Giovanni Rana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Rana

Giovanni Rana (Cologna Veneta, 15 ottobre 1937[1]) è un imprenditore italiano, fondatore della gruppo Pastificio Rana, uno dei leader mondiali nel mercato della pasta fresca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Cologna Veneta nel 1937 da una famiglia di fornai, nel 1961 fondò un laboratorio a San Giovanni Lupatoto per la produzione di tortellini e pasta fresca, gestito insieme alla moglie Laura Murari e con un numero esiguo di dipendenti. I tortellini vennero lavorati a mano fino al 1968, anno in cui Rana iniziò ad usare una macchina che consentiva la produzione di 10 kg di prodotto all'ora rispetto ai 50–60 kg a settimana.

Nel 1971 l'azienda venne trasferita, da via Madonnina dove era situata in un piccolo bilocale[senza fonte], nella sua attuale sede, sempre a San Giovanni Lupatoto; crescendo negli anni. Il Pastificio Rana è da sembre oggetto di attenzione di diversi operatori del settore alimentare e finanziario, ed in particolare a metà degli anni Ottanta diversi soggetti avanzarono proposte per l'acquisto del gruppo, richieste sempre declinate da Giovanni Rana, ed in particolare un'offerta di acquisizione da parte di Pietro Barilla, proprietario del gruppo Barilla[senza fonte]. Le confezioni dei tortellini, fino all'anno della separazione di Rana dalla moglie, portavano la dicitura: "Da una ricetta di Mamma Laura".[senza fonte]

Giovanni Rana divenne conosciuto presso il grande pubblico grazie alle campagne publcitarie nei primi anni novanta, apparendo in prima persona negli spot televisivi e sulla carta stampata, trasmettendo il senso di assicurazione al consumatore sulla genuinità dei prodotti Rana.

Inizialmente Giovanni Rana non riteneva la pubblicità uno strumento utile (area che era seguita da sua moglie Laura Murari). Fu persuaso a fare una prima campagna pubblicitaria da una piccola agenzia pubblicitaria di Verona. Realizzarono il primo spot aziendale trasmesso a livello nazionale e venne trasmesso sulle Reti Mediaset. Fu una campagna di discreto successo, e il Pastificio Rana incrementò anche per questo il fatturato. In tale spot non era ancora prevista la partecipazione di Giovanni Rana come testimonial.

La svolta pubblicitaria del Pastificio Rana avvenne quando Giovanni Rana apparve in uno spot in cui era testimonial di se stesso, secondo una strategia di marketing proposta dal pubblicitario Aldo Biasi, già utilizzata in precedenza negli Stati Uniti e in seguito diffusa anche in Italia.

La più famosa campagna pubblicitaria del Pastificio Rana vide Giovanni Rana pubblicizzare i propri tortellini in surreali sketch (realizzati in computer-graphic) dove interagiva con famosi personaggi del passato, come i divi del cinema Marilyn Monroe e Clark Gable o il maresciallo Stalin. Tale campagna, che previde massicci investimenti pubblicitari, fece anche di Giovanni Rana un personaggio mediatico a tutti gli effetti. L'effetto collaterale positivo fu infatti il fatto che, diventando un importante "investitore pubblicitario", venne di conseguenza invitato come ospite in parecchie trasmissioni televisive nelle reti dove venivano trasmessi i suoi spot.

Attualmente Giovanni Rana non ricopre più incarichi dirigenziali all'interno dell'azienda di famiglia, dopo aver ceduto in maniera graduale la direzione della stessa al figlio Gianluca (1965).

Il 15 novembre 2006 gli è stata conferita, dall'Università IULM, la laurea honoris causa in Relazioni pubbliche.

Nel 2011 il Pastificio Rana ha aperto una succursale a Bartlett, vicino a Chicago, ed un ristorante a New York. Da settembre dello stesso anno inoltre il Pastificio Rana è sponsor ufficiale della Federazione Ginnastica d'Italia.[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 7 marzo 1987[3]
Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
— 31 maggio 2003[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rana.it: storia.
  2. ^ Rana Sponsor Maglia Azzurra FGI e regista delle Farfalle per la nuova campagna pubblicitaria, F.G.I., 9 settembre 2011. URL consultato il 30 novembre 2013.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90391672 SBN: IT\ICCU\UM1V\008304