Ford 20 M TS OSI Coupé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ford 20 M TS OSI Coupé
MHV Ford-OSI 01.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Officina Stampaggi Industriali
Tipo principale Coupé
Produzione dal 1967 al 1968
Sostituisce la Ford 20 M TS Coupé
Sostituita da Ford Capri
Esemplari prodotti 2.200
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.670 mm
Larghezza 1.800 mm
Altezza 1.340 mm
Passo 2.700 mm
Massa 1.160 kg
Altro
Progetto Officina Stampaggi Industriali
Stile Sergio Sartorelli
Stessa famiglia Ford Taunus
MHV Ford OSI 02.jpg

La Ford 20 M TS OSI Coupé è una vettura costruita dalla Officina Stampaggi Industriali (da cui l'acronimo OSI) tra il 1967 ed il 1968.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Nel 1965 la Ford europea decise di mettere in cantiere una vettura coupé innovativa, per il compimento della quale, tuttavia, occorrevano alcuni anni di studio e preparazione.

Nel frattempo le case concorrenti, nazionali ed estere, guadagnavano terreno nel settore delle automobili sportive che, per quanto limitato nei numeri di vendita, aveva riflessi molto importanti sull'immagine del marchio.

Diveniva quindi necessario trovare una soluzione temporanea che consentisse alla Ford di mantenere il proprio prestigio sportivo, almeno fino alla realizzazione del nuovo modello "Capri".

La soluzione al problema venne individuata nel dare incarico alla OSI di Torino per la realizzazione di una vettura coupé, basata su pianale e meccanica della "20 M TS", da proporre per il mercato tedesco.

La vettura[modifica | modifica sorgente]

In pochi mesi di lavoro, la OSI presentò il prototipo definitivo, con una livrea tipicamente italiana disegnata da Sergio Sartorelli[1], che venne immediatamente approvato dai dirigenti Ford ed esposto al Salone di Ginevra del 1966.

Si tratta di un coupé da quattro posti le cui prestazioni, a dispetto della linea sportiva, non differiscono particolarmente da quelle del modello da cui deriva, soprattutto per la qualità della tenuta di strada, inficiata da un passo inusualmente ampio per un'automobile sportiva.

Tuttavia, le pregevoli finiture, l'aspetto aggressivo e le motorizzazioni esacilindriche da 2 000 e 2 300 cm³, conferiscono alla vettura prestazioni sufficienti ed un certo fascino che le consentono di ben figurare nel panorama produttivo dell'epoca.

In effetti, nonostante il prezzo elevato, le vendite sul mercato tedesco furono immediatamente soddisfacenti, tanto da far decidere la vendita anche in Italia, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera e Austria.

Finanziariamente indebolita dagli ingenti costi sostenuti per le concept car realizzate negli anni precedenti, alla fine del 1968 la OSI decise di chiudere il settore automobilistico e proseguire esclusivamente nel campo degli stampi industriali. La produzione della "Ford-OSI Coupé" si interruppe, quindi, in quello stesso anno, dopo 2 200 esemplari costruiti.

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda sul sito Karmannghia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti