motociclistico di Germania
Altre edizioni
Edizione successiva:
2014
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moto